0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

luciasciacovelli

  • Visitatore
Ciao a tutti. :D
Allora sempre andando avanti con la teoria sono arrivata a finire di leggere il 2o Capitolo.Vi chiedo conferma di quanto mi sembra di aver capito e dei chiarimenti su alcuni dubbi.
Parla delle figure musicali che sono: semibreve,  minima, semiminima, croma, semicroma e semibiscroma e relative pause.
La croma, la semicroma e la semibiscroma negli spartiti sono spesso raggruppate.
Per quanto riguarda tutte le figure musicali a esclusione della semibreve;le note fino al terzo rigo sono scritte con la gambetta in giù dal quarto spazio in poi la gambetta si scrive in su.

La battuta è lo spazio compreso fra due stanghette e le cui durata delle note e delle pause corrisponde al tempo definito al inizio dello spartito.
Le stanghette possono essere:
Semplici che definiscono una battuta.
Doppia viene utilizzato al termine di un parte importante di una composizione(questo non mi è per niente chiaro ??? che funzione ha?).
Doppia però con l'ultima stanghetta in grassetto che è utilizzato alla fine di uno spartito.

I segni di prolungamento servono per allungare la durata dei suoni e sono:

1.La Legatura di valore che è una linea curva che unisce due note della stessa altezza il cui valore è un unica nota che ha come valore la somma delle note legate.
2.Il Punto di valore è un punto che allunga il suono di una metà del valore della figura musicale su cui viene applicata.
3.La Corona che è un linea curva con sotto un punto che allunga una nota di quanto  vuole un esecutore. ( c'è la puoi fare durare senza tener conto del suo valore effettivo?!? :o)

Le legature di portamento e di frase non le ho proprio capite qualcuno mi aiuta? :-[
Grazie a chiunque risponderà.  :D
A presto ;)

*

sergiomusicale

...
Doppia viene utilizzato al termine di un parte importante di una composizione(questo non mi è per niente chiaro)
vediamo di chiarire....un brano musicale è come un discorso, se tu parli ed ad un certo punto cambi argomento o ti fermi per sottolineare che sta per arrivare una parte importante fai un qualcosa che in musica si traduce in due stanghette...così il musicista capisce che il pezzo che verrà non è sempre il solito discorso...ma cambierà qualcosa.  è più chiaro adesso?

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
la doppia stanghetta viene usata al termine delle sezioni quando il brano non è ancora terminato ma una sua parte importante si e il tema cambia del tutto allora si usa usare la doppia stanghetta....

per la corona: è un allungamento a piacere del valore della nota.... quindi  a discrezione dell'esecutore possibilmente non da fare addormentare sopra gli ascoltatori magari....

la legatura di portamento è una legatura fra 2 note ma di altezza differente indica in pratica il "portamento" di quelle 2 note la prima ha un breve accento e la seconda no

la legatura di frase si usa fra più di 2 note oltre ad indicarti di suonare legate le note che hai sotto legatura ti indica anche la frase musicale stessa che di norma è posto una di queste legature

ricapitoliamo da cosa riconosci i 3 tipi di legature: legature fra 2 note di uguale altezza= legatura di valore
legature fra 2 note di differente altezza= legatura di portamento
legatura fra più note= legatura di frase
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

luciasciacovelli

  • Visitatore
Grazie a tutti siete stati molto chiari nello spiegarvi. ;D
Ho capito tutto tranne la legatura di frase... :-[
c'è ho capito  che indica un frase musicale ma queste due note legate si suonano insieme e nel frattempo quelle note che ci stanno in mezzo si suonano staccate?!?  ???  :o
Ti puoi spiegare meglio  ::)

*

Pianoth

Ecco per te un piccolo esempio "ascoltabile" per cercare di chiarire i tuoi dubbi.
La differenza tra legatura di frase, legatura di portamento, non legato e staccato.
Clicca qui per ascoltare l'esempio. Clicca sull'immagine se non riesci a vederla tutta.

Purtroppo, con il pianoforte, non è molto apprezzabile (in esempi così brevi) la differenza tra legato e non legato. Comunque fai riferimento all'audio per capire la differenza tra una battuta e l'altra. Dovresti notare che sullo spartito le note sono sempre le stesse, ma l'esecuzione è completamente diversa per ogni battuta.

luciasciacovelli

  • Visitatore
Grazie Pianoth ma adesso non vedo queste grandi differenze :-[
adesso sono anche paracchio stanca adesso infatti chiudo forse domani a mente fresca riesco a capire qualcosa in più...

*

eligen

Pianoth, forse per Lucia servirebbe una versione musicale un po' più rallentata per meglio cogliere le differenze tra le varie figure, cosa ne pensi ?

luciasciacovelli

  • Visitatore
Non ho capito nulla  :-[
A che cosa serve questa legatura di frase?!???
Non la capirò mai  :(
Ultima modifica: Novembre 06, 2013, 02:37:43 pm da luciasciacovelli

Re Cremisi

Oltre a semibreve (durata 1), minima (1/2), semiminima (1/4), croma (1/8), semicroma (1/16) e semibiscroma (1/64) esiste anche la biscroma (1/32).


La figura si ferma alla biscroma.
Il pianoforte è come la nutella, ma in effetti ci sono delle lievi differenze fra le due cose.

*

sergiomusicale

...se vogliamo essere precisi c'è anche la fusa... ;)
http://it.wikipedia.org/wiki/Fusa_%28musica%29

*

Pianoth

Volendo essere ancora più completi, dato che comunque almeno le prime due che cito si potrebbero trovare in alcuni spartiti, ci sono anche la Breve, che vale due semibrevi (8/4), la Fusa o Fusilla che vale metà semibiscroma (1/128), e molto raramente la Longa che vale due brevi (16/4) e perfino la Maxima o doppia Longa che vale due Longhe (32/4) (il plurale di Longa è Longhe? :o)
Nella figura le vedi tutte in ordine dalla Longa alla Fusa:

Tutti i valori più brevi della croma si possono raggruppare:


Queste sono le pause corrispondenti (la prima è la maxima e l'ultima è la fusa):


Per quanto riguarda le legature di frase, l'unica cosa che posso fare è citarti wikipedia:
Citazione da: Wikipedia
La legatura di frase è una linea curva posta sopra o sotto tre o più note, con lo scopo di indicare all'esecutore che le note non devono essere suonate staccate una dall'altra, ma unite una subito dopo l'altra, con un'unica emissione di fiato (nel caso degli strumenti a fiato). L'effetto che si crea è detto "legato". Indica generalmente le frasi musicali in cui si può dividere una linea melodica. [...] Se la legatura unisce due note della stessa intonazione, per esempio due La, si definisce invece legatura di valore. Mentre, se unisce due note di diversa intonazione, per esempio un Sol ed un Do, si definisce legatura di portamento.
Per quanto riguarda il non-legato e lo staccato, immagina il non-legato come uno staccato meno accentuato. Pensavo che si sarebbe più o meno capito ascoltando l'audio, tra l'altro mi sono reso conto che il volume è molto alto  :o
Ultima modifica: Novembre 06, 2013, 03:41:49 pm da Pianoth

*

sergiomusicale

...sempre meglio  ;D...o ...sempre peggio  :-[  siamo alla semifusa...c'é altro????:o
http://it.wikipedia.org/wiki/Durata_di_una_nota_musicale

*

Pianoth

Ah non avevo proprio idea, nessun programma di musica che utilizzo la supporta  :D

*

maria_pianista

Sì, ma se non sbaglio Lucia ha capito cosa sono due note legate, non ha capito invece cosa sia una legatura di frase.

Lucia, sempre con poverissime parole: quando trovi una legatura di frase (che vuol dire un periodo di più o meno note legate tutte da una legatura) vuol dire che le devi suonare alzando meno possibile il dito dai tasti. Un suono va legato al precedente e così successivamente fino a quando non finisce la frase. Quando finisce la legatura puoi fare un "respiro". È come quando parli.
Per esempio puoi dire: "io-so-no-qui" (staccato) o puoi dire "iosonoqui" (legato) o semplicemente "io sono qui" (non legato). Che spiegazione del c. di ho appena dato, ma spero che ti serva almeno per capire il concetto della frase legata (legatura di frase).  :D :D :D

Le note staccate (quelle con il puntino sopra), si suonano come dando un colpetto, per capirci.  ;) (e cioè abbassando il tasto e alzandolo rapidamente). Lo so che dipende dalla durata della nota, ma per farti capire l'effetto. Le frasi in cui non vedi legature, le puoi fare non legate e cioè una dietro all'altra. Non vorrei dirti cose inesatte, ma capisco perfettamente quando dici che qualche volta si scrivono papiri troppo tecnici per te. Non mi stupirei che tu fossi "FUSA" a questo punto. :)

*

Pianoth

Maria, il discorso che hai fatto è più o meno corretto solo per quanto riguarda il pianoforte, per quello ho citato wikipedia e ho precisato una distinzione tra staccato e non-legato.