0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

yonapot

giusto o sbagliato
Giugno 29, 2010, 11:03:18 pm
Secondo voi eminenti colleghi,
(dando per scontato che uno abbia studiato almeno per un anno con un'insegnante)
occorre per forza triturarsi i maroni giornalmente su ogni tipo di esercizio fino alla noia + totale per mesi ed anni ecc.ecc.....oppure imparare divertendosi ed appassionandosi a ciò che si sta facendo,studiando  semplicemente nuovi spartiti da Bach a Beethoven,da Chopin a Tchaikowsky,poiche io ritengo che nelle partiture di questi grandi classici vi sono concentrate tutte le difficoltà tecniche possibili scale,trilli,accordi ,legature.........considerando che per imparare un pezzo nuovo le parti le si ripetono moltissime volte prima di riuscire ad eseguirle bene.
Quindi è corretto o no imparare direttamente dalle composizioni?
Naturalmento sto dando per scontato

*

gabry081

Re:giusto o sbagliato
Giugno 29, 2010, 11:53:18 pm
Ciao,credo che dopo un'anno uno si possa permettere di tralasciare (un po) gli esercizi tipo scale, arpeggi ecc.. ma a mio parere vanno "sempre"fatti a prescindere!! sono molto importanti
Perché la musica è la ragione di vita per molti.
Perché la musica ti fa girare la testa, ti fa piangere, sorridere, urlare, pensare.
Perché la musica ti fa vivere momenti stupendi e ti consola nei momenti più brutti
Per questo amo la musica,perché un giorno io vorrei fare la musica e fare emozionare

yonapot

Re:giusto o sbagliato
Giugno 30, 2010, 01:41:24 am
guarda sono 6 anni che studio e ti posso dire che ho imparato molto di + studiando così che i tre anni trascorsi con l'insegnante.
Se tu sezioni in battute un qualunque spartito di una certa difficoltà noterai che all'interno di questo troverai tutto ciò che trovi negli esercizi,con una piccola differenza non trascurabile,la voglia di superare una battuta,per poi affrontare la successiva ed un esercizio questa voglia non te la da.
A meno che uno non voglia diventare un concertista e allora.......subisce

l.golinelli

Re:giusto o sbagliato
Giugno 30, 2010, 09:40:40 am
Sono d'acccordo con yonapot: se uno vuol diventare un concertista allora deve sorbirsi milioni di studi pallosissimi... Il fatto è anche che se uno è scarso ci mette tantissimo a far qualsiasi cosa mentre se uno deve solo migliorare la velocità o altro, allora si prende un determinato esercizio, in due secondi lo sa fare e poi porta solo a velocità maggiore l'esecuzione...
Io per esempio ho imparato molto da clementi, che in fondo può ben sostituire studi di czerny, cramer o altri... Ma è ben più interessante da studiare... ;)

l.golinelli

Re:giusto o sbagliato
Giugno 30, 2010, 09:52:15 am
Dimenticavo... Se uno fa il conservatorio ovviamente è obbligato! :)

Desaparecidos

  • Visitatore
Re:giusto o sbagliato
Giugno 30, 2010, 01:27:25 pm
I primi anni DEVI fare determinati esercizi anche solo per riscaldamento poi puoi suonare quello che vuoi

*

Giulio

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1367
  • La musica vale più di mille parole
    • MSN Messenger - giuggio184@yahoo.it
Re:giusto o sbagliato
Luglio 06, 2010, 02:16:00 pm
Secondo Bollani, nell'intervista realizzata da Pianosolo http://www.pianosolo.it/2010/06/02/intervista-a-stefano-bollani/ non esiste un metodo innovativo, qualcuno si dovrebbe mettere ad un tavolino e a pensarci.
Allo stesso tempo suggerisce di fare ciò che ci piace di piu'... solo così potremmo imparare velocemente divertendoci.

Io consiglio affiancando a questo metodo, anche qualche bell'esercizio palloso... imprescindibile ;)
 

*

Riccardo

Re:giusto o sbagliato
Luglio 06, 2010, 02:23:37 pm
certo gli esercizi di tecnica si devono fare molto per imaparare  veramente a suonare perchè è vero che si trovano tutte le difficoltà già nei brani ma se uno le fa già separatamente si trova avvantaggiato e potrà presto diventare un grande pianista :) :)

*

Swing

Re:giusto o sbagliato
Luglio 06, 2010, 04:21:21 pm
Dipende da quanto uno è "Artista". Il passato ci ha fatto conoscere pianisti come Erroll Garner (se mi ricordo bene) che non sapeva nemmeno leggere il pentagramma ma era dotato di una tecnica strabiliante!
Per i comuni mortali invece l'allenamento o "trituramento di marroni" è necessario per conseguire una maggiore tecnica per poi sviluppare interpretazioni e improvvisazioni. In parole povere è inutile voler fare il Poeta se si sbagliano i congiuntivi!  ;D ;D ;D

*

marchino

Re:giusto o sbagliato
Luglio 06, 2010, 05:35:50 pm
secondo me bisognerebbe fare quegli esercizi che ci aiutano ma che sono musicali (vedi quelli fatti da christian nel suo e-book). noi dobbiamo fare musica nn annoiarci (anke se purtotroppo devo ammettere che a volte è necessario)
- Tu cosa vedi su quel pentagramma? -
- Un mucchio di note, perchè tu? -
- Io vedo luci, colori, emozioni, che sento il dovere di donare al mondo e alle persone che mi circondano. E qui sta il talento: riuscire a trasformare inchiostro in emozioni. -