Il cuore di Pianosolo > Tecnica

Playing Love - Ennio Morricone

(1/1)

PianoR:
Bellissimo brano:
https://www.youtube.com/watch?v=DTogQjE9d1w&list=RDDTogQjE9d1w&start_radio=1&ab_channel=JazzTranscriptions


Ma alcuni spartiti davvero mi risultano incomprensibili.
Tralasciando le prime battute e andando direttamente alla n. 17 (min. 00:15) non comprendo come alla chiave di basso si possa tenere la semibreve (RE) per tutta la battuta. Infatti, non si può arrivare a suonare con la sinistra l'ultima semiminima (LA).
Questo è un problema che si ripresenta (anche con maggiore rilevanza) in diverse battute a seguire.
Mi viene da pensare che tali note semibrevi vadano "tenute" per il tempo che si riesce a farlo (quindi non per l'intera battuta) e rilasciarle affidandosi al pedale di risonanza.

guc:
Non riesco a vedere lo spartito che hai linkato.
Ma tieni presente che questo brano (come tanti altri di Morricone e non solo) sono composti pensando ad un'orchestra. Quindi più strumenti suonano le linee melodiche che nello spartito per piano sono condensate in un unico strumento.
Come hai scritto tu l'unica cosa da fare è tenere la nota il più possibile e poi usare il pedale per farla risuonare.

PianoR:
Ciao,
Strano che il link che ho postato sia irraggiungibile. Io riesco ad aprirlo.


Comunque:
https://www.google.com/imgres?imgurl=https%3A%2F%2Fi.ytimg.com%2Fvi%2FDTogQjE9d1w%2Fmaxresdefault.jpg&imgrefurl=https%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3DDTogQjE9d1w&tbnid=s6Y7HD8acyPFgM&vet=12ahUKEwiDhYeZkavyAhWHOuwKHS_nB8YQMygAegUIARCzAQ..i&docid=ohIQKmtR8RkpcM&w=1280&h=720&q=playing%20love&ved=2ahUKEwiDhYeZkavyAhWHOuwKHS_nB8YQMygAegUIARCzAQ


Qui dovrebbero essere visibili le battute successive alla 17. 
Ad esempio, alla battuta 20 (in chiave di basso) non si può tenere la semibreve (DO#) per tutta la durata della battuta dovendo suonare le note successive. Anche volendo utilizzare la mano destra, quell'ultima croma (MI) non può essere suonata assieme al SOL in chiave di violino. Servirebbero tre mani  ;D  (forse solo Michelangeli con quelle "manone benedette" e concepite dal buon Dio appositamente per suonare il pianoforte ci sarebbe riuscito).


Sarà come dici. Lo spartito non è solo per pianoforte e bisogna affidarsi al pedale (anche se non viene data alcuna indicazione).

guc:
Ti confermo che lo puoi gestire tranquillamente col pedale.
E ti ripeto che è un brano nato per orchestra come per altro si sente nella colonna sonora del film.


Non so quante volte l'ho visto e penso che ogni pianista lo debba vedere.
Davvero bello!

Navigazione

[0] Indice dei post

Vai alla versione completa