0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Dan Piano

Principiante e infiammazioni
Dicembre 17, 2021, 03:39:02 pm
Ciao a tutti, sono nuovo, e spero di aver preso la giusta sezione.
Un leggero riassunto. Ho comprato una tastiera elettrica a 88 tasti poco meno di un anno fa. Avevo 2 coinquilini che studiavano pianoforte, e ho deciso di iniziare a studiare con loro. Durante il primo mese ho lavorato sulle scale, sul beyer, arrivando circa al 30° esercizio, e ho studiato Gymnopédie n.1 di Erik Satie fino alla fine. A fine mese avevo dolori al polso sinistro così forti da dover smettere. Un mese fa circa, volendo riprendere Gymnopédie, mi ci sono rimesso un'oretta, e mi è tornato il dolore. Ho così deciso (anche se era già in piano) di prendere lezioni con un insegnate. Ho iniziato da poco più di una settimane rifacendo scale, i primi due esercizi dell'Hanon, il 46 del Beyer, sto riprendendo Gymnopedie n.1, e basta. durante questi giorni ho suonato massimo 25 minuti al giorno, in maniera lenta, e facendo attenzione alla postura, per non sollecitare troppo. Comunque ho avuto dolori a tutto il braccio sinistro, dalla mano (polso, tunnel carpale, lati delle dita), avambraccio, gomito, bicipite, spalla. Ora stanno passando i dolori a braccio, spalla, e avambraccio, ma i dolori a dita e tunnel carpale rimangono, anzi, sembrano aumentare. Da ieri ho iniziato a mettere una pomata antinfiammatoria piuttosto forte. La mia insegnate dice che è i miei dolori sono strani per le cose che faccio, contando che le sembra che la mia postura, a parte piccolezze, è buona. il tutto solo al braccio sinistro.


Ho paura di dover smettere, o che magari io non sia adatto per suonare il piano, cosa che mi sembra strana, alla fine ho arrrampicato per anni, sollecitando le dita, e a parte qualche epiconidlite saltuaria non ho mai avuto grossi problemi di tendini. Non ho voglia di rifermarmi un'altra volta per mesi per ricominciare ancora una volta. Se foste me, come vi muovereste? quante sono le possibilità che effettivamente io non sia adatto al piano?


grazie, e scusate per l'ansia, vorrei veramente tanto poter suonare il piano, e questa situazione è molto demoralizzante

*

sergiomusicale

Re:Principiante e infiammazioni
Dicembre 17, 2021, 05:04:41 pm
Premessa: non sono un esperto, le mie sono solo esternazioni dovute all'esperienza personale, non ho esperienze di lezioni fatte da maestri. Chiarito questo mi sento di dirti alcune cose che forse ti spiazzeranno un pò...... visto come è andata e lo stato attuale di dolore percepito io cambierei totalmente impostazione. Siediti al pianoforte nella maniera più libera e naturale che senti, evita ogni tipo di "esercizio", inizia un percorso di tipo teorico/pratico orientato alle armonie jazz... tradotto vai ad orecchio e comincia a studiarti accordi semplici su melodie inventate, tanto per orientare l'udito e la sensibilità, affiancando concetti quali gli intervalli etc... Ci sono in internet svariate possibilità di ascolto di lezioni in merito, nel caso ne parliamo successivamente, ma l'importante è che tu non cerchi mai di ottenere dal tuo corpo qualcosa, ma che tu assecondi il suo volere. Prova una settimanetta questa tecnica e poi risentiamoci  ;)

*

Pianoth

Re:Principiante e infiammazioni
Dicembre 17, 2021, 06:28:07 pm
Problemi al polso nella maggior parte dei casi vengono a causa di un cattivo allineamento tra la mano e l'avambraccio, ossia hai molto probabilmente il polso troppo basso. Diversi studi attestano che il polso che si allontana troppo dalla gamma media di movimento ottimale è una causa significativa di infortuni, compresa la sindrome del tunnel carpale: la pressione del tunnel carpale aumenta con appena 15 gradi di variazione dalla posizione neutra.
Correggere problemi da soli, senza una supervisione esperta, purtroppo non è semplice, spesso non ci si rende conto di stare compiendo movimenti pericolosi mentre si suona, e anche pianisti/insegnanti molto bravi non sono necessariamente adeguatamente informati in merito. La maggior parte degli infortuni sono connessi a 4 cause, da sole o in combinazione tra di loro:
  • Co-contrazione muscolare, ossia l'azione simultanea di due gruppi muscolari antagonisti;
  • Posizioni scomode, ossia qualsiasi parte del corpo che raggiunge o si avvicina troppo al limite estremo del movimento;
  • Attività muscolare statica, ossia irrigidimento di qualsiasi parte del corpo, il che non consente la libera circolazione del sangue;
  • Forza applicata eccessiva.
Per ulteriori informazioni, se conosci l'inglese, puoi leggere questa pubblicazione di Brenda Wristen. Brenda Wristen è nota anche per un libro molto utile per pianisti con mani piccole, sempre in inglese, che si chiama Adaptive Strategies For Small-Handed Pianists.
Altre letture utili che ti consiglio:
Tiet Kitty - La tendinite agli arti superiori del pianista: prevenirla, riconoscerla, curarla.
Maria Lucia Costa - Il corpo è musica. La coordinazione motoria nella performance pianistica e nella quotidianità
Thomas Mark - What Every Pianist Needs to Know about the Body (lingua inglese)


Detto ciò, attento ad informarti da video su youtube. Pianosolo ha prodotto vari video di "biomeccanica pianistica", e anche Fausto Bongelli ha video apparentemente approfonditi sulla tecnica pianistica, ma trattano di biomeccanica classica, superata scientificamente, e si tratta di una strada piuttosto pericolosa da intraprendere da soli. Tra i pochi video in italiano che parlano di tecnica pianistica, che reputo accettabili, ci sono quelli di Roberto Prosseda, ma purtroppo non sono realmente sufficienti per avere un quadro completo sulla tecnica pianistica.
Ultima modifica: Dicembre 17, 2021, 06:36:48 pm da Pianoth

Dan Piano

Re:Principiante e infiammazioni
Dicembre 19, 2021, 11:09:03 am
Grazie per le risposte.
Ho trovato sopratutto l'articolo di Brenda Wristen molto illuminante. Penso ne farò ampio uso durante il mio percorso di studio. Certo correggermi da solo non è proprio il massimo. Ho preso degli appunti dall'articolo, che sto cercando di seguire, ma comunque ne parlerò con la mia insegnante la prossima lezione, per avere un riscontro da qualcuno che ne sa molto più di me. Capire cosa c'è scritto è una cosa, ma poi impostarsi di conseguenza è un'altra. Mi sorprende comunque come nessuna delle persone a cui chiesi consiglio un anno fa, benché studenti del conservatorio, ha saputo dirmi nulla al riguardo, se non, tieni il polso in linea con l'avambraccio, arcua un pò le dita, e rilassa i muscoli, che va bene, però mi sembra strano. Credo che prima o tardi, quasi tutti i pianisti abbiano avuto problemi di qualche genere, e mi chiedo come li abbiano risolti oltre che con l'attesa. Io ad esempio ho capito con l'articolo e con i video di Prosseda l'importanza del corpo, del braccio, dell'avambraccio, nello scarico del peso attraverso le dita. I movimenti che uno vede sempre fare ai pianisti non servono solo ad avere un suono migliore, ma anche ad evitare infortuni, ed in più modi, almeno da quello che ho capito, e che nessuno ne parli quando si parla di infortuni mi sembra veramente strano, come se non ci sia consapevolezza al riguardo. Ma forse io ci faccio più attenzione perché sono un principiante. Comunque veramente grazie, è stato molto utile.