Pianosolo Forum - Il forum sul pianoforte

Il cuore di Pianosolo => Teoria musicale => Topic aperto da: luciasciacovelli - Ottobre 25, 2013, 09:17:39 pm

Titolo: Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: luciasciacovelli - Ottobre 25, 2013, 09:17:39 pm
Ciao :)
Volevo chiedervi si sente sempre parlare di tonalità ma che sono???
E come si trovano le relative minori???
Grazie :)
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: andreavezzoli - Ottobre 28, 2013, 12:50:08 pm
il discorso è molto complesso, prima di tutto bisogna capire che cosa sai  di teoria musicale per poter sapere come spiegarti cos'è una tonalità.
La tonalità in parole povere determina quale nota è la fondamentale (nota che da il nome alla tonalità) su cui viene costruita una scala maggiore oppure minore, e stabilita quale nota è la fondamentale tutte le altre hanno una loro funzione gerarchica.
Ognuna delle 12 note può essere presa come fondamentale di una tonalità

Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: Paride - Ottobre 28, 2013, 04:23:33 pm
Per approfondire gli argomenti di teoria musicale quali:
ritmo, sincope, contrattempo ecc. intervalli, alterazioni, tonalità, scale, accordi, note reali e abbellimenti (appoggiatura, acciaccatura, mordente, gruppetto, trillo, tremolo ecc.), accenti ritmico e metrico, struttura del periodo musicale ecc. yi segnalo il testo:
Luigi Rossi - Teoria Musicale ediz. Carrara

Un trucchetto veloce per trovare la relativa minore è quello di scendere 1+1/2 tono dalla tonica.
Es. LAb magg. --> FA min., SOL magg. --> MI min., DO magg. --> LA min. ecc.
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: luciasciacovelli - Ottobre 28, 2013, 04:56:39 pm
Ciao a tutti. :D
A suo tempo studiai le scale musicali però il concetto di tonalità mi sfugge  :-[
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: andreavezzoli - Ottobre 29, 2013, 11:00:39 am
Ciao a tutti. :D
A suo tempo studiai le scale musicali però il concetto di tonalità mi sfugge  :-[

devi pensare come ha uno tasto monarchico:

la tonica è il sovrano assoluto

la dominante è il suo aiutante

la sottodominante aiuta la dominante (è come se fosse il suo segretario)

la sensibile  fa parte dello staff della dominante
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: RobertoM - Ottobre 29, 2013, 02:14:47 pm
Bello il "trucchetto" per passare dalla maggiore alla minore (e quindi al contrario da minore a maggiore!), molto utile.

Ne approfitto per chiedere una cosa: siccome si tende ad associare una tonalità maggiore ad una musica più felice, allegra mentre la minore ad una triste, melanconica essendo la maggiore e minore composte dalle stesse note e stesse alterazioni (esempio: DO maggiore e LA minore) come è possibile tutto ciò ? Vuol dire che solamente la composizione riesce a dare dei sentimenti differenti ?
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: antares - Ottobre 29, 2013, 02:46:00 pm
le note saranno pure le stesse (tranne la sensibile) ma gli accordi no..... nella scala minore abbiamo 2 accordi diminuiti in stato fondamentale... in maggiore uno e pure poco usato....
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: luciasciacovelli - Ottobre 29, 2013, 03:41:23 pm
Scusate io non ci ho capito nulla   :-[
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: maria_pianista - Ottobre 29, 2013, 04:44:45 pm
Lucia, non so se sia una spiegazione molto tecnica la mia (e neanche se sia esatta) ma posso dirti che se tu hai per esempio la scala di do maggiore e trovi una partitura senza alterazioni (vuol dire senza diesis e bemolli in chiave) sei in tonalità Do maggiore.
Un altro esempio: Se tu sai che nella scala di Sol maggiore c'è sempre il Fa diesis e vedi sul pentagramma un Fa diesis in chiave, vuol dire che sei in tonalità di sol maggiore.
Ecco, così intendo io il concetto di tonalità in povere parole.  ;)
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: fkt - Ottobre 29, 2013, 05:20:09 pm
Volevo chiedervi si sente sempre parlare di tonalità ma che sono???
Sono strutture convenzionali basate su scale, le stesse rispettano una certa struttura fissa basata sulle distanze di semitono/tono/tono e mezzo fra i gradi della scala stessa. Tali distanze determinano tipologie di scale, nel caso di scale maggiori avremo tonalità maggiori, nel caso di scale minori avremo tonalità minori.
Ma ci sono un infinità di scale ma non di tonalità, legate appunto solo al mondo tonale.

Il punto di contatto, nella misura di uno a uno, fra scala maggiore e scala minore è il numero di alterazioni in chiave.

Su questa astrazione teorica sono stati inventati tanti metodi (e scorciatoie) per calcolare agevolmente numero di alterazioni di una scala e relativa struttura intervallare e relative scale minore/maggiore.

Questo in generale, per il resto bisogna studiare :)
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: robyroma - Ottobre 30, 2013, 03:52:32 am
Lucia, non so se sia una spiegazione molto tecnica la mia (e neanche se sia esatta) ma posso dirti che se tu hai per esempio la scala di do maggiore e trovi una partitura senza alterazioni (vuol dire senza diesis e bemolli in chiave) sei in tonalità Do maggiore.
Un altro esempio: Se tu sai che nella scala di Sol maggiore c'è sempre il Fa diesis e vedi sul pentagramma un Fa diesis in chiave, vuol dire che sei in tonalità di sol maggiore.
Ecco, così intendo io il concetto di tonalità in povere parole.  ;)

Hai dimenticato di dire che puoi essere anche nella relativa minore. Usando i tuoi esempi se sulla partitura non ci sono alterazioni in chiave puoi essere in do maggiore o nella sua relativa minore (scendendo di una terza) La minore.
Se in chiave trovi un Fa diesis puoi essere in Sol maggiore o nella sua relativa minore (sempre scendendo di una terza) Mi minore.
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: RobertoM - Ottobre 30, 2013, 10:12:49 am
le note saranno pure le stesse (tranne la sensibile) ma gli accordi no..... nella scala minore abbiamo 2 accordi diminuiti in stato fondamentale... in maggiore uno e pure poco usato....

Non ho capito! Do maggiore e LA minore non sono mica uguali ? Cioè senza alterazioni in chiave ? Oppure ti riferisci alla La minore armonica o melodica ?
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: antares - Ottobre 30, 2013, 01:04:19 pm
a parte la scala minore naturale che ja le stesse alterazioni in chiave le altre hanno almeno il settimo grado alterato cromaticamente per farlo diventare sensibile (quella armonica la melodica ha pure il sesto) ora glii accordi che costruisci sulla scala sono necessariamente diversi se il primo il quarto e il quinto della scala maggiore sono accordi maggiori nella scala minore il primo è minore il quarto pure e quello sul quinto dato presenta la sensibile sarà maggiore (ma con alterazione transitoria non in chiave) il secondo grado nella scala maggiore è un accordo minore mentre nella scala minore è un accordo diminuito tralasciando il terzo che come accordo in stato fondamentale è poco usato (almeno in italia) e il settimo che è un accordo diminuito in ambe 2 i casi rimane giusto sesto grado che nella scala maggiore è un accordo minore è un accordo maggiore.

ecco allora che vedi che se anche le note sono le stesse gli accordi che impieghi sono strutturalmente diversi
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: luciasciacovelli - Ottobre 30, 2013, 01:52:44 pm
Allora se ho ben capito si trovano in base alle alterazioni e
le relative minori si trovano scendendo di un intervallo di terza
Spero di aver capito bene  :)
ma l' intervallo di 3 com'è ?
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: maria_pianista - Ottobre 31, 2013, 07:18:38 pm
Citazione
ma l'intervallo di 3 com'è ?
In che senso come è?
Un intervallo di terza, sempre in parole povere, è la distanza tra due suoni.
Cioè fra il do e il mi, per esempio, c'è un intervallo di terza (do-re-mi) (ma mi rendo conto che quello che ti ho appena detto è completamente fuorviante per questo argomento).
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: luciasciacovelli - Novembre 01, 2013, 01:31:02 pm
Ciao a tutti,
zxxz io faccio parecchia confusione con la teoria musicale e dire che ci metto un mese per capire un solo argomento è dire poco.  :-[ 
Le mie basi musicali sono molto scarse e nello studio del pianoforte sono molto poco costante.  :(
Materiale didattico il caos più totale fogli sparsi dappertutto sulla mia tastiera  e la mia scrivania.
Se brucio le tappe sì ed è un mio difetto, allora o trovo il tempo per studiare con calma o lascio perdere definitivamente considerato che non ne capisco un tubo e mi sa che è proprio quello che farò  :'(
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: maria_pianista - Novembre 01, 2013, 02:49:22 pm
Lucia!!! Non ti scoraggiare, eh?
Hai solo tredici anni! È normale che alla tua età si abbiano tanti alti e bassi. So che quest'anno dovrai fare l'esame di terza media e che per te è difficile dedicarti in corpo e anima al pianoforte senza una minima base. Soprattutto è difficile farlo da sola perché come si vede non sai da che parte cominciare. Io direi di non voler sapere di colpo tutta la teoria musicale e soprattutto di non rinunciare a suonare il pianoforte se lo strumento ti piace. Se lo fai adesso che sei un'adolescente, può darsi che quando arrivi all'età di tua mamma te ne penta e voglia cominciare... E ti sembrerà allora di aver perso un tempo prezioso dove le cose si imparano in fretta.
Se hai la possibilità, io ti incoraggierei vivamente a contattare un maestro e di andare a lezione una volta alla settimana. Poi all'inizio forse ti basterà mezz'oretta o un'ora al giorno di studio, con flessibilità. In questo modo, lui/lei potrebbe orientarti meglio e darti facilmente le nozioni di base di cui hai bisogno. In solo 6 mesi vedresti un'enormità di progressi. Ne sono certissima! Fidati!
Parlane con i tuoi genitori... magari si può fare e trovi anche qualcuno che possa darti queste prime lezioni a un prezzo abordabile.
Coraggio! Ti parlo così perché sei sempre sul forum, segno che il pianoforte ti interessa  ;) E vedo anche che rinunciarci ti rattrista. Non lo fare!  :) :-* :-* :-* :-*
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: luciasciacovelli - Novembre 01, 2013, 03:19:00 pm
Grazie maria_pianista per le tue bellissime parole; grazie davvero :)
 mi sento un' incapace  :-[ e fuori posto qua sul forum e non è perchè voi siate persone che se la tirano o chissà che cosa, al contrario siete delle persone molto disponibili e gentili e iv ringrazio per tutto ciò :)
Poi chissà se un giorno ci riuscirò a studiare con un po' più di metodo  ::)
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: maria_pianista - Novembre 01, 2013, 03:45:43 pm
Grazie maria_pianista per le tue bellissime parole; grazie davvero :)
 mi sento un' incapace  :-[ e fuori posto qua sul forum e non è perchè voi siate persone che se la tirano o chissà che cosa, al contrario siete delle persone molto disponibili e gentili e iv ringrazio per tutto ciò :)
Poi chissà se un giorno ci riuscirò a studiare con un po' più di metodo  ::)
Levati dalla testa il termine "incapace" e riempiti invece di pensieri positivi verso te stessa NON SEI INCAPACE, è che non hai mai studiato musica! Nessuno nasce già "imparato", come si dice.
Ma non stare lì seduta a lamentarti, rimboccati le maniche e... pian, piano, senza fretta (e te lo dice una veramente frettolosa)
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: sevy72 - Novembre 01, 2013, 03:52:09 pm
Mah, io vorrei darti un consiglio:
Secondo me se aspetti di imparare la teoria musicale dal forum perdi tempo, sul forum ti possono chiarire alcuni dubbi, non ti possono scrivere un trattato di teoria musicale. Perchè non compri un bel libro di quelli che ti hanno consigliato e te lo leggi quando hai tempo, poi magari se qualcosa non ti è chiara la porti sul forum, però almeno così hai una guida, se no non fai altro che aumentare la confusione.
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: luciasciacovelli - Novembre 01, 2013, 04:23:04 pm
Ma che io mi scervello da sola sulla musica e per il momento la lascio stare la teoria musicale quando avrò un po' più di voglia di studiare e un maggiore ordine mentale ci ritornerò sopra adesso posso solo confondermi di più di quanto non lo sia già  :P
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: eligen - Novembre 01, 2013, 08:53:59 pm
Cara Lucia,
mi permetto di scriverti queste poche righe per suggerirti di vivere con calma questa magnifica passione che hai per la musica ed il pianoforte. E' belllissima questa tua voglia di sapere, conoscere, capire ma ogni cosa ha e richiede il suo tempo e tu sei già fortunatissima ad avere capito alla tua età quanto affascinante possa essere la musica (a me è successo solo quasi a cinquant'anni quando è tutto molto più difficile ...). Stai tranquilla e vedrai che, giorno dopo giorno, mattoncino dopo mattoncino, arriverai ad avere tutte quelle nozioni che oggi senti il bisogno di avere. Non avere fretta, come già altri amici del forum ti hanno suggerito inzia a leggere con calma un buon libro di teoria e sono sicuro che, potendo anche sempre contare sull'aiuto di questo magnifico forum, riuscirai, un passo dopo l'altro, a realizzare i tuoi sogni ! Buona musica e mille note.
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: maria_pianista - Novembre 02, 2013, 10:05:21 am
Giovanni, che bell'idea! Hai dato un ottimo suggerimento a Lucia.
Mandi il messaggio privato con il libro di teoria anche a me???   :D
Se poi Lucia deciderà di aprire quel thread, io lo sfrutterò sicuramente. Se non lo fa, lo faccio io che di teoria ne so pochissimo   :o
Titolo: Re:Tonalità maggiori e relative minori
Inserito da: luciasciacovelli - Novembre 02, 2013, 11:33:51 am
Ciao a tutti, :)
Grazie per i suggerimenti che metterò sicuramente in pratica con calma e per il momento vado veramente molto piano perchè ho altri impegni su cui mi devo impegnare in particolar modo. :D
Zxxz per starci ci sto mi piace la tua idea  ;) mandamelo pure il link e per quaanto riguardi il topic arriverà anche quello :)
Grazie ancora per il  supporto  ;D