Pianosolo Forum - Il forum sul pianoforte

Il cuore di Pianosolo => Tecnica => Topic aperto da: Mito125 - Marzo 05, 2010, 07:23:00 pm

Titolo: Comptine d’un autre été
Inserito da: Mito125 - Marzo 05, 2010, 07:23:00 pm
Mi presento per prima cosa... Ho studiato 4 anni flauto traverso nell'età delle scuole medie, ho proseguito un anno anche alle superiori, e dopo aver rinunciato ad entrare in conservatorio per quello strumento, perchè a 14 anni si ha altro per la testa, ho lasciato anche lo strumento... Così ho preso la chitarra ed ho iniziato a suonare quella... Adesso ho preso una tastiera, semplice, una GEM Gk340 per imparare anche questo strumento... Il solfeggio e le note ancora le ricordo, non si scordano una volta imparate ed usate per anni... Adesso passo al problema...

http://www.pianosolo.it/2008/10/19/mite-tempesta-comptine-dun-autre-ete-yann-tiersen/

Ho preso lo spartito da qui... Nella seconda pagina mi sembra esserci un errore nella parte da eseguire con la mano destra... Mi manca una nota... Dovrebbero essere 16, sono 15 invece... Quindi poi quando l'eseguo ovviamente mi perdo... Sono io che non ricordo bene la teoria musicale???


Poi un consiglio... Il brano non è molto difficile... Eseguire le mani separatamente è abbastanza facile, visto che le note si ripetono... Però quando tento di metterle insieme è veramente un disastro... Suono come una lumaca...E sbaglio pure... Che posso fare??? Adesso sto facendo il beyer e sono all'esercizio 30... Secondo voi devo prendere in considerazione qualche altro libro didattico???


Grazie :D
Titolo: Re:Comptine d’un autre été
Inserito da: Mito125 - Marzo 05, 2010, 08:09:18 pm
Ti ringrazio... Almeno non ho dimenticato la teoria... Continuerò a studiare lentamente...
Titolo: Re:Comptine d’un autre été
Inserito da: _ginko_ - Marzo 16, 2010, 04:21:41 pm
Che brano meraviglioso!

Ho provato a suonarlo per mesi, in realtà è stato il primo brano che ho provato da autodidatta salvo poi smettere quando ho iniziato le lezioni.

Ogni tanto riprovo ma mi impappino sempre sulle battute più veloci e le mani mi si inceppano.

Inoltre mi capita che suonando un pezzo non "istituzionale", cioè non assegnatomi dall'insegnante, l'applicazione risulti priva di tecnica (articolazioni, rilassamento, ecc.), come se scordassi tutte le nozioni apprese in questi mesi.
Pur se me ne rendo conto non riesco a correggere questo fastidioso difetto.

_ginko_