0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

rosy1066

didattica
Dicembre 21, 2010, 08:31:39 pm
Da insegnante mi piacerebbe che ci fosse una sezione che parla di didattica e uno scambio di opinioni, esperienze, idee e problemi inerenti all' insegnamento.
Mi piacerebbe anche trovare spartiti di musica d' insieme adatti ad allievi dei primi anni :)
non maneggio le note meglio di tanti altri pianisti,ma le pause tra le note....ah ecco dove sta' l' arte

*

Giulio

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1367
  • La musica vale più di mille parole
    • MSN Messenger - giuggio184@yahoo.it
Re:didattica
Dicembre 22, 2010, 07:26:20 pm
molto interessante... dici di aprire la sezione qua sul forum o creare articoli dedicati sul sito? :)

*

rosy1066

Re:didattica
Dicembre 22, 2010, 11:58:21 pm
pensavo tutti e due.
discussioni e scambi  di esperienze qui sul forum
e articoli sul sito
non maneggio le note meglio di tanti altri pianisti,ma le pause tra le note....ah ecco dove sta' l' arte

*

Giulio

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1367
  • La musica vale più di mille parole
    • MSN Messenger - giuggio184@yahoo.it
Re:didattica
Dicembre 28, 2010, 04:02:45 pm
Sarebbe una bellissima idea.

Per il forum non ci sono problemi, fra qualche giorno la aprirò... sicuramente :)

Per quanto riguarda il blog, tu come lo struttureresti?

*

rosy1066

Re:didattica
Dicembre 29, 2010, 09:34:12 pm
  Devo dire subito che non sono esperta di queste cose. Pensa che prima di risponderti sono andata a cercare in internet cosa significa " blog " . Quindi le cose che dico potranno essere baggianate o non attinenti. Sarebbe meglio che ci pensasse qualcuno piu' esperto di me.
Detto questo, la mia richiesta di un blog si basa tutto sulla mia esperienza e sulle problematiche legate ad essa.
Per esempio:
ho allievi che non amano Bach, e lo suonano così male, così malvolentieri che mi pone davanti un grosso problema. e cioe' : sapendo che non lo apprezzeranno mai, non lo studiano e non lo suoneranno se non con passione, almeno dignitosamente, devo cambiare percorso e far studiare loro altro?
Per me e' una grande sofferenza. Io poi sono un tipo di insegnante molto esigente, non riesco a far andare avanti i ragazzi se i brani che mi portano non sono ben fatti.
Peraltro mi rendo anche conto che i miei allievi che non amano bach sono quelli che hanno una blanda passione per il piano e certo non pensano di diventare musicisti da grandi.
Ci sono esperti che trattano questo tipo di problematiche: i rapporti con gli allievi, capire il metodo   piu' adatto ad ognuno di loro ecc.
Quindi qualche articolo che approfondisca questi argomenti sarebbero molto interessanti.
Da questi articoli si puo' trovare spunto di discussione sul forum
Un articolo letto alcuni anni fa, identificava  due modalita' di apprendimento usato dalle persone : uno visivo e uno uditivo
Faccio un esempio:
Il tipo visivo ha bisogno di immagini, di vedere quello che deve imparare.gli allievi suonano meglio se hanno lo spartito davanti. io faccio parte di questo gruppo. devo sempre abbinare ad un' immagine quello che voglio ricordare altrimenti lo dimentico.
Il tipo uditivo, deve sentire  quello che devono imparare e poi ripetono. sono quelli che fanno fatica a leggere la musica, suonano esclusivamente a memoria guardandosi solo le mani.
Questo articolo mi e' stato molto utile perche' ho adottato due metodi di insegnamento diversi adatto alle caratteristiche dei miei allievi.
E' anche utile trovare pubblicazioni che parlino di metodologia.
Io ho un libro che adoro.
si chiama, L' arte del pianoforte di Heinrich Neuhaus dove sono raccolte le esperienze didattiche e artistiche dell' autore, grande pianista e insegnante.
Non mi viene in mente nient' altro, scusate la lunghezza.
non maneggio le note meglio di tanti altri pianisti,ma le pause tra le note....ah ecco dove sta' l' arte

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
Re:didattica
Dicembre 29, 2010, 10:26:05 pm
rosy sappi cmq che si può passare da una categoria all'altra esperienza personale... sono passato dal suonare a orecchio praticamente solo a orecchio ma avevo 12 anni.... ora suono preferibilmente quello che leggo anche se avendo memoria visiva è meglio così.... la cosa buona è che se imparo una cosa è dura che me la dimentico...

dimenticavo... fino a poco tempo fa odiavo Bach e più in generale la polifonia ora lo adoro.... questo è successo quasi "dalla mattina alla sera" sono dell'idea che quelli che sanno veramente suonare Bach sono molto pochi e se non si fa Bach a dovere diventa una schifezza per quello non potevo sentirlo e questo mi  portava a a farlo tanto per farlo...
Ultima modifica: Dicembre 29, 2010, 10:32:38 pm da antares
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

*

Giulio

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1367
  • La musica vale più di mille parole
    • MSN Messenger - giuggio184@yahoo.it
Re:didattica
Dicembre 31, 2010, 09:13:15 am
  Devo dire subito che non sono esperta di queste cose. Pensa che prima di risponderti sono andata a cercare in internet cosa significa " blog " . Quindi le cose che dico potranno essere baggianate o non attinenti. Sarebbe meglio che ci pensasse qualcuno piu' esperto di me.
Detto questo, la mia richiesta di un blog si basa tutto sulla mia esperienza e sulle problematiche legate ad essa.
Per esempio:
ho allievi che non amano Bach, e lo suonano così male, così malvolentieri che mi pone davanti un grosso problema. e cioe' : sapendo che non lo apprezzeranno mai, non lo studiano e non lo suoneranno se non con passione, almeno dignitosamente, devo cambiare percorso e far studiare loro altro?
Per me e' una grande sofferenza. Io poi sono un tipo di insegnante molto esigente, non riesco a far andare avanti i ragazzi se i brani che mi portano non sono ben fatti.
Peraltro mi rendo anche conto che i miei allievi che non amano bach sono quelli che hanno una blanda passione per il piano e certo non pensano di diventare musicisti da grandi.
Ci sono esperti che trattano questo tipo di problematiche: i rapporti con gli allievi, capire il metodo   piu' adatto ad ognuno di loro ecc.
Quindi qualche articolo che approfondisca questi argomenti sarebbero molto interessanti.
Da questi articoli si puo' trovare spunto di discussione sul forum
Un articolo letto alcuni anni fa, identificava  due modalita' di apprendimento usato dalle persone : uno visivo e uno uditivo
Faccio un esempio:
Il tipo visivo ha bisogno di immagini, di vedere quello che deve imparare.gli allievi suonano meglio se hanno lo spartito davanti. io faccio parte di questo gruppo. devo sempre abbinare ad un' immagine quello che voglio ricordare altrimenti lo dimentico.
Il tipo uditivo, deve sentire  quello che devono imparare e poi ripetono. sono quelli che fanno fatica a leggere la musica, suonano esclusivamente a memoria guardandosi solo le mani.
Questo articolo mi e' stato molto utile perche' ho adottato due metodi di insegnamento diversi adatto alle caratteristiche dei miei allievi.
E' anche utile trovare pubblicazioni che parlino di metodologia.
Io ho un libro che adoro.
si chiama, L' arte del pianoforte di Heinrich Neuhaus dove sono raccolte le esperienze didattiche e artistiche dell' autore, grande pianista e insegnante.
Non mi viene in mente nient' altro, scusate la lunghezza.

Grazie Rosy.

Prenderò sicuramente quel libro e lo leggerò. Sarebbe bello, sulla didattica avere molto più materiale a disposizione su cui lavorare e sopratutto persone, che come te, possono dare il loro contributo di esperienza.

Hai altri libri da suggerire?

Quale argomento affronteresti per primo? Io e Christian qualche volta abbiamo provato a buttare giù qualche riga su questi argomenti, ma sicuramente persone esperte come voi potranno aprirci un mondo.

Quindi siamo qua pronti ad afferrare suggerimenti preziosi!

Buon anno :)