0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

papettino

unire le mani
Giugno 10, 2015, 06:03:52 am
Se ho ben capito non esiste un metodo unico. Diciamo che il mio è di tipo "attendistico": vado avanti a mani separate su brani via via più complessi gettando l'occhio all'altro rigo nei passaggi più semplici o che ho già interiorizzato e magari facendo qualche nota. Voi come avete fatto?

papettino

Re:unire le mani
Giugno 10, 2015, 04:48:44 pm
mi sono riletto e forse il post era un po' criptico (erano le sei di mattina..). Intendevo: io da autodidatta ho cominciato a fare i brani a mani separate e ora che sto prendendo un po' più di dimestichezza sia con la destra che con la sinistra (e sia con la chiave di violino che con quella di basso) trovando nuovi brani che mi stimolano comincio a fare anche quelli sempre a mani separate, in attesa di avere,sui brani che faccio da più tempo, quella dimestichezza che mi permetta di cominciare ad unire le mani.E' una metodologia giusta o sarebbe meglio non andare troppo in là a mani separate?

*

Roberto S. Persi

Re:unire le mani
Giugno 10, 2015, 06:11:23 pm
Forse ti può trarre in inganno l'invito,giusto, fatto da molti maestri e trattati vari di lavorare sulle partiture lentamente e a mani separate per assimilare bene la meccanica. Ma poi le mani bisogna unirle! Un brano (o esercizio) funziona solo se è risolto con le due mani unite. Non vorrei fare il filosofo spicciolo, ma le mani si parlano e interagiscono, non so come spiegare, ma a me accade così, e gli errori che ovviamente ci sono, si risolvono in questo modo. Per dirla in una battuta, "le mani diventano indipendenti solo se lavorano unite", o almeno io la penso così.
L'importante è partecipare

*

eligen

Re:unire le mani
Giugno 10, 2015, 09:09:45 pm
A mio parere almeno all'inizio conviene procedere (quasi) sempre con lo studio a mani separate per comprendere nel modo più completo e approfondito possibile il pezzo oggetto di studio in ogni sua parte (note, ritmo, dinamica) per poi procedere a mani unite solamente quando si è acquisita una sufficiente conoscenza e sicurezza. Poi ovviamente dipende dal pezzo, ad esempio pezzi come il preludio in do maggiore di Bach conviene ovviamente suonarli a mani unite prima possibile se non già da subito.

papettino

Re:unire le mani
Giugno 11, 2015, 07:34:37 am
Le mani si parlano e interagiscono, non so come spiegare, ma a me accade così, e gli errori che ovviamente ci sono, si risolvono in questo modo. Per dirla in una battuta, "le mani diventano indipendenti solo se lavorano unite", o almeno io la penso così.
Bella questa immagine, ne ho avuto qualche sentore ieri mentre provavo a unire in "per elisa". Grazie a tutti delle risposte :)