Pianosolo Forum - Il forum sul pianoforte

Il cuore di Pianosolo => Tecnica => Topic aperto da: Gianluca - Febbraio 24, 2020, 12:34:04 pm

Titolo: Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Febbraio 24, 2020, 12:34:04 pm
Ciao a tutti chiedevo a qualcuno di voi se mi poteva aiutare a trovare un libro di esercizi di tecnica per un livello 8° anno, ho perso l'allenamento stando fermo per 20 anni, non saprei se ricominciare con gli studi di Clementi dal "Gradus ad Parnassum"
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Pianoth - Febbraio 24, 2020, 04:41:58 pm
Certo, puoi riprendere direttamente con gli studi di clementi del Gradus, ma anche dall'op. 799 di Czerny in realtà va bene, dal momento che non credo che segui un programma ben preciso. Se vuoi più varietà possibile puoi anche provare la Master School in 7 volumi di Alberto Jonas (https://imslp.org/wiki/Master_School_of_Piano_Playing_and_Virtuosity_(Jon%C3%A1s%2C_Alberto)), li troverai esercizi di qualsiasi livello su qualsiasi argomento (ma esercizi, non studi).
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Febbraio 28, 2020, 10:00:56 am
Grazie, chiedevo un consiglio ad un'esperto, dopo l'esame dell'8° anno mi sono fermato per 23 anni ora riprenderò come da tuo consiglio con Czerny e Clementi, l'unica cosa che volevo dirti se è normale che perdere l'allenamento implica un po' l'irrigimento della mano e del braccio, mi consigli di studiare lentamente e forte con il ritmo?
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Pianoth - Febbraio 28, 2020, 11:49:16 pm
L'irrigidimento non è mai normale. Sicuramente devi iniziare lentamente, forte no, dipende... Se suoni di forza invece che di peso è possibile che questo ti causa irrigidimento quando suoni forte, quindi per ora magari studia suonando sempre intorno a un mezzo forte, e pratica forte delle cadute di peso
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Febbraio 29, 2020, 10:13:44 am
Sono d'accordo con te..., però 23 anni fa' questo non mi succedeva ho sempre suonato con la forza e il peso solamente nelle dita altrimenti non sarei riuscito a superare l'esame dell'8° anno e non sarei neanche stato capace di raggiungere la velocità sugli studi di Clementi e le Sonate di Beethoven etc.. ora come ti dicevo sento la mano un po' legata e in alcuni passaggi mi scappano le dita non avendo più una guida di un maestro non ho idea appunto che metodo di studio applicare se tornare a livello dell'inizio del 5° oppure ripartire dove avevo lasciato dall'8° secondo Te può essere tutto questo una mancanza di perdita dell'allenamento?
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Pianoth - Marzo 01, 2020, 10:32:04 pm
Ti ho già detto cosa secondo me devi fare: pratica delle cadute di peso, e fai un po' di studi/esercizi, facendo attenzione a stare leggero per ora. Non è importante se fai studi da V o VIII anno, anche perché potresti benissimo farne altri che non hai mai affrontato, ad esempio consiglio l'op. 261 di Czerny, così puoi fare tanti studi brevissimi invece che farne pochi lunghissimi. Oppure degli esercizi dalla Master School di Jonas che ho consigliato.
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Marzo 04, 2020, 10:17:42 am
Grazie, ho dato un'occhiata sugli esercizi che mi hai consigliato (Czerny op. 261) è vero sono cortissimi, visto che non ho più una guida di un'insegnante...., mi consigli di farli a velocità finale oppure studiati lentamente con un mezzo forte? Mi hai anche parlato di pratica delle cadute di peso....., ricordo vagamente che le avevo fatte al suo tempo quando ho iniziato lo studio del pianoforte ti chiedevo se mi rinfrescheresti la memoria dandomi un link dove posso trovare  la procedura esatta per poter effettuare questo esercizio.
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Marzo 05, 2020, 02:36:00 pm
Grazie aspetto un tuo consiglio
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Pianoth - Marzo 05, 2020, 03:31:16 pm
Riguardo l'op. 261 di Czerny, cerca di portarli a una velocità molto elevata, gradualmente e senza fretta, mantenendo la massima rilassatezza, ma anche chiarezza e brillantezza nel suono.

Riguardo la caduta: ti siedi davanti al pianoforte, provi a sollevare l'avambraccio destro o sinistro, senza muovere il gomito (formando una V con il braccio, per intenerci), e lo lasci cadere in maniera completamente passiva verso la tastiera, sempre senza muovere il gomito (in modo tale che formi una L con il braccio), e quando hai raggiunto la tastiera, fai un lieve movimento con una delle dita, in modo da suonare uno e un solo tasto, che verrà premuto utilizzando il peso dell'avambraccio. Per un fattore psicologico, probabilmente all'inizio non riuscirai a fare cadute utilizzando realmente il peso, perché avrai l'istinto di atterrare più attentamente in modo da colpire un particolare tasto invece di lasciare che la caduta avvenga in maniera completamente naturale. Per cui ti consiglio ti provare prima a farle su una superficie solida di qualunque tipo, ad esempio un tavolo o anche il pianoforte con il coperchio chiuso, così puoi verificare più facilmente se stai facendo una vera caduta o il movimento diventa attivo quando stai per atterrare (idealmente deve essere completamente passivo fino all'atterraggio sulla tastiera). In una caduta effettuata correttamente, il polso non dovrebbe andare giù, ma dovrebbe invece restare allineato all'avambraccio e alla mano, in modo tale che il dito sorregga effettivamente il peso dell'avambraccio. Solo una volta che è stato raggiunto il fondo del tasto, si può rilasciare la tensione generata dal fatto che il dito sta sorreggendo l'avambraccio. Naturalmente è possibile rilasciare la tensione perché una volta raggiunto il fondo del tasto non c'è alcun motivo di continuare a spingere il tasto.

Per una descrizione più dettagliata e tecnica, e altri fattori importanti prima ancora di fare la caduta, puoi leggere questa mia traduzione da una tesi di Therese Milanovic:
https://www.facebook.com/notes/roba-da-pianisti/un-riassunto-sintetico-della-tecnica-principale-che-seguo-parte-1-102-111-dalla-/1861560797189989/ (https://www.facebook.com/notes/roba-da-pianisti/un-riassunto-sintetico-della-tecnica-principale-che-seguo-parte-1-102-111-dalla-/1861560797189989/)
Anche se non hai facebook il link dovrebbe funzionare. La caduta è l'ultimo argomento che viene trattato in questo articolo, naturalmente se t'interessa l'argomento puoi anche leggere le successive parti, ma si fa gradualmente sempre più tecnico è complicato da seguire. Purtroppo non ho trovato un video gratuito che descrive la caduta in maniera soddisfacente. Il Golandsky Institute offre il servizio streaming in cui sono inclusi vari video utili di Mary Moran per capire in dettaglio come funziona la caduta, ma sono in inglese e il servizio streaming costa 15$ al mese, anche se si può disdire in ogni momento (faccio pubblicità ma preciso che non ci guadagno nulla).
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Marzo 06, 2020, 09:35:37 am
Grazie veramente per i tuoi utili consigli, parlando di caduta la ricordavo poco.... la mia insegnante me la fece fare proprio all'inizio quando ho incominciato a studiare pianoforte adesso è veramente utile anche capire a cosa serve, non ho ben afferrato sul punto dove tu mi dici che il dito sorregge il peso dell'avambraccio, Faccio un'esempio: una caduta fatta con il peso giusto corretto  con il 2° dito che schiaccia fino in fondo il tasto quindi a questo punto il dito sorregge il peso dell'avambraccio....,se io mi metto a fare una scala di 5 note e per ogni dito sorreggerei il peso dell'avambraccio non pensi che sarebbe troppo eccesivo? Non so' se sbaglio ma al momento che uno suona il peso sia minore tenendo un po' sollevato l'avambraccio?
P.S. Czerny op.261  e Hanon che differenza passa? Quale sceglieresti per la tecnica?
Grazie sempre per i tuoi consigli
Ciao
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Marzo 06, 2020, 01:01:53 pm
Che sia Czerny op.261 o che sia l' Hanon volevo chiederti  se gli esercizi è meglio studiarli con le varianti ritmiche.
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Marzo 07, 2020, 09:09:14 am
Grazie aspetto un tuo consiglio
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Pianoth - Marzo 07, 2020, 04:58:59 pm
Se io mi metto a fare una scala di 5 note e per ogni dito sorreggerei il peso dell'avambraccio non pensi che sarebbe troppo eccesivo? Non so' se sbaglio ma al momento che uno suona il peso sia minore tenendo un po' sollevato l'avambraccio?
Lo scopo delle cadute è di imparare ad usare il peso correttamente, ed imparare ad usare tutto il peso dell'avambraccio. Mentre si suona, il peso si dovrà controllare, si trasferirà da un dito all'altro, tramite rotazione dell'avambraccio o altri sistemi, e naturalmente c'è un azione delle dita un po' maggiore. L'importante è che non siano solo le dita a suonare, e che quando suoni hai il sistema avambraccio-polso-dita che si muove in maniera coordinata ed efficiente, altrimenti è troppo difficile avere controllo.


P.S. Czerny op.261 e Hanon che differenza passa? Quale sceglieresti per la tecnica?
Hanon contiene esercizi meccanici e ripetitivi, che di per sé non hanno un grande interesse musicale, e non sono necessariamente pratici. Czerny Op. 261, invece, contiene brevissimi studi, della dimensione di un "passaggio", e hanno un minimo interesse musicale, il che aiuta ad essere più vigili mentre li si studia. C'è anche l'Op. 821, che contiene 160 studi tutti di sole 8 battute, che tra l'altro affrontano anche tutte le tonalità e più temi tecnici, ma mediamente il livello di difficoltà è un po' più alto, alcuni studi sono davvero molto impegnativi pur essendo di sole 8 battute.
Che sia Czerny op.261 o che sia l'Hanon volevo chiederti se gli esercizi è meglio studiarli con le varianti ritmiche.
Personalmente non le ritengo come lo strumento di studio più utile al mondo, ma se ti danno benefici, perché no. Alternativamente, per ogni studio o esercizio, studierei 5 semicrome alla volta (o un movimento della battuta alla volta), assicurandomi della più assoluta chiarezza, poi 9 semicrome alla volta (o due movimenti della battuta alla volta), e così via.
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Marzo 08, 2020, 10:31:19 am
Volevo sempre ringraziarti per i tuoi consigli! Parlando sempre di tecnica......, tu sai che io 24 anni fa' ero arrivato al programma d'esame dell'8° anno ora che dovrei riprendere preferirei tornare a studiare un po' indietro tipo livello del 5° anno, guardando i miei vecchi libri ho notato che purtroppo i vari Czerny che avevo non li trovo più, al livello di 5° anno ho trovato i seguenti libri: 1) MONTANI scuola preparatoria per l'esame di 5° anno (raccolta di pezzi tipo Clementi Czerny Bach(Suite inglesi) CRAMER 2) Cramer 3) Hanon 4) MONTANI scale.
Senza spendere ulteriori soldi in altri libri cercherei di tenere per la tecnica l'Hanon so che ormai sarà sicuramente superato ma se tu mi aiutassi a dirmi quali dei 60 esercizi sono utili.... mi faresti un favore, devo studiarli tutti 60?
Grazie
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Pianoth - Marzo 08, 2020, 02:12:13 pm
Mah... Se proprio vuoi fare l'Hanon, almeno evita i primi 20, sono praticamente inutili al tuo livello.
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Marzo 08, 2020, 07:53:47 pm
Grazie. Se l'Hanon lo ritieni poco utile a questo punto posso ricomprare Czerny,......tu pensi che l'Hanon sia solo per principianti? In effetti i primi 20 come dici tu sono veramente semplicissimi di lettura quasi al livello Beyer. Io non ricordo bene quando l'avevo studiato ma sicuramente molto prima del 5° anno
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Pianoth - Marzo 09, 2020, 01:28:10 am
Ma non serve che compri altre cose, ad esempio Cramer che hai detto di avere va bene uguale
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Marzo 23, 2020, 12:58:37 pm
Sono già 15 giorni che ho ripreso e devo dire che pian piano sto' riacquistando un po' ho ripreso la tecnica del Cramer suonando a una velocità media e piuttosto leggero ......, quello volevo chiederti che se effettuo subito uno studio a velocità finale sforzo un po' con il braccio....., secondo te può essere una mancanza di tecnica? Mi consigli di studiarli lenti e accelerali gradatamente nei giorni anche con l'aggiunta del metronomo?
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Pianoth - Marzo 24, 2020, 12:11:32 am
Lo sforzo al braccio deriva da movimenti scorretti, vuol dire che mentre suoni stai assumendo posizioni che ti fanno accumulare tensione. Quando suoni più lento, cerca di percepire ogni tensione delle tue braccia, e fai il possibile per trovare un movimento che non causa tensione. In velocità dovresti cercare di replicare la sensazione del non avere tensione. Non è realmente necessario studiare con grandissima gradualità per raggiungere velocità elevate, bastano 5-6 velocità intermedie, possibilmente aumentando in maniera logaritmica: ad esempio se devi andare da 80 a 120, fai 80 - 100 - 110 - 115 - 118 - 120, invece di aumentare a gruppi sempre uguali, che sarebbe inefficiente a mio avviso. Il metronomo non è d'obbligo, ma può aiutare se non hai un buonissimo senso ritmico.
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Marzo 24, 2020, 09:39:09 am
Certo hai ragione....,ti dico che se vado ad una velocità lenta o media il braccio e polso etc rimangono rilassati (faccio l'esempio dello studio di Chopin n°2 Op-25) è un presto di velocità di una minima a 120, finché arrivo ad una velocità di 100 - 108 massimo non ho tensioni ma se dovessi mettere la velocità finale a 120 comincio a sforzare un po' ma non per tutto il pezzo ma solo in alcuni passaggi a me difficili oppure se volessi avere del rilassamento a questa velocità dovrei stare leggerissimo ma a questo punto sorvolerei alcune note e il tocco non sarebbe tanto eguagliato......., tu cosa mi consigli di fare? usare una postura dove andare molto leggero ma con il risultato di sorvolare come dicevo oppure tenere sempre una velocità inferiore fina a che arrivano le mie capacità?
Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Pianoth - Marzo 24, 2020, 09:59:58 am
Quello che mi hai chiesto è se devi cambiare il modo di suonare quando vai veloce. Ti ho detto nel precedente post invece che devi prima trovare il movimento giusto, poi devi provare ad andare veloce mantenendo lo stesso movimento. Se non riesci, vuol dire che o lo stai cambiando senza rendertene conto (in tal caso vuol dire che devi arrivarci più gradualmente), o che il movimento che fai da lento non è efficiente abbastanza. Sicuramente più veloce si vuole e più aiuta stare leggeri, però non è che le dita devono iniziare a sfarfallare sui tasti, devi sempre raggiungere il fondo del tasto, senza spingere.

Titolo: Re:Aiuto!! consiglio
Inserito da: Gianluca - Aprile 16, 2020, 09:00:28 am
Consiglio! Qualcuno mi sa' indicare un'ottimo libro per le scale maggiori e minori melodiche ed armoniche per terze e per seste, per moto parallelo e contrario? Si può' dire che le scale rientrano nella tecnica? Se è si quante volte al giorno andrebbero ripetute?