Il cuore di Pianosolo > Tecnica

Chopin studio op 25 n 6

(1/1)

Bianca:
Ciao a tutti, ho iniziato da poco questo studio e vorrei chiedervi se avreste qualche consiglio da darmi: lo studio mi viene a una velocità buona però spesso noto che alcune scalette di terze mi vengono disuguali. Ho provato con ritmi o a farle più lente e ho avuto piccoli miglioramenti ma sono ancora disuguali. Qualche consiglio? Grazie  :) .

Pino:
Mi dispiace, non posso aiutarti, non sono ancora al tuo livello... Mi sono fermato all'opera 25 no 5, ma secondo me i ritmi e la lentezza nell'eseguire tutte quelle terze in fase di studio è l'unico modo, chiaramente migliori pochissimo alla volta, ma è l'unica via, credo

Bianca:
Mi sa che continuerò così, grazie Pino  :) .

pianoforteverona:

--- Citazione da: Bianca - Dicembre 26, 2020, 01:23:16 pm ---Ciao a tutti, ho iniziato da poco questo studio e vorrei chiedervi se avreste qualche consiglio da darmi: lo studio mi viene a una velocità buona però spesso noto che alcune scalette di terze mi vengono disuguali. Ho provato con ritmi o a farle più lente e ho avuto piccoli miglioramenti ma sono ancora disuguali. Qualche consiglio? Grazie  :) .

--- Termina citazione ---


Lo studio sulle terze è molto difficile; ci vuole molta costanza e tanta pazienza. Non si possono avere risultati soddisfacenti se non dopo lunghissimo studio.


Nelle formule di esercizi che proponi, occorre fare attenzione all'impostazione: può capitare che, nello studio con formule ritmiche oppure con tempo lento, l'impostazione sia differente da quella richiesta in velocità. Per questo motivo trovo utile alternare questo tipo di esercizio con un altro: eseguire i singoli movimenti (ossia la quartina di sedicesimi) con la prima nota del successivo, al tempo giusto; poi du emovimenti consecutivi, ma sempre al tempo giusto. In questo modo riesci ad individuare ogni passaggio critico.



Navigazione

[0] Indice dei post

Vai alla versione completa