0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Micio87

Arpeggi...a tempo però!
Maggio 29, 2011, 08:54:34 pm
Ciao a tutti!

Ho notato che, anche dopo aver acquisito una migliore scioltezza con gli arpeggi, ho delle grosse (se non enormi) difficoltà ad arpeggiare quando la mano destra va "fuori tempo", per esempio se deve suonare degli ottavi puntati seguiti dal sedicesimo, mentre la sinistra suona ottavi normali. Vado sempre nella confusione più totale e l'effetto che ne deriva è ovviamente orrendo.

Per riuscirci devo andare ad una lentezza direi scoraggiante, e come aumento la velocità subito mi confondo. C'è un modo per superare questo problema "scientificamente" ?

Grazie a tutti!!

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1355
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:Arpeggi...a tempo però!
Maggio 30, 2011, 11:37:49 am
Ciao Micio! Intendi una cosa del genere?



Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/

Micio87

Re:Arpeggi...a tempo però!
Maggio 30, 2011, 11:06:09 pm
Già quel pezzettino potrebbe crearmi dei problemi con il coordinamento delle mani...ma ancora peggio è quando la mano destra suona cose tipo...un ottavo, un quarto, una terzina di sedicesimi, due ottavi...insomma, una melodia non ripetitiva. In quel caso, la mano sinistra (che dovrebbe suonare un arpeggio lineare, senza variazioni) non si coordina e segue quello che fa la destra, in poche parole si fa trascinare dall'altra mano e va in confusione.

Che si può fare dunque?
Grazie :)

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1355
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:Arpeggi...a tempo però!
Giugno 02, 2011, 12:59:04 am
Beh non posso far altro che consigliarti:

- Tanto studio a mani separate e molto lento

- Solfeggia l'esecuzione della mano destra

- Qualsiasi sia la cellula ritmica che forma la destra, esiste per il 99% dei casi, il modo per farla "incastrare" con gli ottavi della sinistra. Bisogna ragionarci un po' su. Bisogna trovare il punto in cui le due mani suonano insieme, oppure capire quando la destra suona più note ecc..

- Quando vai a suonare poi il pezzo a mani unite, GUARDA la MANO SINISTRA e lascia che sia lei a condurre. Non guardare la destra, ma guarda e pensa la sinistra. La sinistra in questi casi fa da metronomo e ci può essere di parecchio aiuto.

Prova, e dimmi come ti sei trovato! ;)
Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/

Stefano 88

Re:Arpeggi...a tempo però!
Giugno 02, 2011, 08:55:08 am
Christian ha perfettamente ragione però ti consiglio di usare anche il metronomo ha partire da una velocità normale ad una più veloce(ad esempio da 40-80).Buono studio!

Micio87

Re:Arpeggi...a tempo però!
Giugno 02, 2011, 09:50:40 am
Grazie! Metto in pratica subito quanto hai detto, Christian ;)