0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

_ginko_

Crollo della curva di apprendimento
Giugno 10, 2011, 05:53:54 pm
Ciao tutti,

da qualche settimana la mia capacità di apprendimento è prossima allo zero.
Non riesco a procedere nello studio delle scale, nella velocità, nello studio dei brani.

Ora ho la pausa estiva e riprenderò le lezioni a Settembre. Ma la mia paura è che non dipenda solo dalla stanchezza di fine anno.

Voi come state messi? Datemi conforto!

_ginko_

*

eligen

Re:Crollo della curva di apprendimento
Giugno 11, 2011, 07:24:19 am
Ginko, anche a me sta succedendo esattamente la stessa cosa  :(
Finito a maggio il mio primo anno di lezioni con il maestro, mi sono praticamnete bloccato. Sarà un po' la stanchezza di tutto l'anno che inizia a farsi sentire, forse il non avere più un obiettivo imminente da perseguire (intendo la lezione settimanale), ma quando dopo il lavoro torno a casa e mi siedo davanti al piano continuo a suonare sempre le stesse cose, cercando ovviamente di migliorarle, ma non ho la forza di mettermi a studiare un pezzo nuovo (difficoltà anche piccole mi tolgono subito la voglia di continuare).
La spiegazione che mi sono dato è che ogni tanto bisogna anche rilassarsi un attimo. Anche se suonare è un piacere, richiede comunque impegno e sacrificio (specie dopo una lunga e dura giornata di lavoro ...) e quindi credo che un momento di "riposo" possa considerarsi normale.
Sono convinto che presto riprenderemo a pieno ritmo, la voglia di imparare a suonare questo bellissimo strumento e di migliorarsi è davvero troppo grande  ;)
Un caro saluto, eligen.

*

sergiomusicale

Re:Crollo della curva di apprendimento
Giugno 11, 2011, 09:22:25 am
Non credo si possa pensare di essere macchine, le macchine hanno un'altra maniera di lavorare, noi umani abbiamo altri ritmi, altre dinamiche. Il nostro apprendimento viaggia per avanzamenti non continui (ne abbiamo già parlato in altri topic), occorre metabolizzare quanto appreso, altrimenti si sfalda. Forse hai chiesto troppo e troppo lungamente al tuo sistema di apprendere e migliorare ed adesso è stanco e richiede il tempo di consolidamento...direi che è normale. Non fare l'errore di continuare a chiedere insistentemente al tuo corpo ed alla tua mente dei risultati sempre maggiori senza dargli il tempo si assimilazione. Potrei citarti innumerevoli fonti riguardo a ciò, ma penso che all'atto pratico sia inutile (comunque se vuoi si potrà andare in dettaglio in seguito). Come il sonno non è tempo perso ma serve al cervello per catalogare quanto introitato durante il giorno, così a te serve proprio un periodo di sosta...vedrai che alla ripresa andrai bene, continua a suonare in modo leggero, e trova soddisfazione in quanto già fatto!!!...pensa a come eri ed a come sei adesso, quanti risultati hai raggiunto, ed abbi fiducia in te stesso!!!

*

Giulio

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1367
  • La musica vale più di mille parole
    • MSN Messenger - giuggio184@yahoo.it
Re:Crollo della curva di apprendimento
Giugno 11, 2011, 07:59:06 pm
Non credo si possa pensare di essere macchine, le macchine hanno un'altra maniera di lavorare, noi umani abbiamo altri ritmi, altre dinamiche. Il nostro apprendimento viaggia per avanzamenti non continui (ne abbiamo già parlato in altri topic), occorre metabolizzare quanto appreso, altrimenti si sfalda. Forse hai chiesto troppo e troppo lungamente al tuo sistema di apprendere e migliorare ed adesso è stanco e richiede il tempo di consolidamento...direi che è normale. Non fare l'errore di continuare a chiedere insistentemente al tuo corpo ed alla tua mente dei risultati sempre maggiori senza dargli il tempo si assimilazione. Potrei citarti innumerevoli fonti riguardo a ciò, ma penso che all'atto pratico sia inutile (comunque se vuoi si potrà andare in dettaglio in seguito). Come il sonno non è tempo perso ma serve al cervello per catalogare quanto introitato durante il giorno, così a te serve proprio un periodo di sosta...vedrai che alla ripresa andrai bene, continua a suonare in modo leggero, e trova soddisfazione in quanto già fatto!!!...pensa a come eri ed a come sei adesso, quanti risultati hai raggiunto, ed abbi fiducia in te stesso!!!

Sergio, quoto tutto (io e Christian abbiamo anche accennato l'argomento in numerosi articoli) e sottoscrivo :)

Trova soddisfazione per ogni piccolo miglioramento, guarda al positivo... sempre! E vedrai che risultati ;)

*

_ginko_

Re:Crollo della curva di apprendimento
Giugno 13, 2011, 02:02:02 pm
Grazie di cuore, siete preziosissimi!

_ginko_

*

Paola

Re:Crollo della curva di apprendimento
Giugno 13, 2011, 06:04:40 pm
.... senza contare quando quei brani che eseguivi alla perfezione cominciano ad "incepparsi"... a peggiorare... e allora bisogna solo smettere di suonarli per un pò!  :(

A voi capita?

Re:Crollo della curva di apprendimento
Giugno 13, 2011, 07:03:27 pm
A me capita spesso. E proprio non lo sopporto. Il non riuscire a suonare un brano che conosco bene, quando è il momento di farlo, mi deprime moltissimo, e mi fa pensare che, a questo punto, non riuscirò mai a farlo. Poi, stringo i denti e ci riprovo in un secondo momento, pensando che prima o poi riuscirò, finalmente, a suonare con maggiore sicurezza. 

*

ferry

Re:Crollo della curva di apprendimento
Giugno 28, 2011, 10:36:40 pm
wow !! ma allora è un virus, anche a me capita
non stare lì a fare tanti esercizi, perdi solo tempo, suona direttamente il pezzo !!

ricotubbs

Re:Crollo della curva di apprendimento
Luglio 07, 2011, 03:06:56 pm
per come la vedo io bisogna alternare periodi di pausa a periodi di studio (intensi)
mi sono sempre trovato bene suonando tutta la settimana escludendo la domenica, giorno in cui comunque suonavo l'organo in chiesa,
e poi staccando con lo studio per 1 settimana ogni 6-8, e per 2 settimane a natale a pasqua e per 1 mese in estate
è importante staccare sia per il cervello che per le mani, i tendini. suonare il piano ad alti livelli (dall'8° anno in su direi) dev'essere considerato a tutti gli effetti un'attivita fisica, e non bisogna mai cadere nel sovrallenamento, sia del sistema nervoso che di quello "fisico"

*

Arpège

Re:Crollo della curva di apprendimento
Luglio 09, 2011, 08:14:59 pm
Sta accadendo anche a me. Provengo, peraltro, da un altro strumento, la chitarra classica, che non posso più studiare per problemi fisici. Dopo il solfeggio stavo per sostenere il compimento inferiore ma la spalla mi ha bloccato. E così, da quasi due anni (a settembre) sono sul quartino della Yamaha che vedete in foto. Ho studiato con la massima intensità anche durante la scorsa estate per recuperare terreno perduto. Ho consumato il Beyer e la prima Czernyana. Sono adesso al secondo volume e a più di metà dei quaderni di Anna MAgdalena. Inizio ad abbordare anche il preludio 28 di Chopin. Ma da fine Maggio-Giugno sono in crisi anch'io: non è che mi sia passata la voglia di pianoforte. Il problema è che sento il bisogno, a fine lavoro, di non fa...nulla. I primi tempi cercavo di forzarmi, ma ho visto che era inutile. In questi mesi c'è il blocco, come l'ha chiamato l'autore del  thread. Rimango anche tre giorni lontano dalla tastiera. I tempi dell'organismo, del cervello, vanno rispettati: non siamo bambini. Anzi, si. Se rinasce il desiderio mi rimetto su Bach e Duvernoy...lo faccio. Ma non devo avvertirlo come costrizione. So, dentro di me, che in autunno rinascerà la voglia d'essere più metodico. Due anni a ritmi intensi, e pr di più dopo il solfeggio, circondati dai problemi di casa, lavoro etc...non possono certo creare sensi di colpa se per uno o due giorni non ne voglio sapere degli 88 tasti. Passerà, non prendiamo decisioni affrettate o giudizi su noi stessi. Cari saluti a tutti i forumer. ;D

*

Paola

Re:Crollo della curva di apprendimento
Luglio 11, 2011, 08:36:22 am
Arpege non sai quanto condivido quello che hai scritto... a fine lavoro... voglia di non fare nulla! Io addirittura guardo il piano con un senso di colpa! però... so che quando mi ci rimetterò sarò motivata! Purtroppo il lavoro, almeno nel mio caso, incide moltissimo su questi periodi di stasi nello studio, la stanchezza è tanta e tale che, soprattutto quando si tratta di sedersi al pianoforte per STUDIARE, c'è come un blocco mentale...  :(


*

Arpège

Re:Crollo della curva di apprendimento
Luglio 11, 2011, 01:29:34 pm
Arpege non sai quanto condivido quello che hai scritto... a fine lavoro... voglia di non fare nulla! Io addirittura guardo il piano con un senso di colpa! però... so che quando mi ci rimetterò sarò motivata! Purtroppo il lavoro, almeno nel mio caso, incide moltissimo su questi periodi di stasi nello studio, la stanchezza è tanta e tale che, soprattutto quando si tratta di sedersi al pianoforte per STUDIARE, c'è come un blocco mentale...  :(
Già, Paola. Ma non scoraggiamoci...si va avanti, visualizziamo i periodi che ci hanno dato maggiori soddisfazioni. Questo potrebbe farci superare anche la stanchezza. Sursum corda!

*

_ginko_

Re:Crollo della curva di apprendimento
Luglio 20, 2011, 12:34:55 pm
A poco più di un mese dal termine delle lezioni durante il quale ho suonato solo per diletto, ora sento che dovrei riprendere lo studio per recuperare la scioltezza nelle scale e negli esercizi di tecnica.
Dovrei anche riprendere a solfeggiare... ma non ne ho voglia!

_ginko_



*

Paola

Re:Crollo della curva di apprendimento
Luglio 20, 2011, 08:54:03 pm
A poco più di un mese dal termine delle lezioni durante il quale ho suonato solo per diletto, ora sento che dovrei riprendere lo studio per recuperare la scioltezza nelle scale e negli esercizi di tecnica.
Dovrei anche riprendere a solfeggiare... ma non ne ho voglia!

_ginko_

Se non hai voglia non farlo e aspetta che ti torni la voglia! La mia modesta esperienza mi insegna che con la musica bisogna fortemente volere, altrimenti si studia poco, male e anzi, si peggiorano le cose.
La voglia tornerà vedrai... un giorno sentirai una vocina dentro che reclamerà l'esercizio!  ;)