0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

*

ferry

edizioni originali chopin
Marzo 20, 2012, 09:02:22 am
io sapevo Paderewsky ma recentemente ho letto che sono della Urtext

Chiedo questo non tanto per andare alla ricerca di preziosismi ma in seguito all'aver letto un articolo in rete riguardante il Valzer op 69 n. 2, dove era scritto che l'autore lo suonava senza le note doppie (quando passa in si magg) secondo appunto l'edizione originale Urtext. Christian in un suo video lo suona con le note doppie, vari spartiti visti in giro riportano sempre le note doppie, quindi mi pare strano. Pero' se l'originale dice senza senza note doppie sia benedetto l'originale, un casino in meno. Grazie


non stare lý a fare tanti esercizi, perdi solo tempo, suona direttamente il pezzo !!

*

Fatal Frame

Re:edizioni originali chopin
Marzo 20, 2012, 12:20:51 pm
Mi sa, che le note doppie siano giÓ un agevolazione.E' questo che cercavi?:
      http://imslp.org/images/5/59/TN-FChopin_Waltzes%2C_Op.69_BH13.jpg
Come noterai, Ŕ composto sia di doppie che di triple note. Suppongo sia l'originale e se vai qui,ce ne sono parecchi:
      http://imslp.org/wiki/Category:Chopin,_Fr%C3%A9d%C3%A9ric
Lo stolto cerca la felicitÓ lontano, il saggio la coltiva sotto i propri piedi.
                        

                  

berebŔ

Re:edizioni originali chopin
Marzo 20, 2012, 06:29:46 pm
Allora, Urtext non Ŕ una casa editrice, ma l'indicazione che la versione proposta cerca di avvicinarsi il pi¨ possibile all'originale; ci sono varie case editrici che pubblicano Urtext.
Si tratta quindi di un'edizione critica comparata tra l'autografo (se ci Ŕ giunto), eventuali brutte copie (se ci sono giunte), la prima edizione, eventuali edizioni riviste dall'autore eccetera.
Ora, Chopin Ŕ un grosso problema per le edizioni Urtext, perchŔ era un perfezionista e lui stesso scriveva tante varianti dello stesso brano, modificando di volta in volta gli spartiti che si trovava sottomano. Per questo non esiste un'unica versione originale, ma tante versioni con dedelle variazioni pi¨ o meno importanti.
L'edizione che ha per curatore Paderewsky Ŕ quella ufficiale dell'Istituto Chopin polacco, ed Ŕ quindi ritenuta la pi¨ attendibile. Questa edizione propone due versioni del valzer op69 n2, provenienti da fonti diverse. Su IMSLP le trovi entrambe nello stesso file http://imslp.eu/linkhandler.php?path=/imglnks/euimg/2/29/IMSLP102307-PMLP02374-Chopin_Werke_Paderewski_09_Walzer_239_09-10_Op_69_filter.pdf
ciao!

*

ferry

Re:edizioni originali chopin
Marzo 20, 2012, 10:02:46 pm
grazie a tutti per le spiegazioni
l'articolo che avevo letto comuqnue era questo
 
http://www.dentrounpianoforte.it/?p=285

avevo giÓ letto che Chopin suonava spesso in modo diverso, anche a seconda da come si sentiva, questo risulta anche da quanto riporta Liszt nella sua "vita di Chopin". Anche Michelangeli suona il Vlazer 69/1 con abbellimenti e robette varie che non ho mai trovato negli spartiti
non stare lý a fare tanti esercizi, perdi solo tempo, suona direttamente il pezzo !!

*

Fatal Frame

Re:edizioni originali chopin
Marzo 20, 2012, 11:02:03 pm
In un altro topic, si parla di interpretazione, ma mentre di lÓ parliamo,qui troviamo la spiegazione che si cerca.
Lo stolto cerca la felicitÓ lontano, il saggio la coltiva sotto i propri piedi.