0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

RobertoM

Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 09:12:47 am
Ciao, scusate il titolo "pittoresco" ma quando si parla di Hanon bisogna stemperare un po' il discorso...

Ho trovato questo articolo http://www.jazzitalia.net/lezioni/piano/p2_lezione2.asp#.UkptuNIRDTo dove si parla, per l'appunto, di Hanon ed in particolare su come affrontare gli esercizi, in questo caso i primi 20 del famosissimo e contoverso metodo di studio.

Ovviamente sto facendo come scritto e, secondo la mia umilissima opinione, non è male, avrei dei dubbi da porre:
  • 2° volta: qui mi viene proprio difficile dare un colpo più accentuato con il quarto dito della mano sinistra e NON quello che si preme in quel momento con la mano destra e viceversa, cioè se premo mi escono tutti e due forti, sia destra che è sinistra; credo sia normale ma mi chiedo se non sia meglio eseguire questa variante prima esclusivamente con la mano sinistra e dopo con la destra
  • 3° volta: idem come sopra ma, stranamente, qui mi "sembra" che si riesca di più a dosare l'indipendenza del dito (o si dice della mano ?)
  • 5° volta: ma l'esercizio deve essere eseguito in questa modalità sempre con metronomo crescente ? cioè nelle precedenti varianti io imposto il metronomo ad una velocità ed inizio, anche qui è così ? Oppure non si usa il metronomo e ci si concentra sulle cadute ?
  • 6° e 7° volta: vedi sopra

Infine, a conclusione dell'articolo, viene scritto di eseguire l'esercizio "in tutte le tonalità", significa che bisogna fare l'esercizio prima come è scritto e poi in DO#, RE, RE# eccetera fino a SI ? Ma non capisco, tonalità maggiori ? minori ? mah!

Prendendo, ad esempio, il primo esercizio le note da suonare sono DO-MI-FA-SOL-LA-SOL-FA-MI-DO poi RE-FA-SOL-LA-SI-LA-SOL-FA e così via quindi abbiamo un "salto" (intervallo ?) tra il primo e secondo dito (mano destra) di due toni (giusto?) pertanto come si trasporta questo nella successiva tonalità  (DO#) ?
Devo costruire la successione basandomi sulla scala di DO# maggiore ?

Comunque mi sembra un buon metodo di apprendimento, in particolare per quanto riguarda la rilassatezza nel suonare che ritengo fondamentale.

Grazie, ciao.

Roberto.

DarkKnight

  • Professionista
  • Mostra profilo
  • ***
  • 496
  • con il suono delle dita si combatte una battaglia
Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 12:16:31 pm
Ciao, scusate il titolo "pittoresco" ma quando si parla di Hanon bisogna stemperare un po' il discorso...

Ho trovato questo articolo http://www.jazzitalia.net/lezioni/piano/p2_lezione2.asp#.UkptuNIRDTo dove si parla, per l'appunto, di Hanon ed in particolare su come affrontare gli esercizi, in questo caso i primi 20 del famosissimo e contoverso metodo di studio.

Ovviamente sto facendo come scritto e, secondo la mia umilissima opinione, non è male, avrei dei dubbi da porre:
  • 2° volta: qui mi viene proprio difficile dare un colpo più accentuato con il quarto dito della mano sinistra e NON quello che si preme in quel momento con la mano destra e viceversa, cioè se premo mi escono tutti e due forti, sia destra che è sinistra; credo sia normale ma mi chiedo se non sia meglio eseguire questa variante prima esclusivamente con la mano sinistra e dopo con la destra

l'importante è che dai l'accento sulle dita che dice


Citazione
  • 3° volta: idem come sopra ma, stranamente, qui mi "sembra" che si riesca di più a dosare l'indipendenza del dito (o si dice della mano ?)
  • 5° volta: ma l'esercizio deve essere eseguito in questa modalità sempre con metronomo crescente ? cioè nelle precedenti varianti io imposto il metronomo ad una velocità ed inizio, anche qui è così ? Oppure non si usa il metronomo e ci si concentra sulle cadute ?
  • 6° e 7° volta: vedi sopra

Infine, a conclusione dell'articolo, viene scritto di eseguire l'esercizio "in tutte le tonalità", significa che bisogna fare l'esercizio prima come è scritto e poi in DO#, RE, RE# eccetera fino a SI ? Ma non capisco, tonalità maggiori ? minori ? mah!
Dice tonalità e non modi, quindi vuol dire DO, DO#, RE, RE#, etc
Citazione
Prendendo, ad esempio, il primo esercizio le note da suonare sono DO-MI-FA-SOL-LA-SOL-FA-MI-DO poi RE-FA-SOL-LA-SI-LA-SOL-FA e così via quindi abbiamo un "salto" (intervallo ?) tra il primo e secondo dito (mano destra) di due toni (giusto?) pertanto come si trasporta questo nella successiva tonalità  (DO#) ?
Devo costruire la successione basandomi sulla scala di DO# maggiore ?
Parti dal DO# e segui gli intervalli come nell'esercizio, quindi si utilizzando la scala di DO# maggiore se l'esercizio è costruito su una scala maggiore

Citazione
Comunque mi sembra un buon metodo di apprendimento, in particolare per quanto riguarda la rilassatezza nel suonare che ritengo fondamentale.

Grazie, ciao.

Roberto.

*

sevy72

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 12:26:28 pm
Se usi musescore puoi scrivere l'esercizio in DO proprio come nell'hanon e poi trasportarlo nella tonalità che vuoi (lo fa lui),  stamparlo e suonarlo
ibis, redibis non morieris in bello

DarkKnight

  • Professionista
  • Mostra profilo
  • ***
  • 496
  • con il suono delle dita si combatte una battaglia
Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 01:08:41 pm
Se usi musescore puoi scrivere l'esercizio in DO proprio come nell'hanon e poi trasportarlo nella tonalità che vuoi (lo fa lui),  stamparlo e suonarlo

io ti consiglio di non usare tools che ti aiutano, fallo tu e così ti impratichisci con le diverse tonalità

*

RobertoM

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 01:48:52 pm
ok, userò Musescore solo x verifica...!!!!  ;)

*

Roberto S. Persi

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 02:36:35 pm
Una mia domanda aggiuntiva. Quando si è pronti per affrontare questi esercizi?
L'importante è partecipare

*

RobertoM

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 02:48:02 pm
Ciao, io ho iniziato l'Hanon dopo aver finito il Beyer Op. 101, credo che lo si possa incominciare anche prima però, diciamo dopo una infarinatura di base ed un po' di pratica, Hanon parte già con sedicesimi e quindi un minimo di manualità la si deve avere.

Tieni conto, ma ognuno progredisce a suo modo, che gli esercizi di Hanon (parlo dei primi 20-30) vanno eseguiti partendo da 60 per arrivare a 108 di metronomo al quarto (quindi 4 note ogni battito di metronomo), io dopo 3 anni arrivo a 80-90, direi più 80 che 90 se voglio farlo bene.

*

Roberto S. Persi

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 03:48:00 pm
Ciao, io ho iniziato l'Hanon dopo aver finito il Beyer Op. 101, credo che lo si possa incominciare anche prima però, diciamo dopo una infarinatura di base ed un po' di pratica, Hanon parte già con sedicesimi e quindi un minimo di manualità la si deve avere.

Tieni conto, ma ognuno progredisce a suo modo, che gli esercizi di Hanon (parlo dei primi 20-30) vanno eseguiti partendo da 60 per arrivare a 108 di metronomo al quarto (quindi 4 note ogni battito di metronomo), io dopo 3 anni arrivo a 80-90, direi più 80 che 90 se voglio farlo bene.

Capito! Meglio attendere ancora un pochetto (sono poco oltre la metà del Beyer), quello che mi intriga è il discorso del rilassamento e articolazione delle dita, ma tutto deve arrivare a suo tempo...
L'importante è partecipare

DarkKnight

  • Professionista
  • Mostra profilo
  • ***
  • 496
  • con il suono delle dita si combatte una battaglia
Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 06:33:16 pm
ok, userò Musescore solo x verifica...!!!!  ;)

scusa se insisto, ma non hai già fatto tutte le scale? a che ti serve verificare? cioè dovresti già sapere con sicurezza come farlo nella scala di fa# come quella in si.


DarkKnight

  • Professionista
  • Mostra profilo
  • ***
  • 496
  • con il suono delle dita si combatte una battaglia
Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 06:38:42 pm
Ciao, io ho iniziato l'Hanon dopo aver finito il Beyer Op. 101, credo che lo si possa incominciare anche prima però, diciamo dopo una infarinatura di base ed un po' di pratica, Hanon parte già con sedicesimi e quindi un minimo di manualità la si deve avere.

Tieni conto, ma ognuno progredisce a suo modo, che gli esercizi di Hanon (parlo dei primi 20-30) vanno eseguiti partendo da 60 per arrivare a 108 di metronomo al quarto (quindi 4 note ogni battito di metronomo), io dopo 3 anni arrivo a 80-90, direi più 80 che 90 se voglio farlo bene.

Capito! Meglio attendere ancora un pochetto (sono poco oltre la metà del Beyer), quello che mi intriga è il discorso del rilassamento e articolazione delle dita, ma tutto deve arrivare a suo tempo...

l'hanon lo puoi fare pure a 40 se vuoi, i primi esercizi sono esercizi di ginnastica per le dita (per questo puoi fare tutte le variazioni che vuoi) l'importate è farli ad una velocità che ti fa mantenere la scioltezza delle dita e il rilassamento di tutto il sistema dita mani etc. Io facevi gli esercizi pure con variazioni ritmiche e su tutte le tonalità ma alla fine basta farli come è indicato dal libro stesso cioè mezza tonalità sopra e mezza sotto, ci sono altri libri di tecnica che poi ti possono essere più utili che questi dell'hanon su tutte le tonalità possibili.

IMPORTANTE: non devi iniziarlo se prima non hai fatto bene la tecnica di base, per intenderci note tenute singole, impostazioni mani e cose del genere, credo che sul bayer siano i primi esercizi e poi quelli di appendice.


DarkKnight

  • Professionista
  • Mostra profilo
  • ***
  • 496
  • con il suono delle dita si combatte una battaglia
Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 06:39:06 pm
Ciao, io ho iniziato l'Hanon dopo aver finito il Beyer Op. 101, credo che lo si possa incominciare anche prima però, diciamo dopo una infarinatura di base ed un po' di pratica, Hanon parte già con sedicesimi e quindi un minimo di manualità la si deve avere.

Tieni conto, ma ognuno progredisce a suo modo, che gli esercizi di Hanon (parlo dei primi 20-30) vanno eseguiti partendo da 60 per arrivare a 108 di metronomo al quarto (quindi 4 note ogni battito di metronomo), io dopo 3 anni arrivo a 80-90, direi più 80 che 90 se voglio farlo bene.

ma invece dell'hanon, ma il ragtime com'è finita? :)

*

Roberto S. Persi

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 10:01:39 pm
Credo che quella che definisci tecnica di base più che sul beyer si trova meglio sviluppata sul Trombone (maledetta la volta che lo ho interrotto- penso che lo riprenderò in mano), quanto all'appendice del Beyer viene considerata dai più poco o per nulla utile.
L'importante è partecipare

*

RobertoM

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 01, 2013, 10:54:52 pm
Ciao DarkKnight, le scale le ho fatte (+ o -), è che non mi sento ancora molto ferrato sulle alterazioni in chiave, ho studiato anche il circolo delle quinte ma purtroppo faccio ancora un po' di confusione, migliorerò!

Ragtime...Scott Joplin...nel mio caso Weeping Willow, allora, ho finito tutte le quattro parti della composizione, è difficile (x me), la sinistra salta molto di ottava in ottava, la destra è un po' più facile (se escludiamo il tempo sincopato), devo dire che alcune parti le so a memoria (e questo aiuta parecchio parecchio) ma altre parti proprio non mi vengono bene soprattutto gli accordi con la destra in alcuni punti.

Credo (credo!) che suonandola più lenta, diciamo a 80 di metronomo alla croma esce con non molti errori, proverò a fare una registrazione prossimamente ma adesso si fa dura poichè giovedì riprendo le lezioni con la maestra e quindi non ho più tanto tempo (del poco che ho a disposizione) per dilettarmi in altri generi, si vedrà...

*

RobertoM

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 02, 2013, 11:10:03 am
Ok, ci provo...

Consideriamo l'esercizio 1 di Hanon (mano destra, i numeri indicano la diteggiatura), si parte con DO(1)-MI(2)-FA(3)-SOL(4)-LA(5)-SOL(4)-FA(3)-MI(2), siamo in DO maggiore (nessuna alterazione in chiave, giusto ?).

Se la voglio trasportare di un semitono ascendente vado a finire su DO# pertanto devo costruire la successione sulla scala di DO# maggiore, corretto ?

Ora, sfruttando il circolo delle quinte, e partendo da DO arrivo a DO# dopo 7 salti:
1 salto: SOL (fa#)
2 salto: RE  (fa#, do#)
3 salto: LA  (fa#, do#, sol#)
4 salto: MI  (fa#, do#, sol#, re#)
5 salto: SI  (fa#, do#, sol#, re#, mi#)
6 salto: FA# (fa#, do#, sol#, re#, la#, mi#)
7 salto: DO# (fa#, do#, sol#, re#, la#, mi#, si#)

pertanto la scala di DO# ha 7 alterazioni in chiave che sono: fa#, do#, sol#, re#, la#, mi#, si#

quindi il primo esercizio dell'Hanon alzato di un semitono risulterà essere: DO#(1)-MI#(2)-FA#(3)-SOL#(4)-LA#(5)-SOL#(4)-FA#(3)-MI#(2)

E' corretto ? poi posso proseguire allo stesso modo con tutte le altre tonalità (se i calcoli che ho fatto sono giusti!)

Domanda: nei salti precedenti non compaiono RE#, MI#, FA ed altre, come si fa ?

Grazie, ciao.

Roberto.


Bluedress

Re:Hanon...sette bellezze ?
Ottobre 02, 2013, 11:32:20 am
A me hanno fatto partire con l'Hanon alla prima lezione...  Non credo che si debba aspettare molto per attaccare con questi esercizi (una volta vista la corretta postura).
Emanuela