0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Massimiliano1

  • Visitatore
ottave in velocità
Febbraio 23, 2012, 12:46:51 pm
E' da una settimana che sono bloccato alla scaletta di ottave dello studio di chopin, non riesco proprio a superare i 120 di croma...consigli? anche procedendo gradualmente non ho ottenuto miglioramenti. La mano rimane sempre molleggiata? o questa volta sta rigida? quando la fate tenete d'occhio una mano come riferimento o le controllate entrambe?

berebè

Re:ottave in velocità
Febbraio 23, 2012, 04:54:03 pm
scusa, ma quale studio è? :-\
consiglio comunque di studiarla passo a passo: cioè, prendi le prime due ottave e cerchi di velocizzare il più possibile il passaggio da una all'altra, poi aggiungi la terza eccetera. cura molto il gesto, cerca di non sprecare energie inutilmente :)

*

Paride

  • Intenditore
  • Mostra profilo
  • **
  • 235
  • la musica è poesia, eleva e arricchisce lo spirito
Re:ottave in velocità
Febbraio 23, 2012, 06:44:20 pm
Caro Horowitz alle prime armi,
vedo che il lupo perde il pelo ma non il vizio........ :P
«Per aspera sic itur ad astra» (Seneca, Hercules furens, atto II, v.437)

Massimiliano1

  • Visitatore
Re:ottave in velocità
Febbraio 23, 2012, 11:11:06 pm
scusa, ma quale studio è? :-\
consiglio comunque di studiarla passo a passo: cioè, prendi le prime due ottave e cerchi di velocizzare il più possibile il passaggio da una all'altra, poi aggiungi la terza eccetera. cura molto il gesto, cerca di non sprecare energie inutilmente :)

Il numero 5
Ma la mano è rilassata o rigida? sfrutto il rimbalzo della mano su ogni ottava (però poi il movimento diventa troppo ampio) oppure tengo la mano in tensione e uso solo la forza dell'avambraccio per colpire i tasti?
Comunque proverò a fare come dici aggiungendoli uno per uno. Ciao

*

Carm

Re:ottave in velocità
Febbraio 24, 2012, 12:37:04 am
Ma tu seriamente riesci a suonarlo? Anche solo l'inizio?
"L'arte musicale è godimento sublime per chi l'ascolta, e al tempo stesso, tormento perenne per chi la produce"

*

Max Forte

Re:ottave in velocità
Febbraio 24, 2012, 12:48:00 am
Il numero 5
Sicuro? Il numero 5 dell'opera 10 è questo:
http://www.youtube.com/watch?v=gqHL2nvWs2U

e se ci togliamo la terzultima battuta (che persino Pollini è costretto a rallentare da quanto è "impossibile" da suonare a tempo), l'ultimo problema di questo studio sono le ottave. Sì, a tratti ci sono nella mano sinistra, ma solo come "bassi", di scale non ne vedo. 

poi c'è il 5 dell'opera 25, ovvero:
http://www.youtube.com/watch?v=NkdgFfKIWbA

E' uno studio di difficoltà mostruosa, ma ancora una volta non vedo scale di ottave.

Ma la mano è rilassata o rigida?
A me hanno insegnato di non irrigidire mai. Eventualmente "mano molto ferma" con polso rilassato, che lavora in scioltezza. Di più non saprei dirti.

Re:ottave in velocità
Febbraio 24, 2012, 02:55:05 am
...ma guarda , se arrivi in modo dignitoso fino a quella scala di ottave, anche se la fai rall. non ti dice niente nessuno...( fine della parte seria ;) )

 ...ma ti dirò di più, se suoni perfettamente tutto lo studio e quando arriva la scaletta di ottave ( che alla fine è la penultima misura ) non la suoni, ti alzi e con fare beffardo fai il gesto dell'ombrello a tutta la platea, la standing ovation te la becchi comunque ;)

Desaparecidos

  • Visitatore
Re:ottave in velocità
Febbraio 24, 2012, 10:02:28 am
Il numero 5
Ma la mano è rilassata o rigida? sfrutto il rimbalzo della mano su ogni ottava (però poi il movimento diventa troppo ampio) oppure tengo la mano in tensione e uso solo la forza dell'avambraccio per colpire i tasti?
Comunque proverò a fare come dici aggiungendoli uno per uno. Ciao
Cortot nella sua edizione scrive di suonarle (quelle ottave) con 1-5, io se fossi in te le proverei anche con 1-4 visto che sono sui tasti neri (io lo preferisco)...comunque queste scale di 11 ottave non sono impossibili tutt'altro.
Per riuscire a suonare bene questo studio bisogna avere una gran forza e precisione nelle dita poiché la mano DEVE quasi sempre restare ferma e sono le dita a muoversi.
Adesso, dubito che un principiante riesca a suonare bene questo studio dopo solo 2 anni.... Forse lo stai studiando male usando troppo le braccia e le mani al posto delle dita, oppure hai nelle dita una forza e indipendenza innata tipo Richter o Cziffra. Se è così beato te....altrimenti mi puzzano un po' le tue varie domande: suoni da 2 anni e  hai già suonato tutta la Moonlight e adesso lo studio op.10n.5; in compenso però chiedi indicazioni su nozioni elementari e basilari del solfeggio e della tecnica pianistica....e in un Topic affermi addirittura di non saper allargare le dita in volo!!!!
Ripeto: o sei il nuovo Richter o prendi lo studio del pianoforte molto,troppo alla leggera, deprimendo le persone che cercano di raggiungere buoni traguardi solo con gli anni e il duro lavoro.
Finisco qui, aggiungo solamente che esercizi sulle scale di Ottave si trovano a metà libro dell'Hanon!!!! Ma tu forse non l'hai mai aperto l'Hanon...d'altronde chi nasce imparato come te non ha bisogno di stupidi esercizi per le dita  ;D

Massimiliano1

  • Visitatore
Re:ottave in velocità
Febbraio 24, 2012, 10:15:05 am
Preferisco 1-5 ma proverò 1-4
Si, ho visto che molti pianisti la rallentano ma è troppo bello sentirle tutte di fila :D
per max: io le chiamo scale, sarebbero serie di ottave (proprio l'ultima battuta prima degli accordi finali).
ps: perché lo studio 5 dell'altra opera si chiama "note sbagliate?" cosa sviluppa?
Ultima modifica: Febbraio 24, 2012, 10:17:48 am da Principiante 85

Desaparecidos

  • Visitatore
Re:ottave in velocità
Febbraio 24, 2012, 10:25:19 am
P.s. ricordati di guardare solo i pollici nelle ottave. Se vuoi suonare il concerto di Tchaikovsky ti.consiglio di studiarle bene le ottave http://www.youtube.com/watch?v=T2svEIKd5x8

Nessun pianista rallenta in quell'ultimo passaggio dello studio 5,anzi molti accelerano! Pollini però le suona magnificamente a tempo senza né accelerare né rallentare.

Altra alternativa è suonarle con il doppio glissando d'ottava! Tamarro e difficilissimo

Massimiliano1

  • Visitatore
Re:ottave in velocità
Febbraio 24, 2012, 10:33:21 am
aaaah bellissime, è la fine del terzo movimento! allora mi applicherò di più sullo studio delle ottave

*

Max Forte

Re:ottave in velocità
Febbraio 24, 2012, 12:14:59 pm
per max: io le chiamo scale, sarebbero serie di ottave (proprio l'ultima battuta prima degli accordi finali).
Ah, allora avevo capito bene: è l'unica battuta in cui c'è una scala di ottave. In questo caso mi accodo alle osservazioni di MrPianoSolo (sia quella seria, sia quella meno seria, che ha comunque un fondo di verità  ;) )

*

Max Forte

Re:ottave in velocità
Febbraio 24, 2012, 12:21:05 pm
Nessun pianista rallenta in quell'ultimo passaggio dello studio 5,anzi molti accelerano! Pollini però le suona magnificamente a tempo senza né accelerare né rallentare.
Vuoi scherzare?  :D Confronta il tempo di quelle ottave con quello di un'altra (qualsiasi) battuta di tutto lo studio: la figurazione è identica, sono sempre terzine di sedicesimi. Rallenta eccome Pollini!  ;)

Desaparecidos

  • Visitatore
Re:ottave in velocità
Febbraio 24, 2012, 12:36:49 pm
Nessun pianista rallenta in quell'ultimo passaggio dello studio 5,anzi molti accelerano! Pollini però le suona magnificamente a tempo senza né accelerare né rallentare.
Vuoi scherzare?  :D Confronta il tempo di quelle ottave con quello di un'altra (qualsiasi) battuta di tutto lo studio: la figurazione è identica, sono sempre terzine di sedicesimi. Rallenta eccome Pollini!  ;)
È diverso....Pollini fa sentire che le ottave sono staccate

Massimiliano1

  • Visitatore
Re:ottave in velocità
Febbraio 24, 2012, 01:28:53 pm
devo far capire la distinzione delle terzine? oppure posso mettere gli accenti secondo il mio gusto?