0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

pigreco

leggere per intervalli
Settembre 02, 2013, 04:34:59 pm
Salve, una domanda da principiante. Puo’ essere utile, per velocizzare la lettura del novizio, leggere la sequenza di note cercando di capire non la nota in se ma l’intervallo tra due note consecutive? Questa cosa puo’ aiutarti a capire dove mettere le dita anche senza guardare la tastiera. Mi spiego, se la nota successiva ad un FA prevede una nota con intervallo di terza (LA), allora, se con mano destra ho il pollice su FA, so che il medio mi fara avanzare proprio di un intervallo di terza o il mignolo di quinta e cosi’ via. Mi e’ sembrato un modo utile per prendere consapevolezza della tastiera senza necessariamente leggere ogni nota ma semplicemente seguendo la sequenza degli intervalli che si susseguono. Che ne pensate ::)?

PG

DarkKnight

  • Professionista
  • Mostra profilo
  • ***
  • 496
  • con il suono delle dita si combatte una battaglia
Re:leggere per intervalli
Settembre 02, 2013, 04:46:13 pm
Salve, una domanda da principiante. Puo’ essere utile, per velocizzare la lettura del novizio, leggere la sequenza di note cercando di capire non la nota in se ma l’intervallo tra due note consecutive? Questa cosa puo’ aiutarti a capire dove mettere le dita anche senza guardare la tastiera. Mi spiego, se la nota successiva ad un FA prevede una nota con intervallo di terza (LA), allora, se con mano destra ho il pollice su FA, so che il medio mi fara avanzare proprio di un intervallo di terza o il mignolo di quinta e cosi’ via. Mi e’ sembrato un modo utile per prendere consapevolezza della tastiera senza necessariamente leggere ogni nota ma semplicemente seguendo la sequenza degli intervalli che si susseguono. Che ne pensate ::)?

PG

boh non credo, e se hai una sequenza ascendente FA DO MI che fai?
la consapevolezza sulla tastiera secondo me è quella che ti permette di spostarti di tutti gli intervalli che vuoi anche di 11 o 13 anche staccando la mano e senza guardare, ma viene piano piano, vivendo lo strumento, quando le tue braccia e le tue mani sanno esattamente al millimetro il grado di movimento che devono fare per spostarti da una nota all'altra.

Credo che sia questo

*

pigreco

Re:leggere per intervalli
Settembre 03, 2013, 12:58:38 pm
Grazie per la tua opinione!

PG

*

Lorenzo221

Re:leggere per intervalli
Settembre 06, 2013, 09:33:54 pm
Ciao pigreco,
Io personalmente sconsiglierei a chiunque di utilizzare questo metodo, mi atterrei al metodo classico dell'imparare Mi-Sol-Si-Re-Fa sui righi e Fa-La-Do-Mi sugli spazi. E quando si riesce a leggere le note a colpo d'occhio si è a cavallo.
Tuttavia questo metodo lo uso io con il setticlavio (Cioè per le altre chiavi), che sono talmente tante che l'unico metodo è questo.
Dopo il silenzio, ciò che più si avvicina a esprimere l’ineffabile è la musica.
E. Jabès