0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

GabrieleBritt

  • Visitatore
Trillo
Luglio 04, 2014, 11:03:11 pm
Ciao QUALCUNO ha qualche consiglio su come STUDIARE decentemente l'esecuzione di un Trillo? E come migliorare anche la chiusa del trillo stesso? Il mio trillo è composto da 6 note piú la chiusa. Diteggiatura 23232312/3
Ultima modifica: Luglio 04, 2014, 11:21:55 pm da Gabriel

*

Pianoth

Re:Trillo
Luglio 05, 2014, 12:45:41 am
Puoi specificarmi di che brano/esercizio stai parlando? È importante, perché cambia se il pezzo è lento, se è su tasti bianchi e neri, se è piano o forte ecc.
Ultima modifica: Luglio 05, 2014, 01:05:46 am da Pianoth

GabrieleBritt

  • Visitatore
Re:Trillo
Luglio 05, 2014, 11:53:58 am
Puoi specificarmi di che brano/esercizio stai parlando? È importante, perché cambia se il pezzo è lento, se è su tasti bianchi e neri, se è piano o forte ecc.
si è questa mazurka http://m.youtube.com/watch?v=umO7QEA3oAQ
Il trillo deve essere suonato leggero e ad una certa velocità se no non rende.... Qualche consiglio su come esercitarmi?

*

Pianoth

Re:Trillo
Luglio 10, 2014, 03:12:40 pm
Ah già, mi ero proprio completamente dimenticato che dovevo rispondere qui! Comunque prova a tenere il polso basso, e le spalle e l'avambraccio il più rilassate possibile mentre fai il trillo, e a misurare attentamente il trillo, in modo da fare tutte le note della stessa durata, sia quelle del trillo sia della chiusura.

*

Lorenzo221

Re:Trillo
Luglio 28, 2014, 01:16:07 am
Ciao QUALCUNO ha qualche consiglio su come STUDIARE decentemente l'esecuzione di un Trillo? E come migliorare anche la chiusa del trillo stesso? Il mio trillo è composto da 6 note piú la chiusa. Diteggiatura 23232312/3

L'arte del trillo è un'arte complessa, un particolare misto di tecnica quasi meccanica e leggerezza.
Il mio consiglio è quello di iniziare a studiare il trillo con le varianti ritmiche (da 2,3,4,6) e in seguito, una volta acquisito bene il movimento da compiere, concentrarsi sulla dinamica e sull'omogenità del suono (senza accenti e sbalzi dinamici).

Non trattare il trillo come il solito passaggio difficile, è una componte presente ovunque e una volta acquisito, potrà esserti utilissimo in molti casi.

P.S: A meno che il tua maestro non voglia, utilizza la diteggiatura con cui ti trovi più comodo, non necessariamente quella indicata.
Dopo il silenzio, ciò che più si avvicina a esprimere l’ineffabile è la musica.
E. Jabès