0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

berebè

Re:Fantasie impromptu
Ottobre 08, 2011, 02:56:50 pm
Il pianoforte l'ho comprato una decina di anni fa a Napoli (xke prima abitavo li). Ci ho studiato per cinque anni (accordandolo periodicamente), sopra c'e scritto "Pearl River". Poi ho smesso e l'ho lasciato li per 4 anni...adesso che ho ripreso a suonare (da autodidatta, anche se mi piacerebbe tantissimo farlo seriamente con il conservatorio ma ormai e tardi :'( ) l ho portato dove abito ora (provincia di Perugia) con un camion coperto ;). Ho aspettato una ventina di giorni poi l ho accordato, in seguito c'e stato bisogno della seconda accordatura (fatta una decina di gg dopo la prima). L'accordatore ha sia accordato che sistemato un po la meccanica che nn era calibrata benissimo (dice che e normale se lo si abbandona x cosi tanto tempo) e ha detto ke per essere un pianoforte verticale ha un suono veramente ottimo, ma i cavalletti nn sono dei migliori e sembrano economici...

Per qnt riguarda me invece: io suono la mano sinistra tenendo il polso leggermente piu alzato (per non dare peso del braccio) ma se colpisco solo con la forza del dito nn sento un suono pianissimo ma normale :( e alcune note piu forti altre piu deboli applicando la stessa forza :( dovrei dirlo all' accordatore? Di rivedere un po la meccanica?
Se invece sono io, cerco di provare e riprovare ancora anke se nn si vede un briciolo di risultato fin ora :'( e appena mamdo giu quel pedale allora viene fuori il pianissimo :/ ... cmq cosa intendi per sostenere il peso con i dorsali? :/     P.s. scusa se ti faccio perdere tempo a leggere tt sta cosa ma ho cercato di essere il piu specifico possibile, e se neccessario posso allegare qlc video su come uso la mano sinistra nell'esercitarmi ;)     P.s. 2 grazie per l'attenzione ;)

l'età del pianoforte te l'ho chiesta perchè uno dei ruderi che c'è nella mia scuola ha effettivamente qualche problema nel bilanciamento della dinamica... ma il tuo pianoforte non è così vecchio. fossi in te lo farei riguardare dal tecnico, più che altro perchè hai notato delle differenze tra una nota e l'altra.

trattenere il peso coi dorsali significa "stringerli" come quando apri le braccia orizzontalmente (stile uomo di Vitruvio, per intenderci), tenendo le spalle abbassate.
praticamente, invece di sollevare solo il polso sollevi tutto il braccio e l'avambraccio a partire dalla schiena (dove stanno i muscoli più forti), in modo da utilizzare meno peso possibile.

peps88

Re:Fantasie impromptu
Ottobre 08, 2011, 08:52:40 pm
Il pianoforte l'ho comprato una decina di anni fa a Napoli (xke prima abitavo li). Ci ho studiato per cinque anni (accordandolo periodicamente), sopra c'e scritto "Pearl River". Poi ho smesso e l'ho lasciato li per 4 anni...adesso che ho ripreso a suonare (da autodidatta, anche se mi piacerebbe tantissimo farlo seriamente con il conservatorio ma ormai e tardi :'( ) l ho portato dove abito ora (provincia di Perugia) con un camion coperto ;). Ho aspettato una ventina di giorni poi l ho accordato, in seguito c'e stato bisogno della seconda accordatura (fatta una decina di gg dopo la prima). L'accordatore ha sia accordato che sistemato un po la meccanica che nn era calibrata benissimo (dice che e normale se lo si abbandona x cosi tanto tempo) e ha detto ke per essere un pianoforte verticale ha un suono veramente ottimo, ma i cavalletti nn sono dei migliori e sembrano economici...

Per qnt riguarda me invece: io suono la mano sinistra tenendo il polso leggermente piu alzato (per non dare peso del braccio) ma se colpisco solo con la forza del dito nn sento un suono pianissimo ma normale :( e alcune note piu forti altre piu deboli applicando la stessa forza :( dovrei dirlo all' accordatore? Di rivedere un po la meccanica?
Se invece sono io, cerco di provare e riprovare ancora anke se nn si vede un briciolo di risultato fin ora :'( e appena mamdo giu quel pedale allora viene fuori il pianissimo :/ ... cmq cosa intendi per sostenere il peso con i dorsali? :/     P.s. scusa se ti faccio perdere tempo a leggere tt sta cosa ma ho cercato di essere il piu specifico possibile, e se neccessario posso allegare qlc video su come uso la mano sinistra nell'esercitarmi ;)     P.s. 2 grazie per l'attenzione ;)

l'età del pianoforte te l'ho chiesta perchè uno dei ruderi che c'è nella mia scuola ha effettivamente qualche problema nel bilanciamento della dinamica... ma il tuo pianoforte non è così vecchio. fossi in te lo farei riguardare dal tecnico, più che altro perchè hai notato delle differenze tra una nota e l'altra.

trattenere il peso coi dorsali significa "stringerli" come quando apri le braccia orizzontalmente (stile uomo di Vitruvio, per intenderci), tenendo le spalle abbassate.
praticamente, invece di sollevare solo il polso sollevi tutto il braccio e l'avambraccio a partire dalla schiena (dove stanno i muscoli più forti), in modo da utilizzare meno peso possibile.

Finalmente :D mi sono esercitato gg come hai detto, e finalmente sono riuscito a suonare (molto molto molto molto lento) il pianissimo :) :) finalmente ho sentito le note sottovoce (meglio anche di quando suonavo col pedale abbassato) :) ma la riguardatina dal tecnico la devo far fare :/ alcune note ecccome si inceppassero rispetto alle altre :/
Incredibile come il peso influisca cosi tanto sul suono che viene fuori, con il peso del braccio anke sforzandoti al massimo e cercando di fare il piu piano possibbile nn riesce il suono piano...
Cmq pensi che mi ci vorra molto tempo per farlo in velocita qsto pianissimo? per ora suono una nota ogni battito del metronomo impostato a 40 :/

berebè

Re:Fantasie impromptu
Ottobre 09, 2011, 11:12:43 am
che bello! :) :) :)
accelera per gradi, tipo una-due tacchette di metronomo alla volta, cercando di mantenere lo stesso suono... quanto tempo ci metterai dipende da quanto impari veloce :) in ogni caso datti almeno due-tre settimane di tempo (se suoni tutti i giorni, altrimenti di più).

altro consiglio: quando arrivi a ottavo=120, passa a quarto=60 e riprendi da lì. praticamente, al posto che suonare una nota per ogni battito ne suoni due, però alla stessa velocità (è il battito ad essere più lento). poi, quando sarai a quarto=120 passa a mezzo=60.
lo scopo è diminuire il numero di accenti che percepisci, in modo da rendere più fluida la musica (e incepparti meno in velocità).

peps88

Re:Fantasie impromptu
Ottobre 09, 2011, 11:37:25 am
che bello! :) :) :)
accelera per gradi, tipo una-due tacchette di metronomo alla volta, cercando di mantenere lo stesso suono... quanto tempo ci metterai dipende da quanto impari veloce :) in ogni caso datti almeno due-tre settimane di tempo (se suoni tutti i giorni, altrimenti di più).

altro consiglio: quando arrivi a ottavo=120, passa a quarto=60 e riprendi da lì. praticamente, al posto che suonare una nota per ogni battito ne suoni due, però alla stessa velocità (è il battito ad essere più lento). poi, quando sarai a quarto=120 passa a mezzo=60.
lo scopo è diminuire il numero di accenti che percepisci, in modo da rendere più fluida la musica (e incepparti meno in velocità).

Ok ;) grazie dei consigli :) li metterò subito in pratica e poi ti farò sapere ;)