0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

bird63

Waltz for Debby
Gennaio 23, 2015, 06:57:39 pm
Ciao a tutti ho un problema con il brano in oggetto di Bill Evans...come affrontate i passaggi particolarmente ostici? Quali metodologie adottate per superare lo scoglio? Grazie e buona musica a tutti.

*

Paola

Re:Waltz for Debby
Gennaio 23, 2015, 09:26:31 pm
Accidenti! Ti sei scelto una cosa davvero difficile.

Fammi capire, ma stai studiando una trascrizione?

Puoi postare un'immagine?

bird63

Re:Waltz for Debby
Gennaio 24, 2015, 10:34:48 am
Si sto studiando una trascrizione ecco il link http://www.slideshare.net/xanzada/bill-evans-waltz-for-debby
quello che mi interessa sapere aldilà dello specifico passaggio che nel caso in questione è rappresentato
dalla battuta 7 fino alla 13 è individuare il tipo di approccio corretto da adottare in casi simili. Per cui la risposta
può rappresentare la soluzione per un qualsiasi tipo di problema. Il brano è stupendo come del resto tutta la produzione
discografica di Bill Evans. :-) Grazie per la disponibilità.

*

Pianoth

Re:Waltz for Debby
Gennaio 24, 2015, 11:32:42 am
Beh ogni difficoltà tecnica si può superare in più modi, e anche passaggi con difficoltà tecniche uguali potrebbero richiedere di essere praticati in modo differente, quindi decisamente non esiste una soluzione unitaria, a parte la classica "suona più lentamente e porta a velocità". In quel caso io mi occuperei innanzitutto di scegliere una diteggiatura comoda con la quale riuscire a legare bene gli accordi, ricorrendo poco al pedale (che comunque va usato). Poi ripeterei semplicemente più volte quel passaggio con quella diteggiatura in modo da far trovare più rapidamente i tasti alle dita grazie alla memoria meccanica (che in questo caso è utile).

bird63

Re:Waltz for Debby
Gennaio 24, 2015, 11:50:26 am
Grazie per l'aiuto  ;)

*

Paola

Re:Waltz for Debby
Gennaio 25, 2015, 11:43:59 am
Sono d'accordo con Pianoth su tutto, però aggiungo che la scelta di suonare Bill Evans su una trascrizione è davvero ardua.

Di solito le trascrizioni per i brani jazz si guardano per capire come è stato armonizzato il brano, ma seguirle fedelmente è più difficile che suonare il brano originale.

Aggiungo che se salti qualcosa non è così grave, perché non è un brano di musica classica e lo spartito che vedi non lo ha scritto Bill Evans, ma un trascrittore solerte. L'importante almeno all'inizio è tenere l'armonia base ed evidenziare la melodia.

Se dal Real Book trovi l'originale e lo armonizzi secondo le tue capacità secondo me ne trarrai più soddisfazione. :)

Oppure, se decidi di suonare comunque questa trascrizione, mettiti comunque accanto l'originale e osserva l'impianto armonico del pezzo, così se in qualche punto non ce la fai puoi sempre adottare soluzioni alternative coerentemente con la struttura originale.

bird63

Re:Waltz for Debby
Gennaio 25, 2015, 10:56:59 pm
Grazie Paola