Post recenti

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 10
11
Quale pianoforte? / Consiglio Acquisto Pianoforte digitale
« Ultimo post da Sav il Maggio 19, 2018, 07:55:13 pm »
Ciao a tutti ragazzi,sto valutando l'idea dell'acquisto di un pianoforte digitale; Possiedo già un pianoforte verticale Yamaha U2 acquistato qualche anno fa con il quale mi sono trovato sempre bene e ho imparato a suonare,tuttavia ora sono fuori sede per motivi di studio e non ho ne la possibilità di trasferirlo ne eventualmente lo spazio dove sistemarlo,perciò ho iniziato a guardare qualche modello su internet e ho provato in negozio gli arius ydp 143 e ydp 163 e il clavinova clp 625 della Yamaha.Tra i tre il più convincente al tatto mi è parso il clavinova,tra i due arius invece la differenza era minima.tuttavia non vorrei spendere più di 1000€ e il clavinova costa 1400€,i due arius invece 700  il 143 e 850 il 163.
Diciamo che il mio livello di preparazione è intermedio, tipo quinto anno di conservatorio per capirci e quindi non ho grandi pretese di studio,ma lo compro più che altro in quanto amante della musica e quindi per divertirmi suonando. Voi conoscete i suddetti modelli? Potete darmi qualche consiglio per l'acquisto? tenendo conto che non vorrei spendere più di 1000 euro... Grazie a tutti
13
Quale pianoforte? / Re:Casio AP470 vs Yamaha CLP625
« Ultimo post da Carlito il Maggio 18, 2018, 02:04:52 pm »
Grazie per la risposta!

Il mio consiglio comunque è di andare in un negozio e provarli tutti e due..
Il mio problema, come forse avranno tutti i principianti, è che non ho ancora la competenza e/o l'esperienza per capire se un pianoforte è migliore di un altro, soprattutto a livello di meccanica, ahimè, per questo domandavo consiglio. A intuito direi che essendo i due prodotti più o meno nella medesima fascia di prezzo, mi aspetterei che abbiano caratteristiche e prestazioni tutto sommato compatibili, e questo rende più difficile a un neofita come me il poter dire "questo va un pochino meglio di quest'altro".

PS: la tastiera del Casio è più rumorosa dello yamaha, almeno negli stage piano.
Nel senso che a pianoforte SPENTO, la tastiera dovrebbe fare meno rumore possibile premendo e rilasciando i tasti? Questo potrebbe essere un buon consiglio, grazie!
14
Di tutto e di più / Re:Metodo di studio
« Ultimo post da sergio26 il Maggio 18, 2018, 12:20:06 am »
Grazie mille Paola, sei sempre gentilissima! In effetti non saprei proprio come uscire dall'empasse se non con qualche dritta di un esperto. Penso anche che sia impossibile stilare un programma di studio da seguire, sebbene abbia provato a seguirlo sul Levine ma senza successo :S

Ciao Sergio,
non è facile imparare il jazz da autodidatti, perché non esiste una metodologia unica e ogni insegnante ha la sua.

Il mio consiglio è, dato che le basi te le sei fatte, di contattare comunque un insegnante, non per andare a lezione sempre, ma una tantum, che so una volta al mese, che ti costerebbe quanto l'acquisto di un libro, per avere delle linee guida su cosa fare in autonomia e un riscontro di quanto fatto ogni tanto per sapere se stai facendo bene.

Il migliore esercizio nella mia esperienza resta l'ascolto dei grandi e la trascrizione (intesa non come scrittura pedissequa degli assoli sul pentagramma, bensì come riproduzione al pianoforte di quanto ascolti, per assimilare il linguaggio, la pronuncia, e arrivare con l'esercizio ad elaborare un tuo personale modo.

Ma ti ripeto, la cosa migliore che puoi fare in questa fase per andare avanti è farti sentire da qualcuno e prendere qualche lezione, vedrai che ti gioverà molto e potrai poi procedere da solo.
15
Problemi tecnici / Re:midi yamaha psr-48
« Ultimo post da sergiomusicale il Maggio 17, 2018, 07:39:57 pm »
Hai consultato il manuale? lo puoi scaricare dal link che ti metto qui sotto (dopo estrai, perché e zippato, e trovi i comandi midi nel file PSR48E_2)
https://it.yamaha.com/it/products/contents/keyboards/downloads/manuals/index.html?k=&c=keyboards&l=en&p=12
qui vedi cosa si riesce a fare... ovviamente il segnale viene elaborato dal ricevente...
https://www.youtube.com/watch?v=QWF1cXpZ1Z0
come fare
https://www.youtube.com/watch?v=5KvsQFdHS-k&t=307s
https://www.youtube.com/watch?v=7Qxt1SCXdKc
16
Innanzitutto, grazie per i contributi.
So quanto l'argomento sia delicato e difficile- e spesso per questo allontanato con argomenti tipo " questo non e' il posto dove parlerne" o " questo non e' il pubblico giusto".
Ma sono contenta che nonostante questo invece, ne stiamo parlando.
Si', qualunque abuso va condannato. E la verita' e' che nessuno direbbe il contrario. Ma nei fatti c'e' spesso un muro di vergogna e una pressione sociale che impedisce anche soolo di parlarne (anche se finalmente qualcosa si sta muovendo).
Il motivo per cui ho proposto l'argomento e' per cercare di creare una consapevolezza laddove magari e' ancora solo una intuizione (spesso gli studenti sono giovani vulnerabili in cerca di una strada) e magari creare una comunita' di artisti responsabile e di supporto.
E tra l'altro: abuso non e' sempre assalto fisico. Anzi. Abuso e' usare pressione emotiva per fare sentire l'altro costretto a certe reazioni. Abuso e' alludere a situazioni che implicano una violazione dell'intimita'. Abuso e' insultare e sminuire una persona e/o le sue emozioni. E le vittime non sono sempre e solo donne, come gli aggressori non sono solo e sempre uomini. E no, le donne non sono una categoria debole: si tratta di vulnerabilita'.
Detto questo voglio condividere un fatto personale: un mio "insegnante" mi chiese di fare da gira pagine ad un concerto da camera. Il concerto era fuori citta' e sarei rimasta in albergo spesata. Quando mi ha accompagnata in albergo (dove anche lui dormiva) dopo il concerto, ha sentito la necessita' di entrare nella mia stanza per "controllare" che fosse tutto a posto (albergo a 5 stelle). Io aspettai solo che lui si decidesse ad uscire.
Questo tipo di comportamento, dove qualcuno si sente in diritto di aiutare se stesso nello spazio dell'altro, e' abuso.
E no, non sarebbe dovuto accadere soprattutto considerando il tipo di rapporto (insegnante- allievo).
Questo per portare un esempio di cio' che credo sia socialmente accettato, ma assolutamente tossico.

Ancora grazie per gli interventi e spero se ne aggiungano altri!


17
Problemi tecnici / midi yamaha psr-48
« Ultimo post da pokinmba il Maggio 17, 2018, 05:43:30 pm »
Buongiorno, ho una tastiera yamaha psr-48 e vorrei collegarla con l'ipad tramite uscita midi per utilizzare l'app simply piano, dopo aver acquistato un commutatore midi-usb e relativo adattatore usb-ipad e aver collegato i cavi midi "al contrario" in nell'out e viceversa (avevo provato comunque anche a collegarli nell'altro verso) non riesco comunque ad attivare l'uscita midi, tant'è che il led del commutatore midi-usb non si accende e questo credo indichi che non arriva il segnale dalla tastiera, ho letto le istruzioni provando a cambiare qualche impostazione della tastiera stessa(tenendo premuto il tasto midi + tasto 0 o 1...) ma niente da fare...mi sapreste gentilmente aiutare?
Grazie in anticipo
18
Di tutto e di più / Re:Metodo di studio
« Ultimo post da Paola il Maggio 16, 2018, 05:02:33 pm »
Ciao Sergio,
non è facile imparare il jazz da autodidatti, perché non esiste una metodologia unica e ogni insegnante ha la sua.

Il mio consiglio è, dato che le basi te le sei fatte, di contattare comunque un insegnante, non per andare a lezione sempre, ma una tantum, che so una volta al mese, che ti costerebbe quanto l'acquisto di un libro, per avere delle linee guida su cosa fare in autonomia e un riscontro di quanto fatto ogni tanto per sapere se stai facendo bene.

Il migliore esercizio nella mia esperienza resta l'ascolto dei grandi e la trascrizione (intesa non come scrittura pedissequa degli assoli sul pentagramma, bensì come riproduzione al pianoforte di quanto ascolti, per assimilare il linguaggio, la pronuncia, e arrivare con l'esercizio ad elaborare un tuo personale modo.

Ma ti ripeto, la cosa migliore che puoi fare in questa fase per andare avanti è farti sentire da qualcuno e prendere qualche lezione, vedrai che ti gioverà molto e potrai poi procedere da solo.
19
Presentiamoci / Re:Ciao
« Ultimo post da Paola il Maggio 16, 2018, 04:55:40 pm »
Ciao Caterina, benvenuta e complimenti per il tuo lavoro, per il lavoro di mamma e per la passione per la musica.
Cosa stai studiando?
20
Di tutto e di più / Re:Parliamo di abuso nella relazione studente- insegnante
« Ultimo post da Paola il Maggio 16, 2018, 04:54:46 pm »
L'argomento è molto serio e importante. Personalmente, e per mia fortuna, non ho esperienza in merito, ma so che può accadere e non solo nel contesto musicale. Ovviamente va condannata ogni forma di abuso, soprattutto se esercitata da figure che dovrebbero svolgere un ruolo educativo non solo a livello professionale, ma anche formativo a livello umano.
Recentemente le cronache hanno portato alla ribalta molti fatti relativi al tema, penso all'ambiente cinematografico dove sono scattate denunce multiple e ben oltre i tempi in cui i fatti si sono svolti, a conferma della triste realtà di un'ingiustizia reiterata e purtroppo ancestrale.
Da donna posso solo auspicare che emerga una forza più forte della paura e della vergogna in ognuna di noi e che spinga a denunciare sempre alle autorità competenti qualsiasi violazione della persona, che sia fisica, ma anche emotiva e mentale in genere. Per fortuna qualcosa si sta muovendo, basta anche il fatto che se ne parli, cosa fino a qualche tempo impensabile.
Pagine: 1 [2] 3 4 ... 10