0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

giupi

Bertini - studi
Aprile 22, 2012, 10:59:28 am
nell'op. 29 trovo queste locuzioni:

- in uno studio trovo "non molto legato"; in un altro, rispetto al legato trovo "meno legato" e "piů legato". E poi la dicitura "legatissimo" mi spiazza ancora di piů: cosa c'č di piů del legato?

Tutto questo come si traduce nella pratica?

Grazie

berebč

Re:Bertini - studi
Aprile 22, 2012, 03:30:12 pm
non esiste solo "legato" o "staccato" nell'articolazione, come nella dinamica non esiste solo "piano" e "forte" ;)

Il legatissimo si fa tenendo ogni nota un po' piů del suo valore reale, in modo da sovrapporla leggermente alla successiva.
Il non legato si fa controllando la risalita completa del tasto della prima nota prima di abbassare quello della seconda (in questo modo le note vengono separate).
Ampliando il "buco" tra le due note si ottengono le varie gradazioni di staccato (da quello piů "appoggiato" a quello piů "brillante").
Se mi indichi il numero preciso degli studi, ti posso dare qualche indicazione piů specifica :)

giupi

Re:Bertini - studi
Aprile 22, 2012, 08:53:52 pm
gli studi sono: 7, 10, 12

berebč

Re:Bertini - studi
Aprile 22, 2012, 10:06:04 pm
Ma sai che qui non c'č nessuna di quelle indicazioni? http://conquest.imslp.info/files/imglnks/usimg/a/ae/IMSLP08601-Bertini_-_Op.29_-_24_Etudes.pdf
Non so che dire... :-\

giupi

Re:Bertini - studi
Aprile 23, 2012, 01:14:00 pm
č incredibile!!!
Ho l'edizione della Ricordi.
Il revisore č Mugellini, ebbene, da una verifica veloce ho notato che quest'ultimo ha effettuato una serie di modifiche che sicuramente complicano l'esecuzione, anche su altri studi della stessa opera....
Cambia senza alcun dubbio l'interpretazione del testo musicale...
Sono alquanto perplesso su questo modo di procedere da parte dei revisori....
Ho l'impressione che lo spartito da te indicato sia sicuramente migliore..
Mi rendo conto, con questo esempio, che bisogna stare accorti nello scegliere gli spartiti.
Grazie, comunque per la tua disponibilitŕ.

berebč

Re:Bertini - studi
Aprile 23, 2012, 10:33:34 pm
Figurati :)

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1355
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:Bertini - studi
Maggio 02, 2012, 09:47:03 pm
Oh Ricordi Ricordi... ma sai che in conservatorio i professori hanno un plotone di esecuzione per tutti coloro che portano un'edizione della Ricordi?  ;D  ;D
Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/

giupi

Re:Bertini - studi
Maggio 03, 2012, 10:50:54 am
un altro esempio.
Lo studio n. 10. Nello spartito suggerito da berebč sono presenti segni dinamici inseriti dall'esecutore che hanno una caratteristica ben precisa nell'esecuzione di questo brano, nell'edizione della Ricordi questi segni vengono stravolti....
Mesi addietro sono andato nel mio negozio preferito e curiosavo su varie edizioni delle suite francesi di Bach (mi sono programmato di studiarle il prossimo anno). Ebbene, sono rimasto alquanto dubbioso perché ho trovato una edizione (non so quale fosse) in cui il revisore si era preso delle libertŕ che a parer mio, anche se non sono un esperto, alteravano eccessivamente l'impianto originario del compositore....
 

berebč

Re:Bertini - studi
Maggio 03, 2012, 07:47:26 pm
Giupi, per Bach č necessaria un'Urtext, ad esempio Henle o Baerenreiter. Se poi per caso ti capita tra le mani qualcosa che spieghi come "funzionano" le varie danze, prendilo perchč č molto utile per capire come vanno suonate: per dare un esempio (stringatissimo), la sarabanda č una danza lenta in tre tempi, in cui il secondo tempo č quello "importante" perchč consiste in un passo sospeso. Quando suoni, il secondo tempo deve essere allungato, ma non accentuato, visto che gli ipotetici ballerini sono col piede per aria in quel momento ;D