0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Aby962

  • Principiante
  • Mostra profilo
  • *
  • 24
  • La felicità non sta nel traguardo, ma nel percorso
Come sculture scolpite nella sabbia...
Agosto 21, 2014, 12:05:56 am
Ciao a tutti,
Chiedo aiuto per un problema che ho, e spero che qualcuno di vuoi sia riuscito a risolverlo.
Non sono in grado di dire se mi appartiene da sempre, o è un "Regalo" della mia età.

Quando studio un brano (diciamo Brano A), ci dedico impegno e tempo. Quando alla fine l'ho imparato, passo al successivo (B), e così via (C....). Questo processo mi richiede tempo.
Quando ritorno sul brano (A), studiato magari un mese prima, è quasi tutto svanito ... proprio come un scultura di sabbia che il vento si porta via.

Sembra che io non riesca ad incidere in una virtuale roccia mnemonica, quanto appreso.
Non dico che mi tocca ristudiare da capo... ma sento che molte delle energie investite sono perse.

C'è qualcuno che può spiegarmi questo fenomeno? E' solo mio? Qualcun altro e' riuscito a risolverlo?

Grazie.
Alberto
Un musicista ... Vecchio!

Un musicista ... Vecchio!

luciasciacovelli

  • Visitatore
Re:Come sculture scolpite nella sabbia...
Agosto 21, 2014, 11:37:16 am
Ciao Alberto,
purtroppo pure io se non suono da molto tempo un brano sopratutto se lo imparo ad orecchio dopo quattro mesi lo dimentico completamente... e purtroppo andando avanti con l'età la memoria inizia a fare brutti scherzi, l'unica cosa che posso consigliarti per cercare di arginare il problema è di ripetere a intervalli di tempo regolare i brani già studiati per non finire di dimenticarli. Vorrei poterti aiutare di più però non è un problema che più di tanto mi tocca al momento dato che sono molto giovane. Spero ti sia stata di aiuto
Arrivederci :)

*

maria_pianista

Re:Come sculture scolpite nella sabbia...
Agosto 21, 2014, 02:59:26 pm
Non sono d'accordo.
Non è una questione di memoria legata all'età. E poi a 52 anni mica si è vecchi decrepiti incapaci di ricordare!  :D
È una questione invece di età musicale (non cronologica). La mia opinione è questa: quando un principiante impara un brano, di solito ha un po' o tanta difficoltà di lettura, quindi è molto più immediato imparare il movimento meccanico delle mani e delle braccia che le note in sé. Questo è il motivo, secondo me, per cui quando non si è studiato uno spartito dietro a un'accuratissima analisi si tende a dimenticare quando il cervello sta assimilando qualcosa di nuovo. Man mano si migliora la lettura a prima vista e più facile diventa ricordare velocemente qualcosa di già studiato. È quindi, Alberto, una questione di tempo, non di età.

luciasciacovelli

  • Visitatore
Re:Come sculture scolpite nella sabbia...
Agosto 21, 2014, 09:10:00 pm
Sicuramente più un brano lo si studia in maniera minuziosa minori sono le possibilità di dimenticare...

*

Paola

Re:Come sculture scolpite nella sabbia...
Agosto 21, 2014, 09:28:01 pm
Chiunque abbandoni un brano per un po' ne dimentica qualcosa, però molto dipende da come lo si è studiato.
Quella che usiamo di solito, sbagliando aggiungo, è la memoria cinetica, quella dei movimenti delle mani, delle dita sulla tastiera, non la memoria del brano, e quindi dimentichiamo facilmente.
Se invece studiamo il brano imparandone la struttura sarà più facile riprenderlo anche dopo molto tempo.
Il professionista quando riprende il brano dopo tempo lo fa velocemente, ma solo perché lo ha studiato in maniera corretta e perché ha un'esperienza di molti anni alle spalle.

*

eligen

Re:Come sculture scolpite nella sabbia...
Agosto 30, 2014, 07:16:43 pm
Ciao Alberto, posso assicurarti che il problema non è solo tuo ma almeno anche mio ... ;D Tornato dalle ferie, dopo non avere più suonato il piano per poco più di due settimane, ho provato a risuonare a memoria alcuni pezzi che avevo studiato recentemente e ... disastro assoluto, non mi ricordavo quasi più neanche come iniziare e in altri casi mi interrompevo improvvisamente senza avere più idea di come continuare ... :'( Ho dovuto aspettare un po' per farmi passare l'arrabbiatura (ero veramente demoralizzato) ma poi li ho ripresi con lo spartito, prima a mani separate e poi unite e ... magia, davvero in poco tempo sono riuscito nuovamente a suonarli.
Come da post precedenti, non credo che l'età sia la causa principale del problema (tra l'altro siamo coetanei) ma il metodo con cui si è studiato il brano (che deve essere ben assimilato in ogni sua parte a livello strutturale). Ovviamente la capacità di lettura a prima vista aiuta moltissimo ma per me che sono ancora alle prime armi questa è ancora un'utopia ...