0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Roberto S. Persi

studio in doppia chave
Maggio 01, 2015, 09:46:52 am
Scusate se la domanda pu˛ risultare banale o mal posta. PerchŔ gli esercizi iniziali dello studio di piano (esempio il Beyer) anno il doppio rigo con la stessa chiave e dunque le note posizionate allo stesso modo?
Non si rischia di creare successive confusioni? Certamente partire subito in doppia chiave potrebbe risultare inizialmente complicato, ma la mente si allenerebbe fin da subito alla lettura "reale" dello spartito.
I primi studietti del Mikrokosmos anche se semplici e con mani all'unisono sono in doppia chiave. e mi sembra che anche il metodo russo per bambini sia composto in questo modo.
Per farla breve Ŕ regola generale con sporadiche eccezzioni o metodologia datata? Certamente lo studio del solfeggio aiuta ma...?!
Quando ai tempi studiavo sax avevo le partiture con una sola chiave, caso mai il problema si poneva quando suonavo con altri essendo il mio uno strumenta traspositore, ma questa Ŕ un'altra storia.
L'importante Ŕ partecipare

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
Re:studio in doppia chave
Maggio 01, 2015, 01:01:56 pm
Questione di semplicitÓ e di comoditÓ di scrittura... Oltre a voler ritardare la chiave di basso..
Sempre detto che il mikrokosmos.Ŕ decisamente meglio
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ci˛ che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La veritÓ Ŕ che la vera musica non Ŕ mai 'difficile'. Questo Ŕ so