0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

forsepianista

E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 22, 2015, 12:36:59 am
Vi spiego, ho iniziato da una settimana circa a suonare il piano, mi sto esercitando con i primi esercizi del Beyer ma sono pezzi veramente noiosi... mi scoccio a farli... mi piacerebbe suonare un brano di quelli "potenti" , passatemi il termine   ;D

mi piacerebbe sentir uscire vera musica dal mio piano, non 4 note buttate lì a cazzo senza neanche un misero accordo... capisco che non posso costruire una casa partendo dal soffitto però boh considerando che sarò sempre un signor nessuno, se iniziassi subito dai brani più difficili, che più mi piacciono? Invece che seguire il Beyer o robe così, noiose?

Grazie

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 22, 2015, 12:56:29 am
Primo il beyer contiene esercizi non pezzi... Se vuoi partire da Liszt o Rachmaninov o Beethoven o Chopin o Schumann la decisione è tua ma rischi di demoralizzati ben di più che fare quei pezzi "noiosi"... Decidi tu
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

*

sergiomusicale

Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 22, 2015, 07:21:51 am
segui le tue inclinazioni... sempre!!! vuoi cimentarti un un pezzo "tosto" ?   fallo!!! non importa a cosa arrivi e come ci arrivi, quanto tempo ci impieghi, basta che ti dia soddisfazione, se poi però non ti viene non devi mollare, devi solo prendere coscienza che non ci si improvvisa pianisti... quindi (come dice antares) non demoralizzarti ... uomo avvisato mezzo salvato  ;)

*

eds

Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 22, 2015, 08:02:23 am
Ciao forsepianista, come ti vengono gli esercizi del Beyer?
Da quel che dici ho la sensazione che, come me, tu stia facendo da solo, senza maestro.

Hai già visto il percorso di studi proposto sul sito di pianosolo? http://www.pianosolo.it/percorso-pianoforte/
Tanto per metterti alla prova puoi esercitarti con i brani che vengono proposti nelle varie sezioni "repertorio".

Che ne dici? Facci sapere come ti vanno, magari registrali e facceli ascoltare  ;)

papettino

Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 22, 2015, 10:20:04 am
Io ho cominciato con il chiaro di luna primo movimento...

*

Max87

Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 22, 2015, 10:21:24 am
Innanzitutto non credo che il Beyer, a parte i primissimi esercizi preliminari, sia noioso..andando avanti gli esercizi sono anche carini e orecchiabili da ascoltare e suonare..detto questo tutti noi principianti vorremmo suonare pezzi tosti fin da subito e anche io ho provato a cimentarmi in cose molto al di sopra del mio livello..risultato? sono ritornato sui miei passi alla velocità della luce..questa ovviamente è stata la MIA esperienza, non è detto che sarà così anche per te (ma sarà altamente probabile)...quindi fai come preferisci, sarai tu stesso a renderti conto.

*

Randy

Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 22, 2015, 12:02:58 pm
Io lo trovo sbagliatissimo partire da cose complicate.

Studi da una settimana, quindi non avrai tutta questa tecnica.
Se vuoi fare brani complessi devi sapere fare un minimo di scale, arpeggi, salti, e devi avere una buona indipendenza delle mani.
Sono cose che non si imparano in una settimana.

Segui invece il Beyer che è ottimo per cominciare.
Gli esercizi hanno una difficoltà progressiva e vedrai che andando avanti diventeranno sempre più difficili e meno noiosi.

Mentre porti avanti il Beyer potresti provare a fare qualche brano leggermente più complesso come i primi del Cesi Marciano.

"Se qualcuno parla male di te significa che sei sulla strada giusta."
Randy's SoundCloud

*

maria_pianista

Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 22, 2015, 01:13:13 pm
Anch'io ti consiglio di armarti di pazienza perché se vuoi imparare a suonare il pianoforte, anche a un livello amatoriale, ti ci vorrà veramente un alto dosaggio.

Io ti direi di non saltare i passaggi fondamentali che ti danno le basi per poter poi suonare cose più complesse. Non dici nel tuo post se almeno sai leggere la musica bene, se conosci il valore delle note, se hai una buona lettura a prima vista per le due chiavi, se hai studiato già musica in passato, ecc. Se la risposta è no, allora non ti resta altro che andare veramente con calma e di cercare di suonare questi primi esercizi cercando di farli con buon gusto e con piacere. Se invece la risposta è sì, prova a farne alcuni, magari dalla metà del libro in poi se i primi ti sembrano noiosi. Vedrai tu stesso (se riuscirai a farli senza problemi) se sei pronto per affrontare qualcosa di più difficile. A quel punto potrai iniziare a suonare qualcosa come repertorio affiancando a questi esercizi di tecnica qualche brano semplice. Ma tieni presente che forse i pezzi estremamente facili non ti piacerenno nemmeno.  ;)
Per suonare qualcosa "di tosto", come dici tu, non si può prescindere dalla tecnica pianistica oppure lo si può fare man mano, ma andando sempre molto progressivamente, da brani estremamente facili a brani più complessi. Se non fai così e studi da solo, ti scoraggerai presto nel vedere i tuoi limiti. E come se uno andasse in un Paese straniero per la prima volta e volesse sin da subito scrivere un trattato nella lingua del posto, o tenere una conferenza specialistica. Sarebbe impossibile! Alla prima frase ti sentiresti già arenato.

Quando parlo di tecnica pianistica, visto che studi solo da una settimana, mi riferisco a saper fare bene un legato, uno staccato, un portato, all'agilità, ai salti nella tastiera, al tocco, a leggere a una buona velocità, a tutte quelle cose che non si possono improvvisare. Solo studiando parecchio e con tanta pazienza, in maniera progressiva, potrai ottenere dei risultati accettabili.
Ci sono altri libri per principianti diversi dal Beyer ma ti assicuro che il Beyer è un ottimo metodo preparatorio.

forsepianista

Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 26, 2015, 04:00:38 pm
Ringrazio tutti per le risposte, mi avete convinto... anche se, arrivato al 21esimo esercizio del Beyer mi sembrano abbastanza non dico noiosi, però son troppo facili... volevo sapere, gli spartiti del Cesi Marciano sono gratuiti come quelli del Beyer o tocca pagare? Vorrei provarli

giulio62

Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 26, 2015, 09:15:51 pm
Citazione
"...Vi spiego, ho iniziato da una settimana circa a suonare il piano, mi sto esercitando con i primi esercizi del Beyer ma sono pezzi veramente noiosi... mi scoccio a farli... mi piacerebbe suonare un brano di quelli "potenti" , passatemi il termine   ;D..."
Se hai iniziato da una settimana a suonare il piano, mi sembra ovvio che si debba procedere gradualmente e non suonare subito pezzi complessi. Ma tu stesso puoi facilmente renderti conto di questo provando a suonare questi pezzi complessi che ti piacciono e vedendo che non riuscirai a suonarli. Io ho provato a suonare pezzi che mi piacevano molto ad ascoltare (pezzi di musica ragtime) ma mi sono reso conto che sono pezzi impossibili da poter affrontare  al mio attuale livello e sto quindi procedendo affrontando pezzi che sono accessibili per le mie possibilità anche se non sono certo tra i mie pezzi preferiti.



"...mi piacerebbe sentir uscire vera musica dal mio piano, non 4 note buttate lì a cazzo senza neanche un misero accordo... "
Ma allora pensa a chi studia le scale. Se non altro gli esercizi del Beyer sono comunque esercizi che hanno una loro linea melodica, più o meno piacevole... ma pensa appunto a quelli che passano ore facendo esercizi tecnici o scale (o roba tipo Hanon) ... cosa dovrebbero dire loro?
 
"capisco che non posso costruire una casa partendo dal soffitto però boh considerando che sarò sempre un signor nessuno, se iniziassi subito dai brani più difficili, che più mi piacciono? Invece che seguire il Beyer o robe così, noiose?"
Ripeto.. prova a fare i pezzi più difficile e poi vedi se sei in grado di farli con facilità (io ne dubito... )  e quindi evitare di fare i pezzi "semplici".

Secondo me, invece, dovresti provare a esercitarti sui pezzi del Beyer, se i primissimi ti sembrano semplici, passa ai successivi. Sono graduali, prima o poi dovresti trovare i pezzi adatti al tuo livello. I pezzi adatti del tuo livello sono, secondo me, i pezzi che inizialmente non riesci a fare, ma poi, con circa una settimana di studio riesci a suonare.

Io, dopo aver finito gli esercizi del Beyer, ho deciso di studiare gli esercizi del libro Czerny Op.599, che consiglio anche a te. Fino ad ora ho studiato i primi 74 esercizi e mi trovo al n.75.




*

Roberto S. Persi

Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 26, 2015, 10:54:44 pm
Ti sei iscritto due mesi fa al forum di pianosolo ma studi piano da una settimana.....????!!!!
L'importante è partecipare

forsepianista

Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 26, 2015, 11:24:00 pm
Ti sei iscritto due mesi fa al forum di pianosolo ma studi piano da una settimana.....????!!!!

Mi ero iscritto 2 mesi fa (anche meno) per chiedere consigli su quale pianoforte acquistare, il P45 è disponibile solo da poco in Italia.
Ma anche se fosse dov'è il problema?

P.S.: gli spartiti del Czerny Op.599 e del Cesi Marciano sono disponibili gratuitamente come quelli del Beyer o no?
Grazie

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 27, 2015, 01:26:06 am
Czerny sì (puoi provare i primi esercizi ma non aspettarti chissà che) cesi si trova per vie trasverse
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

giulio62

Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 27, 2015, 07:59:33 am
"Ti sei iscritto due mesi fa al forum di pianosolo ma studi piano da una settimana.....????!!!!"
Non vedo perchè meravigliarsi di questo. Anche uno che non suona il piano si può iscrivere al forum. Poi, dopo un po' di tempo può essere interessato ad iniziare.
Non vedo nulla di strano. Quello che invece è "strano" è che uno possa pensare di poter suonare pezzi non semplici dopo poche settimane di studio del piano, quando invece, per fare questo occorre un impegno continuo di almeno qualche anno.

*

maria_pianista

Re:E se... iniziassi dai brani più difficili?
Aprile 27, 2015, 09:31:12 am
Guarda, forsepianista, il Beyer non è facilissimo per chi ha iniziato da una settimana. Ma tutto dipende da COME fai quegli esercizi. La sfida potrebbe essere portarli alla perfezione o quasi  ;)
Ma dimmi una cosa: avevi studiato solfeggio prima? Sapevi leggere la chiave di basso prima di iniziare? Avevi già letto musica qualche volta prima di studiare pianoforte?
Fare 22 esercizi in una settimana partendo da zero e farli bene, mi sembra difficile, ma tutto può essere. I geni ci sono.