0 Utenti e 3 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

bgdado

Consiglio Chopin Prelude Op 28 n.4
Dicembre 27, 2010, 02:54:02 pm
Ciao ragazzi... a inizio anno dovrò per la prima volta suonare davanti a un pubblico, diciamo, vero... nel senso che per la prima volta sarà più numeroso rispetto al mio abituale (la mia ragazza, i miei genitori e il mio cane... ma non sempre contemporaneamente)... suonerò per circa 15 minuti insieme ad altri ragazzi, tutti più abili di me, io alla fine porterò un repertorio molto leggero ancorato soprattutto ai miei  limiti tecnici. E' una cosa molto bella, tra amici e sebbene non ci sia nulla in ballo se non qualche sorriso e risata ci terrei a fare bella figura.
Tra le altre cose pensavo di portare questo "semplice" e bellissimo, a mio giudizio, preludio, che mastico ormai da qualche settimana, il mio problema è sull'interpretazione... nel periodo di studio lo studiavo in maniera molto meccanica e poco personale, cercando di rispettare un assunto che mi aveva dato il mio maestro... accordi molto legati e suonati decisamente più piano rispetto alla melodia... poi ho sentito queste due versioni che mi hanno colpito...

http://www.youtube.com/watch?v=VIxx9luPRfw Ivo Pogorelich

http://www.youtube.com/watch?v=rNUOIzCeSIY Sergio Tiempo

Parto dal presupposto che non potrei nemmeno arrivare alle caviglie di questi due signori... però voi cosa mi consigliereste? Quale tipo di interpretazione dovrei favorire secondo voi? la prima mi ha colpito molto per il suo equilibrio e se vogliamo lentezza... la seconda secondo me è molto più carica, forse eccessiva nel colore, però devo dire che alla fine fa un bell'effetto...

 

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
Re:Consiglio Chopin Prelude Op 28 n.4
Dicembre 27, 2010, 04:14:48 pm
scegli tu ma devi trovare il tuo modo interpretarla senza darti troppo agli eccessi di rubati e ritardando.... a meno che non lo voglia tu ma per esperienza ti dico di norma invece di pensare a una dilatazione del tempo temporanea viene interpretata come una modifica totalmente arbitraria del ritmo il che è sbagliato... ovviamente sei libero di eseguirla come meglio credi poi...
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

bgdado

Re:Consiglio Chopin Prelude Op 28 n.4
Dicembre 27, 2010, 08:55:58 pm
è tra l'altro un problema dei novellini... un eccesso di libertà interpretativa (forse anche giustamente) viene recepito come un errore o incapacità esecutiva... cercherò di attenermi il più possibile allora a quello che mi dice lo spartito, magari rallentando un po' il tempo...

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
Re:Consiglio Chopin Prelude Op 28 n.4
Dicembre 27, 2010, 09:16:49 pm
magari su diminuendo e rallentando marciaci un po ma non andare almeno inzialmente a piazzare rallentando e dominuendo dove nn sono scritti come non fare cambi repentini di ritmo ;)
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

bgdado

Re:Consiglio Chopin Prelude Op 28 n.4
Gennaio 10, 2011, 02:27:37 pm
Grazie per il consiglio, alla fine è andato tutto molto bene. Mi ha dato grande carica suonare davanti a semisconosciuti. Inoltre ascoltare critiche e consigli di chi ne sa più di me mi ha dato grande voglia di migliorarmi ulteriormente.

Tony

Re:Consiglio Chopin Prelude Op 28 n.4
Febbraio 03, 2011, 11:59:52 am
Ragazzi io sto ristudiando questo pezzo, però mi sorge un problema, siccome che fino ad oggi ho sempre studiato pezzi molto meccanici e che piu che altro richiedevano tecnica tipo clementi, mozart, bach , non so in che modo utilizzare il pedale in questo brano, non è un problema di interpretazione, quella c'è è solo che il pedale non l'ho mai usato, il mio maestro mi ha detto di alzarlo ad ogni cambio di armonia con gli accordi con la sinistra, io ho provato a afrlo , manon essendo pratico mi concentro di più sul pedale e su come utilizzarlo correttamente che su suonare bene il pezzo!!Tralaltro poi il piede mi si stanca velocemente nell'alzarlo ed abbassarlo continuamente...avete consigli? Grazie =)

bgdado

Re:Consiglio Chopin Prelude Op 28 n.4
Febbraio 07, 2011, 02:19:20 pm
Ciao! Posso dirti nella mia inesperienza quello che ho fatto io per sistemare il pedale... lasciati guidare tanto dall'orecchio, ascoltati e dosa il pedale in base al risultato. Alla suonata successiva correggi il tiro dove hai notato che il suono non è come vuoi. A livello interpretativo in questo pezzo il pedale aiuta moltissimo, ma è molto difficile ottenere veramente il risultato desiderato.
Un piccolo accorgimento. Dosa bene l'uso del piede e fai tanto tanto esercizio.
Poi, non riesco a capire cosa significa che il piede ti fa male... tu in che modo lo usi? alzi tutta la gamba o il tallone è appoggiato a terra?