Pianosolo Forum - Il forum sul pianoforte

Il cuore di Pianosolo => Tecnica => Topic aperto da: Samuel Sedicina - Agosto 03, 2015, 09:59:57 pm

Titolo: Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Samuel Sedicina - Agosto 03, 2015, 09:59:57 pm
Ciao a tutti amici di pianosolo. Sto studiando uno studio che contiene un sacco di accordi di settima, visto che studio da un solo anno, mi dareste dei consigli per suonare tanti accordi di settima di fila? Grazie mille:)
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: maria_pianista - Agosto 03, 2015, 10:08:08 pm
Perché di fila? Di solito dopo un accordo di settimana non si va a un altro accordo di settimana e dopo a un altro ancora ma risolve. Lo studio che stai facendo prevede di farne uno dietro l'altro?
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Samuel Sedicina - Agosto 04, 2015, 01:01:56 am
sono stato un po' generico, nella prima parte dello studio, quella per creare atmosfera maestosa, ci sono accordi, alcuni di settima, ma nella seconda parte, che va sugli acuti, quasi tutti sono di settima, io ti linko il video di esecuzione, così potrai capire :).
https://www.youtube.com/watch?v=6MTJI2d1CcI con lo spartito
https://www.youtube.com/watch?v=6p3WFjIQIag esecuzione vista dal pianoforte
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Pianoth - Agosto 04, 2015, 07:57:24 am
Perché di fila? Di solito dopo un accordo di settimana non si va a un altro accordo di settimana e dopo a un altro ancora ma risolve. Lo studio che stai facendo prevede di farne uno dietro l'altro?
Un accordo di settima se non risolve, o va allo stesso accordo di settima in un'altra posizione, o va a un accordo diminuito per aumentare la tensione, o va proprio a un differente accordo di settima, inserendo la settima nella accordo un cui si sarebbe risolto, ad esempio nella successione La7 Re7 Sol. Quindi non è che un accordo di settima deve per forza risolvere subito.

Riguardo la domanda di Samuel, qual è il problema esattamente? Fai fatica a trovare i tasti velocemente? Ti senti rigido mentre li suoni?
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: maria_pianista - Agosto 04, 2015, 09:14:19 am
Io intendevo TANTI accordi di settimana di fila, come diceva Samuel, non dicevo che un accordo di settimana debba risolvere subito. Non capivo l'utilità di farne molti di fila, perché prima o poi dovrà risolvere. Comunque hai già risposto tu che sei l'esperto  ;)
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Pianoth - Agosto 04, 2015, 10:11:02 am
Beh ci possono essere anche tanti accordi di settima diversi uno dopo l'altro, se seguono il circolo delle quinte (o anche altri, sempre rispettando altre regole di armonia). Ad esempio Do7 Fa7 Sib7 Mib7 Lab7 Reb7 Do7 (Reb e Dob scendono cromaticamente) Fa. Comunque nello studio in questione non succede questo.
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Samuel Sedicina - Agosto 04, 2015, 12:13:02 pm
Ho il problema di trovare velocemente le note, sto studiando molto lentamente, ma ho lo stesso un po' di problemi. :)
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Paola - Agosto 04, 2015, 01:41:52 pm
Abbiamo appena pubblicato un prontuario di accordi. Ce ne sono per tutti gusti. Maggiori, minori, di settima , diminuiti, ecc...

Li trovi alla sezione Prodotti del sito.

http://www.pianosolo.it/prodotto/prontuario-accordi-pianoforte/ (http://www.pianosolo.it/prodotto/prontuario-accordi-pianoforte/)

Ci sono sia le rappresentazioni grafiche sulla tastiera (indicazione delle note da suonare) sia dei video tutorial con esecuzione.

Non so se può esserti utile. :)
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Samuel Sedicina - Agosto 04, 2015, 03:08:29 pm
Si, mi possono essere utillissimi, ma metá, perché con la mia manina, in velocitá, è molto difficile trovare gli accordi. Secondo te, mi potrebbe essere d'aiuto studiare gli accordi per "rendere agile la mano a trovare gli accordi in velocità?

Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Paola - Agosto 04, 2015, 03:14:12 pm
A furia di ripeterli si imparano e vengono naturali sulla tastiera, almeno nella mia esperienza.
Questo compendio ti è utile se vuoi imparare gli accordi dalle sigle, ma se ti serve di eseguire velocemente gli accordi SCRITTI per esteso in un brano o in uno studio allora devi leggerli e la velocità arriva esclusivamente con l'esercizio.

L'esercizio che ti sta creando problemi in realtà devi eseguirlo spartito alla mano, lentamente, e aumentare la velocità solo successivamente.
Come per tutti gli esercizi, con o senza accordi.
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Re Cremisi - Agosto 04, 2015, 04:30:32 pm
Io intendevo TANTI accordi di settimana di fila, come diceva Samuel, non dicevo che un accordo di settimana debba risolvere subito. Non capivo l'utilità di farne molti di fila, perché prima o poi dovrà risolvere. Comunque hai già risposto tu che sei l'esperto  ;)

In pratica se fai tanti accordi di settima di fila in una settimaNA poi la settimaNA dopo puoi farli anche senza la settima perché tanto la settima l'hai già suonata la settimaNA precedente. Ah, questi correttori automatici.. ;)
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Samuel Sedicina - Agosto 04, 2015, 09:14:50 pm
Quindi, se voglio, dopo una settima posso non suonare la settima dopo?
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Re Cremisi - Agosto 04, 2015, 10:10:25 pm
Quindi, se voglio, dopo una settima posso non suonare la settima dopo?

No no io stavo scherzando sul fatto che Maria ha scritto erroneamente "accordo di settimana" invece che "di settima", probabilmente a causa di un correttore automatico troppo zelante  :)
Tu le note scritte nello studio le devi suonare tutte, quindi se hai due accordi di settima consecutivi li devi suonare.
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Pianoth - Agosto 04, 2015, 10:13:17 pm
No samuel, devi seguire lo spartito ;D
Allora il problema del trovare i tasti purtroppo si risolve per forza con la pratica. Il motivo è che si trovano i tasti rapidamente grazie alla memoria meccanica, e a grazie alla padronanza dello strumento. Se sei un dilettante quindi per ora devi fare per forza affidamento alla memoria meccanica. L'unica cosa che puoi fare per cercare di ottimizzare un poco i tempi, è praticare esclusivamente le battute che ti creano difficoltà, senza ripetere minimamente le battute che hai già studiato. Fidati della tua memoria, non hai bisogno di ripetere quello che fai già bene, se lo lasci anche per qualche giorno non sparirà completamente dalla memoria.
C'è anche un esercizio specifico per passaggi con accordi che puoi fare: prendi non più di 2 battute che ti creano difficoltà, e suonale, ma ribattendo ogni accordo prima 10 volte, poi 9 volte, poi 8 e così via fino a che quando arrivi a 1 le tue mani dovrebbero già avere un attimo più di controllo meccanico, siccome hai suonato ogni accordo un sacco di volte.
(chiaramente, ribattendo, non importa più il solfeggio momentaneamente)
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Samuel Sedicina - Agosto 05, 2015, 12:43:15 pm
Grazie mille! Avevo già sentito della memoria meccanica, ed ora so come "attivarla"
Questo funziona anche con le note che non sono accordi?
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Pianoth - Agosto 05, 2015, 01:01:35 pm
Diciamo che questo esercizio serve quasi esclusivamente in due casi: nei passaggi di accordi, per acquisire più rapidamente confidenza con le posizioni che devono assumere le mani (memoria meccanica), e nei passaggi in cui le mani devono andare insieme, ad esempio in scale e arpeggi veloci, ma non solo. In altri casi serve a poco.
Titolo: Re:Stephen heller, op 45 n 15
Inserito da: Samuel Sedicina - Agosto 05, 2015, 07:32:08 pm
ok, grazie mille dell'aiuto, per tutti. Infatti se ci penso, grazie a voi sono riuscito a memorizzare la desta, ora devo studiare la sinistra