0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

DarkKnight

  • Professionista
  • Mostra profilo
  • ***
  • 496
  • con il suono delle dita si combatte una battaglia
Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 02, 2013, 11:38:15 am
Credo che quella che definisci tecnica di base più che sul beyer si trova meglio sviluppata sul Trombone (maledetta la volta che lo ho interrotto- penso che lo riprenderò in mano), quanto all'appendice del Beyer viene considerata dai più poco o per nulla utile.

si quella del trombone e ancora meglio qualla del pozzoli "tecnica giornaliera"
guarda io il bayer l'ho comprato e non l'ho mai usato, quindi immagina che considerazione ne ho :)


DarkKnight

  • Professionista
  • Mostra profilo
  • ***
  • 496
  • con il suono delle dita si combatte una battaglia
Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 02, 2013, 11:43:37 am
Ciao DarkKnight, le scale le ho fatte (+ o -), è che non mi sento ancora molto ferrato sulle alterazioni in chiave, ho studiato anche il circolo delle quinte ma purtroppo faccio ancora un po' di confusione, migliorerò!

Ragtime...Scott Joplin...nel mio caso Weeping Willow, allora, ho finito tutte le quattro parti della composizione, è difficile (x me), la sinistra salta molto di ottava in ottava, la destra è un po' più facile (se escludiamo il tempo sincopato), devo dire che alcune parti le so a memoria (e questo aiuta parecchio parecchio) ma altre parti proprio non mi vengono bene soprattutto gli accordi con la destra in alcuni punti.

Credo (credo!) che suonandola più lenta, diciamo a 80 di metronomo alla croma esce con non molti errori, proverò a fare una registrazione prossimamente ma adesso si fa dura poichè giovedì riprendo le lezioni con la maestra e quindi non ho più tanto tempo (del poco che ho a disposizione) per dilettarmi in altri generi, si vedrà...

la devi fare lenta, e con la destra devi memorizzare i movimenti e gli accordi, beh quelli verrano piano piano.
per quanto riguarda le scale; sbagli a pensare alle diverse scale come una scala di do con alterazioni. se le inizi a pensare così ti troverai malissimo quando avrai delle alterazioni su una scala di si per esempio (se in quella scala di trovi dei b o dei #).

*

RobertoM

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 02, 2013, 11:52:23 am
Come devo quindi pensare le scale ? Suggerimenti cercasi...

DarkKnight

  • Professionista
  • Mostra profilo
  • ***
  • 496
  • con il suono delle dita si combatte una battaglia
Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 02, 2013, 12:30:37 pm
Come devo quindi pensare le scale ? Suggerimenti cercasi...

non so come spiegartelo, da come hai spiegato tu, quando fai la scala di re pensi alla scala di do con il do e il fa alterate con un # quindi se devi prendere la 3a minore tu pensi al FA
non è così, nella scala di re il il terzo grado minore è (FA#)b

non so se mi sono saputo spiegare...

fkt

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 02, 2013, 02:35:41 pm
Visto che si parla di un articolo di Jazz Italia, segnalo che esiste anche il Jazz Hanon nelle 2 versioni di Leo Alfassy e Peter Deneff.

Sul come farlo, quando farlo, etc. direi che per formulare un parere obiettivo bisognerebbe vederti all'opera al pianoforte. Male non fa, bisognerebbe vedere quanto utile per te. Comunque sia si può iniziare anche la primo giorno :)

*

Roberto S. Persi

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 02, 2013, 05:39:44 pm
Io per il momento mi sono comperato (oggi) "La tecnica giornaliera del pianista" del Pozzoli, e ho visto che attacca subito con note tenute etc. etc., cosa che già trovavo nei primi esercizi del Trombone e che invece il Beyer non cita neanche di striscio. Mi faccio un pò le ossa e poi via  anche con l'Hanon.... ma calmo calmo... 8)
Con le scale sono ancora alle maggiori e neanche tutte (però su doppia ottava, per moto diritto e contrario a due mani).
L'importante è partecipare

DarkKnight

  • Professionista
  • Mostra profilo
  • ***
  • 496
  • con il suono delle dita si combatte una battaglia
Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 02, 2013, 06:13:13 pm
Io per il momento mi sono comperato (oggi) "La tecnica giornaliera del pianista" del Pozzoli, e ho visto che attacca subito con note tenute etc. etc., cosa che già trovavo nei primi esercizi del Trombone e che invece il Beyer non cita neanche di striscio. Mi faccio un pò le ossa e poi via  anche con l'Hanon.... ma calmo calmo... 8)
Con le scale sono ancora alle maggiori e neanche tutte (però su doppia ottava, per moto diritto e contrario a due mani).

non ciai perso tempo eh? :D:D:D

*

Roberto S. Persi

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 02, 2013, 10:57:38 pm
Propio no! Il fatto è che di voi mi fido (dico sul serio).
L'importante è partecipare

*

sevy72

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 03, 2013, 01:40:42 am
Io per il momento mi sono comperato (oggi) "La tecnica giornaliera del pianista" del Pozzoli, e ho visto che attacca subito con note tenute etc. etc., cosa che già trovavo nei primi esercizi del Trombone e che invece il Beyer non cita neanche di striscio. Mi faccio un pò le ossa e poi via  anche con l'Hanon.... ma calmo calmo... 8)
Con le scale sono ancora alle maggiori e neanche tutte (però su doppia ottava, per moto diritto e contrario a due mani).

Lo presi anche io, sono arrivato a qualche pagina, poi l'ho interrotto perché mi sconsigliarono di fare i "martelletti" ( le note tenute) . Adesso lo sto riprendendo.
ibis, redibis non morieris in bello

*

RobertoM

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 03, 2013, 10:06:52 am
Scusate, il topic sta andando fuori contesto, gentilmente potreste dirmi se i miei calcoli sul trasporto di tonalità (Ottobre 02, 2013, 11:10:03 am) sono corretti ?

Grazie, ciao.

Roberto.

DarkKnight

  • Professionista
  • Mostra profilo
  • ***
  • 496
  • con il suono delle dita si combatte una battaglia
Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 03, 2013, 11:31:23 am
Propio no! Il fatto è che di voi mi fido (dico sul serio).

bravo bravo...mi dai il tuo numero di carta di credito? :D:D:D:D:D :P

DarkKnight

  • Professionista
  • Mostra profilo
  • ***
  • 496
  • con il suono delle dita si combatte una battaglia
Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 03, 2013, 11:39:31 am
Ok, ci provo...

Consideriamo l'esercizio 1 di Hanon (mano destra, i numeri indicano la diteggiatura), si parte con DO(1)-MI(2)-FA(3)-SOL(4)-LA(5)-SOL(4)-FA(3)-MI(2), siamo in DO maggiore (nessuna alterazione in chiave, giusto ?).

Se la voglio trasportare di un semitono ascendente vado a finire su DO# pertanto devo costruire la successione sulla scala di DO# maggiore, corretto ?

Ora, sfruttando il circolo delle quinte, e partendo da DO arrivo a DO# dopo 7 salti:
1 salto: SOL (fa#)
2 salto: RE  (fa#, do#)
3 salto: LA  (fa#, do#, sol#)
4 salto: MI  (fa#, do#, sol#, re#)
5 salto: SI  (fa#, do#, sol#, re#, mi#)
6 salto: FA# (fa#, do#, sol#, re#, la#, mi#)
7 salto: DO# (fa#, do#, sol#, re#, la#, mi#, si#)

pertanto la scala di DO# ha 7 alterazioni in chiave che sono: fa#, do#, sol#, re#, la#, mi#, si#

quindi il primo esercizio dell'Hanon alzato di un semitono risulterà essere: DO#(1)-MI#(2)-FA#(3)-SOL#(4)-LA#(5)-SOL#(4)-FA#(3)-MI#(2)

E' corretto ? poi posso proseguire allo stesso modo con tutte le altre tonalità (se i calcoli che ho fatto sono giusti!)

Domanda: nei salti precedenti non compaiono RE#, MI#, FA ed altre, come si fa ?

Grazie, ciao.

Roberto.

parti dal RE# e prosegui utilizzando gli stessi salti di grado che utilizzi quando parti da Do#.

il problema è che tu continui a pensare alla scala di do con le alterazioni
quando sei in Do# devi pensare in DO# è per questo che ti confondi.
Se ti viene più semplice invece di saltare di un semitono sopra o uno sotto segui il circolo delle quinte quindi passi dalla tonalità di DO -> SOL -> RE e così via.


*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 03, 2013, 01:21:16 pm
ma scusa se invece di fare tutto questo pandemonio....... alzi tutte le note di un semitono per volta hai risolto ogni problema......


in ogni caso per i tuoi dubbi.... quello che hai fatto col circolo delle quinte è corretto ma ci metti mezz'ora a fare una cosa del genere.....  in questo caso è sufficiente che tu alzi di un semitono l'intero esercizio ogni volta per passare attraverso tutte le tonalità maggiori....

re# non ti compare perchè è enarmonico a mi bemolle e re# avrebbe un bel fa doppio diesis quindi è più semplice come armatura mi bemolle mi# a fa maggiore (sempre doppi diesis) e fa avendo  un bemolle in chiave per trovarlo col circolo o scendere di una quinta giusta da do maggiore o salire di quarta giusta
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

*

Roberto S. Persi

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 03, 2013, 05:49:45 pm
Scusate, il topic sta andando fuori contesto, gentilmente potreste dirmi se i miei calcoli sul trasporto di tonalità (Ottobre 02, 2013, 11:10:03 am) sono corretti ?

Grazie, ciao.

Roberto.
Mi scuso per essere stato, almeno in parte la causa della deviazione dal contesto del topic.
Ho appena comperato "Teoria musicale" di Luigi Rossi, proprio per capire non solo meccanicamente gli elementi fondamentali di musica. Il capitolo Xlll affronta il problema che tu poni con esempi anche abbastanza chiari (li ho quasi capiti io!!!).
Non mi sembra male e ha un prezzo abbordabile,15 €.
L'importante è partecipare

Bluedress

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 04, 2013, 03:04:40 pm
Io per il momento mi sono comperato (oggi) "La tecnica giornaliera del pianista" del Pozzoli, e ho visto che attacca subito con note tenute etc. etc., cosa che già trovavo nei primi esercizi del Trombone e che invece il Beyer non cita neanche di striscio.

Bravo!  :) Al momento sono passata al libro "24 studi di facile meccanismo" del Pozzoli e nel secondo studio ci sono le note tenute che per me non sono affatto una passeggiata!  Soprattutto quando la nota tenuta è relegata alla voce di una mano sola... Mi viene spontaneo tenere la nota anche con l'altra mano.  :( E' una bella lotta insomma.
Emanuela