0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

peppotronix

Come seguire la partitura ad alte velocità?
Luglio 20, 2012, 03:05:32 pm
Salve ragazzi, da sempre durante lo studio dei brani ho tenuto aperto lo spartito solo nella fase iniziale per imparare a memoria o per recuperare qualche blackout...
Coln il mio metodo una volta imparato a memoria un brano una volta che lo riprendo e lo suono facendo riferimento allo spartito inizio a fare  un bel po d errori di lettura...
Vi porgo le mie domande:
1)come fare a migliorare l'approccio ad un brano senza impararlo ma facendo riferimento allo spartito?
2) Ad alte velocita mi sembra molto difficoltoso seguire la partitura, voi come fate ?

*

Paola

Per me non leggere aiuta a concentrarsi sull'interpretazione, ci si ascolta di più, si cura il suono.

Se hai la fortuna di memorizzare per me è solo un bene.
Ma è solo la mia opinione... :)

*

Carm

La penso come Paola :)
Io nelle prime volte mi faccio seguire sullo spartito da un'altra persona per essere sicuro che non inventi nulla e poi mi dedico a perfezionare ed ottimizzare la dinamica :)
"L'arte musicale è godimento sublime per chi l'ascolta, e al tempo stesso, tormento perenne per chi la produce"

*

Lorenzo221

Sono d'accordo con Paola, ma non ho capito bene la natura della domanda, ci stai chiedendo Come andare ad alte velocita senza memorizzare il brano?  :o
La questione è abbastanza semplice, di sicuro dopo un po' che lo suoni a memoria, ad una velocità mediocre o normale, o crolli da solo, in tecnica, o cercando di risuonarlo con lo spartito, giusto?
Devi sapere che lo spartito è come un GPS, se tu vuoi andare in Alaska, non è che prendi la macchina accendi il GPS e stai a guardarlo più della strada, ma prima STUDI le distanze, la direzione, le vie principali e i mezzi di trasporto con cui andare... E dopo che avrai imparato tutto A MEMORIA, il gps lo guardi OGNI TANTO, come RIFERIMENTO, durante le PARTI DIFFICILI.
Nel senso che il giusto approccio con lo spartito, non è di seguirlo nota per nota, ma dopo aver imparato tutto a memoria, dargli una sbirciatina ogni tanto durante le parti difficili.
Se hai già perso confidenza con brani che pensavi dei conoscere perfettamente, il mio consiglio è di studiarli LENTAMENTE e con il METRONOMO, magari aggiungendo le famose VARIANTI.
Dopo il silenzio, ciò che più si avvicina a esprimere l’ineffabile è la musica.
E. Jabès