0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

laura67

crampi alla mano, è normale?
Novembre 06, 2018, 09:08:51 pm
Buongiorno a tutti e grazie per l'accoglienza in questo forum,
Scrivo per un dubbio riguardante mia figlia di 9 anni: ha cominciato a suonare 3 anni fa, 40 min circa al giorno, recentemente avverte  dei dolori (crampi?) alle mani (medio anulare mignolo  o polso).
Io lo collego all 'uso del piano ma chiedo un parere a voi esperti :può essere ? se sì cosa possiamo fare ? Riposo?
Grazie mille per i consigli!

*

Pianoth

Re:crampi alla mano, è normale?
Novembre 07, 2018, 12:09:14 am
I dolori in generale non sono normali. Un modo di suonare scorretto può portare a seri problemi. Questi crampi potrebbero essere dovuti al suo modo di suonare il pianoforte... Tuttavia, non è detto. Dal momento che a distanza, con così poche informazioni, si possono fare solo congetture, in questi casi purtroppo l'unica vera soluzione è rivolgersi di persona a un fisioterapista, possibilmente uno bravo, in grado di ottenere più informazioni e fare ipotesi più precise sulla possibile causa di questi crampi.


Preciso che, indipendentemente da ciò che potrà dire qualunque fisioterapista, non esiste un singolo modo corretto di suonare il pianoforte senza avere problemi. Dico questo perché alcuni fisioterapisti hanno delle convinzioni piuttosto radicate in merito al suonare degli strumenti musicali. In linea di massima, per evitare problemi è sufficiente evitare (almeno quando possibile) alcune tipologie di movimenti, non raggiungere mai i limiti estremi di qualunque movimento, e avere una buona coordinazione e un buon controllo di tutti i movimenti in generale. Più facile a dirsi che a farsi, naturalmente: acquisire una buona e completa tecnica pianistica solitamente richiede molti anni.
Aldo Roberto Pessolano (aka Pianoth Eakòs Shaveck)
Canale youtube | Ascoltarmi suonare dal vivo su twitch!
Supporta il mio contributo

*

sergiomusicale

Re:crampi alla mano, è normale?
Novembre 07, 2018, 10:56:56 am
Premessa, non ho un bagaglio di informazioni ed esperienza da poter essere un punto di riferimento, come può essere invece Pianoth, data la sua estrema competenza. Io sono un autodidatta, con una decina di anni di pratica, che però ha dalla sua molta curiosità ed umiltà, che porta spesso a cercare e trovare soluzioni di tipo elementare. Fatte queste premesse ti direi di vederti il video che ho postato al riguardo ultimamente:
https://forum.pianosolo.it/tecnica/fausto-bongelli-fisiologia-della-mano-pianistica/
e considerare che spesso si chiede troppo al nostro fisico, e questo si ribella.
Anche se spesso non vogliamo riconoscerlo, siamo "animaletti" bravissimi, ma delicati, ed il nostro corpo deve far fronte ad innumerevoli compiti, ed ognuno potrebbe essere fatto meglio se... il nostro corpo fosse diverso, ma non possiamo ottimizzarli tutti!!! ogni volta che forziamo in un verso ne scompensiamo un'altro.
Un grande fatto che ci aiuta è la natura, che  automaticamente capisce il risultato che vorremmo ottenere e ottimizza il movimento stesso, in funzione della caratteristiche del "nostro" corpo e non quello di uno "generico".
Tanti discorsi per dire che forse, in certi casi, la tua bimba dovrebbe seguire di più il suo istinto, nell'esecuzione di un brano, piuttosto che le indicazioni date dal maestro...  appare una bestemmia, ma solo Lei può avere contezza di come arrivare al risultato. Discorso facile a dirsi ad un adulto, assai meno per un bambino... limiti? forzature?
Falla provare a suonare senza alcuna indicazione di postura, in piena libertà, pezzi a casaccio dati dalla sua mente in modo che non sia "costretta" a seguire mentalmente le indicazioni date dal maestro, ma solo per fare del movimento sulla tastiera e verifica se anche in questo caso si mostrano segni di dolore oppure no... Nella mia idea c'è che se in qualche modo forza il suo fisico, dopo un pò avviene la risposta dolorosa, altrimenti no. Non posso dirti oltre, mi sembra di aver parlato anche troppo  ;) ditemi se anche a sproposito  ;D ;D ;D