0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

c64

  • Talentuoso
  • Mostra profilo
  • ****
  • 116
  • Mit der Dummheit kämpfen Götter selbst vergebens.
Autodidatta e piantato su unire le mani.
Aprile 12, 2018, 12:12:40 pm
Dopo due anni con un maestro, un altro anno con un altro maestro ed un annetto di pausa ho ripreso a suonare da autodidatta(o quasi) il pianoforte, riprendendo il Beyer.

Sono arrivato a fare l'esercizio 62, che riesco a fare a mani separate senza problemi, ed a metronomo.
Quando provo ad unire le mani, non riesco ad uscirne, se sto attento ai salti vado fuori tempo o peggio suono la battuta sbagliata sulla mano che sta ferma.
Ho provato a rallentare a 30 bpm ma niente.

Il problema piccolo è come superare l'impasse nel caso specifico. Il problema grosso è capire cosa fare se un brano "non viene". Quello che succede adesso è che mi stufo e mi metto a fare altro.

In questi casi conviene provare a fare un esercizio successivo e lasciare l'esercizio problematico a macerare, oppure magari prendere qualche cosa di completamente diverso, ad esempio provare a fare qualche cosa scritto come melodia più accordi. Oppure se ho poco tempo magari cercare di migliorare sulle scale (che comunque non sono la cosa più interessante di questo mondo, eh...)


*

guc

Re:Autodidatta e piantato su unire le mani.
Aprile 12, 2018, 12:55:47 pm
In generale penso che accanirsi sui dei brani o dei passaggi che non riescono sia frustrante ma soprattutto inutile!
Specialmente se si tratta di brani che hanno come unico scopo il miglioramento della tecnica.
Detto ciò, se ci dici nello specifico qual è la difficoltà che riscontri potremmo provare a darti dei consigli.
Se il problema sono i salti della mano dx, per il momento lascerei da parte il metronomo e mi concentrerei su quello. Prova a suonare ogni Battuta in maniera isolata prestando attenzione a cadere bene sulla prima nota di entrambe le mani. Se questo ti viene bene, puoi fare un passo ulteriore e dedicarti ai salti da una all'altra Battuta lasciando perdere quello che ci sta in mezzo. Per esempio Battuta 1 dx DO sn DO, salto a Battuta 2 dx DO ottava superiore sn DO, salto a Battuta 3 dx FA sn RE ecc...
Non so se mi sono spiegato bene

*

sergiomusicale

Re:Autodidatta e piantato su unire le mani.
Aprile 12, 2018, 02:17:02 pm
Ormai suono da una decina d'anni... da autodidatta o quasi (come dici tu) ma penso che se avessi fatto solo Beyer e scale non sarei arrivato neppure a cinque ;D ;D ;D fossi te mi dedicherei ad esecuzione di brani, lettura a prima vista e.... marginalmente agli esercizi. Nella mia esperienza ho notato che quando esegui un brano e ti accorgi che un passaggio non viene come vorresti, inizi a rifarlo, a cercare "come" farlo, a trovare una diteggiatura valida  etc... etc,.. di fatto stai facendo "esercizi", ma non svincolati dal contesto, bensì altamente motivati dal contesto stesso. Mi sembra che la nostra mente debba aver provato tutti (o quasi) i passaggi che deve eseguire e se gli mancano in repertorio trovi difficoltà, una volta che li ha eseguiti facendo un brano li memorizza per quel brano, ma li mette a patrimonio comune, pronta a rifarli in altri pezzi; a me capita alcune volte di fare accordi abbastanza complicati durante un'esecuzione e ricordare il brano che me li ha fatti imparare! Lascia scorrere il tempo, trova soddisfazione in quel che fai e vedrai che (magari non ottimizzando i tempi di apprendimento) arriverai dove vuoi.

*

c64

  • Talentuoso
  • Mostra profilo
  • ****
  • 116
  • Mit der Dummheit kämpfen Götter selbst vergebens.
Re:Autodidatta e piantato su unire le mani.
Aprile 13, 2018, 12:15:54 pm
In effetti è vero che non sto ottimizzado, quindi tanto vale fermarsi un attimo e prendere in mano qualche cosetta di altro.
Altrimenti va a finire come ieri sera che decido di essere troppo stanco e mi ipnotizzo guardando la Serracchiani su la 7... Neanche fosse un bel fil o telefilm...

Nel weekend provo qualche cosa di diverso e vedo l'effetto che fa, tanto di brani semplici da studiare ne ho da altri libri con CD o DVD allegato.

Dovrei anche buttarmi a studiare meglio come improvvisare ovvero i giri armonici e le relative melodie.


*

sergiomusicale

Re:Autodidatta e piantato su unire le mani.
Aprile 13, 2018, 12:33:47 pm
Bravo! proprio così... io non ho ottimizzato proprio nulla !!! però posso dirti che ho sempre provato piacere nel suonare e questo è fondamentale!!!!! ottima idea di fare anche qualche giro armonico (bellini anche quelli semplici jazz  con le pentatoniche), capisco la stanchezza, ma tanto non credo tu debba fare il concertista,, quindi spazia, perdi tempo e goditi quel che suoni  ;)  e poi ... non ti credere che quello che oggi ti sembra una perdita di tempo lo sia davvero...un domani vedrai che si "leghera" a quel che hai fatto... più passa il tempo e più mi sembra che questo puzzle (musica, esecuzione etc..) si vada a riempire e rifinire quasi indipendentemente dal quando si sono fatte le varie tessere, quindi in realtà non è tempo perso :D