0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

francesco B

consigli per trillo
Maggio 14, 2012, 12:13:36 pm
Saluti a tutti.
Sto studiando la famosa fuga di Bach in re min. e ora sono arrivato ad avere 2 trilli piuttosto lunghi (sol/la), il primo con mano sx alla fine del quale lo riprende la mano destra.

Secondo Voi è possibile non eseguire il trillo e tenere solo la nota (sol in questo caso) per poi eseguirlo più avanti quando si ha ben imparato la serie di misure interessate da questi trilli?

Ciao Francesco

francesco B

Re:consigli per trillo
Maggio 19, 2012, 11:15:00 am
Tiro su.
C'è da qualche parte qualche esercizio di tecnica per studiare l'esecuzione del trillo?
Ciao.

*

Paride

  • Intenditore
  • Mostra profilo
  • **
  • 235
  • la musica è poesia, eleva e arricchisce lo spirito
Re:consigli per trillo
Maggio 19, 2012, 05:39:21 pm
Hanon parte 3a n.46
«Per aspera sic itur ad astra» (Seneca, Hercules furens, atto II, v.437)

pianomanvictor

Re:consigli per trillo
Maggio 20, 2012, 07:55:22 pm
Basta che il polso e il braccio non siano rigidi e tesi ma rilassati e cerca di tenere le due dita che suonano il trillo il più possibile attaccate alla tastiera.Così facendo non alzerai troppo le dita che altrimenti ti farebbero perdere ritmo,ti stancheresti di più e dopo pochissimo tempo ti fermeresti.Inizia lentamente e magari con qualche con qualche variante per un po' di tempo poi velocizza sempre più e poi confronta i risultati ;)

francesco B

Re:consigli per trillo
Maggio 23, 2012, 07:51:35 pm
Grazie.

Ciao.

*

Giulio

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1367
  • La musica vale più di mille parole
    • MSN Messenger - giuggio184@yahoo.it
Re:consigli per trillo
Maggio 23, 2012, 10:21:43 pm
Non ho ancora affrontato quel pezzo, ma in una invenzione a due voci, nella numero 4,  si trova un trillo fastidiosissimo con la mano sinistra.

L'ho affrontato eseguendo numerose varianti ritimiche per lo studio del trillo (swingato, lento-veloce, forte, piano ecc...).


AnimaJazz

Re:consigli per trillo
Maggio 24, 2012, 07:54:24 pm
So bene di quale trillo stai parlando, Giulio! Anche io ho dovuto affrontarlo, ahah.

Beh, diciamo che non ci sono modi assolutamente certi per avere un bruon trillo pulito e consumando la minor energia possibile... purtroppo, o per fortuna, ci vuole tempo e quindi non disperare Francesco; anzi, insisti, ogni giorno... inizia prima lento, poi ogni giorno aumenti un poco poco la velocità. Le varianti non so se consigliartele; io sinceramente non le ho mai usate! Però ti potrebbero essere d'aiuto, perché no. Ognuno ha il suo metodo :).
Però davvero; la tecnica pianistica la si forma col tempo. A volte anche lasciar perdere quel passaggio e magari ritornarci sopra dopo un pò potrebbe essere fondamentale. Io personalmente ho notato che passaggi che prima non mi riuscivano, dopo una pausa di alcuni giorni, settimane o addirittura mesi, mi riuscivano senza nemmeno pensarci, senza sforzo. E' così: è la mente che deve assimilare i movimenti; la tecnica risiede nel cervello!

E aggiungerei: la tecnica risiede nel cervello...ma la musica nel cuore :)

*

Lorenzo221

Re:consigli per trillo
Giugno 27, 2012, 11:11:17 am
Non ho ancora affrontato quel pezzo, ma in una invenzione a due voci, nella numero 4,  si trova un trillo fastidiosissimo con la mano sinistra.

L'ho affrontato eseguendo numerose varianti ritimiche per lo studio del trillo (swingato, lento-veloce, forte, piano ecc...).

Povero me, anch'io stesso pezzo stesso problema, il trillo con la mano sinistra, è terribilmente impossibile.
L'ho provato in tutti i modi, lento, veloce, forte, piano, e ancora non mi viene in velocità.
Dopo il silenzio, ciò che più si avvicina a esprimere l’ineffabile è la musica.
E. Jabès