0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Gianluca

riprendere lo studio del pianoforte
Febbraio 19, 2020, 12:52:27 pm
Ciao a tutti, sono un nuovo utente su questo forum e cercherò di spiegare la mia storia il più sinteticamente possibile: Ho iniziato lo studio del pianoforte all’età di 8 anni come privatista, nel corso degli anni ho conseguito gli esami Teoria e Solfeggio, 5° di pianoforte (compimento inferiore) Storia della Musica, Armonia Complementare e 8° di pianoforte (compimento medio) e per una disgrazia famigliare all’età di 23 anni ho dovuto smettere vendendo pure il mio pianoforte (TANTISSIMO DISPIACERE!!!!)Ora all’età di 46 anni mi sarebbe piaciuto riprendere certo senza pretendere di finire gli studi data l’età e il lavoro che attualmente sono occupato, orami sono 23 anni che non ho toccato più un pianoforte e per puro caso mi sono trovato ora in casa di amici e mettendo le mani sulla tastiera mi sono SBALORDITO!!! Le mie mani e il mio cervello meccanicamente ricordavano ancora tanti passaggi di una sonata di Beethoven che avevo portato all’esame dell’8° ma purtroppo con tristezza non avevo più quell’elasticità di allora e in più la rigidità dei polsi. Vi chiedo un vostro consiglio: da dove posso ripartire per riprendere l’allenamento? Potrò mai riprendere l’elasticità nelle mani come prima?[/font]
Grazie [/font]
Gianluca[/font]

giuly

Re:riprendere lo studio del pianoforte
Febbraio 19, 2020, 02:20:19 pm
Ciao, ti rispondo perchè sto passando la tua stessa esperienza, anche se io non ero arrivata all'esame di 8°.
Ho studiato pianoforte dai 13 ai 18/19 anni, superando gli esami complementari e l'esame di 5°. Poi l'università fuori sede e il piano non si sposta, il lavoro un po' all'estero e poi qui, poi la famiglia, la nuova casa piccolina dove il piano non ci stava, i figli piccoli, mi hanno fatto vendere il piano. Ora di anni ne ho 47 e i figli stanno cominciando a diventare autonomi e io ho ricomprato un pianoforte acustico entry level usato subito dopo Natale e ho ricominciato.... dall'inizio!
Ho davvero rifatto il Beyer e il Cesi Marciano 1 in pochissimo tempo e le mani stanno riprendendo e andando avanti, anche se mano a mano più lentamente. Se ristudio pezzi che avevo già fatto, in pochi giorni li riprendo. Se studio un pezzo nuovo, invece è più difficile. E' come se le mani si ricordassero i vecchi studi... Non penso di riuscire ad arrivare a come suonavo un tempo così da sola, ma quando vedrò che mi fermo nei progressi, allora prenderò un maestro.
Ti assicuro che ogni volta che apro un libro e leggo le date che segnava il mio ex maestro (1987-1988....) e ora vedo che in quel pezzo le dita si incriccano un po' di tristezza mi viene... ma già adesso rispetto a quando ho iniziato c'è un abisso, per cui sono fiduciosa.


Tu sei arrivato più avanti di me, quindi magari non hai necessità di riniziare proprio dall'inizio... ma anche se lo fai, soprattutto con la tecnica, vedrai da solo progressi veloci. Iniziare dopo, onestamente, la vedo dura per polso e dita perchè col cervello sei avanti, ma loro si incriccano... scioglile un po' con esercizi che ti sembrano stupidi o sonatine facili per qualche settimana e poi buttati su qualcosa di più complesso e vedi come va.
Ma come prima cosa devi riprendere un pianoforte....

*

DaniDani

Re:riprendere lo studio del pianoforte
Aprile 24, 2020, 08:44:59 pm
Ciao, mi sembra di leggere la mia storia....uguale. Esame 5° anno fatto, + storia della musica e armonia....ora dopo 33 anni ho ripreso a studiare bene (da circa 2 mesi).
Proprio in questi giorni ho preso in mano il programma d'esame dell'8° anno e mi sono informata al Conservatorio se potrei fare l'esame direttamente senza fare qualcosa di "integrativo".... Mi hanno risposto di sì....Basta studiare!!!!
Quando suono i pezzi che facevo all'epoca (avevo preparato circa l'80% dell'esame), le dita quasi vanno da sole....ricordo i movimenti.
Ogni tanto si "ingrippano"  ;D , ma col tempo spero di migliorare (anche la velocità di lettura).
A settembre/ottobre (virus permettendo), voglio ritornare alla mia vecchia scuola (la mia ex insegnante è ancora lì, pensa) e darò il massimo per riuscire nel mio intento.
In famiglia sono tutti contenti e spero che il mio entusiasmo non si smorzi a causa delle sicure difficoltà che incontrerò!!!! Auguro di continuare anche a te questa bellissima avventura!!!
Ciao
Daniela

*

Alessio1949

Re:riprendere lo studio del pianoforte
Maggio 23, 2020, 01:37:18 pm
Buongiorno
Anche io mi trovo piu’ o meno nella vostra situazione, ovvero avevo iniziato tantissimi anni fa (autodidatta e qualche lezione) e poi interrotto. Adesso che sono da pochissimo in pensione (ho 71 anni) mi e’ venuta la voglia di riprendere avendo piu’ tempo a disposizione (in pratica ho ripreso da circa  un mese vedendo anche delle “lezioni” su youtube); pero’ nella “foga” di voler accelerare i tempi non vorrei mettere troppa carne al fuoco e quindi alla fine risultare controproducente.
Mi spiego meglio: normalmente faccio un po’ di esercizi (faccio e’ parola grossa meglio dire cerco di studiare )  tipo tutte le scale, un po’ di Hanon, un po’ di arpeggi 
Dopo questo “riscaldamento” passo a studiare un po’ di brani (soprattutto musica leggera melodica e qualcosetta di classico).
Il parere che vorrei chiedervi e’ se e’ meglio studiare un brano alla volta (concentrarsi su quello finche’ non si sa in modo decente) oppure se si possono studiare anche piu’ brani contemporaneamente (es. oggi brano A, domani brano B, dopodomani brano C)   come in realta’ sto facendo (ancora non ne ho portato a termine nessuno),  che pero’ adesso mi fa venire dubbi sulla validita’ di tale procedura.
Grazie mille e buona giornata
Alessio

giuly

Re:riprendere lo studio del pianoforte
Giugno 04, 2020, 01:45:18 pm
Prendi in mano un brano e concentrati su questo. Quando lo hai quasi completamente fatto tuo, iniziane un altro continuando a tenere sotto il primo. Se non ne porti a termine nemmeno uno, ho paura che ti deprimerai in fretta.

*

Alessio1949

Re:riprendere lo studio del pianoforte
Giugno 10, 2020, 08:51:43 am
Grazie Giuly