0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

peppotronix

Verticale o Coda? HELP...
Giugno 06, 2012, 09:46:55 am
Salve ragazzi volevo porvi una domanda. Mi trovo al 4 anno di conservatorio e il mio attuale verticale mi sa sia giunto al punto di non ritorno e in questa settimana sto considerando l'acquisto di un nuovo strumento.
Premetto come voi sapete che al mio attuale anno occorre esercitarsin facendo molta tecnica e non vorrei che un coda sia sprecato per questo ( anche se per il 7^ o 8^ diventerà quasi indispensabile). Vi pongo i miei quesiti e spero nella vostra gentilezza  :)

1) meglio fare la spesa una volta acquistando un quartino di coda, o prendere un verticale (visto che sono ancora al quarto) e puntare sul quartino o mezza coda piu in la?
2) un piano a coda suonando parecchio al giorno come un verticale , apporterebbe più problemi ( problemi intesi al piano) ?
3) cosa ne pensate secondo la vostra esperienza sui quarto di coda kawai , come suono , meccanica e durevolezza nel tempo che sia adatto fino all'esame di 5^ accademico e oltre  (non ricordo se sia serie GM o GE quello visto)?


Grazie 1000 ragazzi  :)

*

Riccardo

Re:Verticale o Coda? HELP...
Giugno 08, 2012, 02:01:07 pm
se sei già al 4 ed hai intenzione di continuare fino al diploma ti conviene una volta per tutte acquistare un coda...ti assicuro che non ti comporta problemi tecnici anzi ti aiuta a miglioraree la tuaa stessa tecnica in maniera incredibile!!!....però ti sconsiglio assolutamente di acquistare un kawai è un pianoforte che un tempo era buono ma adessso la qualità di fabrica è scesa notevolmente....se compri un mezza coda ti consiglio un yamaha g2 o c2 se poi puoi spendere di più il meglio è un yamaha c3 come quello che utilizzo io per circa 8 ore al giorno...qundo non ho scuola ovviamente.. ;)

*

marc maggio

Re:Verticale o Coda? HELP...
Giugno 08, 2012, 10:59:26 pm
Quello che posso consigliarti è di comprare un pianoforte usato.Facendo un esempio su Yamaha C3,un usato può variare trai 10mila e 12mila€,nuovo ti costa già 18/20mila€ differenze? Nessuna!! Ovviamente fai appello al tuo accordatore di fiducia e se non ne hai uno vai sul sito dell'AIARP selezionando la tua regione.È importante  perché ti aiuterà a valutare se lo strumento scelto è in buone condizioni o no!
se hai le possibilità economiche cerca di scegliere uno strumento definitivo,che ti porterà in questo viaggio favoloso per tutta la tua vita.
È importantissimo che tu faccia una regolare manutenzione del tuo strumento sia dell'accordatura(almeno 2 volte l'anno) che della meccanica(una volta ogni 3/4anni). Abbine cura .per evitare deterioramenti,se puoi fai montare un piano life saver.È un deumidificatore ed umidificatore che regola il microclima all'interno del pianoforte,sul mio sito trovi tutto il dettaglio in pdf.Migliora la tenuta dell'accordatura,evita gli ossidi sulle parti metalliche come le corde e preserva una troppa umidità sulle parti in legno!! Sono tante cose ma se vuoi una coda che dia il massimo delle sue potenzialità,il consiglio di un tecnico accordatore SPECIALIZZATO è primordiale!
Un saluto

*

sergiomusicale

Re:Verticale o Coda? HELP...
Giugno 09, 2012, 08:59:34 am
Concordo pienamente con quello che ha detto marc maggio   ;). Per quanto poi riguarda la marca non credo sia solo la Yamaha una possibile scelta, il ventaglio può essere molto ampio, dipende, come spesso detto, dal gusto personale. E' vero che vi sono differenze notevoli tra le varie case costruttrici, ma è forse più importante la buona manutenzione nel tempo che non la scelta iniziale (ovviamente entro in certi limiti). Un ottimo pianoforte mal tenuto suonerà peggio di un buon pianoforte ben tenuto. L'esperienza del "buon tecnico" ti metterà al riparo da brutte sorprese e può garantirti anche nell'acquisto di un pianoforte vecchio che meriti di essere ripristinato. In altri post si è parlato anche di restauro di pianoforti d'epoca (Lo Steinway di Puccini ad esempio) ritornati all'antico fasto. Il pianoforte è uno strumento ancora (in un certo senso) "artigianale", perchè, a parte i materiali e le tecniche costruttive "unplugged" vive nel tempo della cura e della messa a punto umana, ma proprio per questo è unico irripetibile e MERAVIGLIOSO   :P  . Il consiglio (riprendendo ancora marc maggio) potrebbe essere quindi di trovare prima il buon accordatore di fiducia e poi procedere all'acquisto del pianoforte, dopo aver instaurato con il tecnico un rapporto di collaborazione ed aver espresso tutti i propri desiderata .... in ultimo la tua sensibilità e gusto .... ricordati che devi essere "Innamorato"  del tuo strumento :-*, solo così volerai tra le stelle!!!   ::)

peppotronix

Re:Verticale o Coda? HELP...
Giugno 11, 2012, 04:03:45 pm
Grazie 1000 davvero ragazzi  per i vostri utili consigli , ne farò buon uso e spero di trovare presto il mio prossimo amico  :D

*

Lorenzo221

Re:Verticale o Coda? HELP...
Giugno 28, 2012, 01:02:23 pm
Secondo me questa è una tra le soluzioni migliori: 
Dopo il silenzio, ciò che più si avvicina a esprimere l’ineffabile è la musica.
E. Jabès

*

sergiomusicale

Re:Verticale o Coda? HELP...
Luglio 20, 2012, 10:06:09 pm
A vederlo sembra una follia modernista... :o  in realtà è un esempio di "Harp Piano", già presente in tempi passati:
http://pianologist.com/piano-news/harppiano/
...ed ecco una vista molto ampia, nella quale ci sono però molti "intrusi"... ;)
http://www.google.it/search?q=%22harp+piano%22&hl=it&client=firefox-a&hs=lDf&rls=org.mozilla:it:official&channel=np&prmd=imvnsfd&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ei=ObgJUJ_2LMGXhQf8ns3_CQ&ved=0CFkQsAQ&biw=1374&bih=733

*

Lorenzo221

Re:Verticale o Coda? HELP...
Luglio 22, 2012, 03:26:34 pm
Di pianoforti così, ne esistono, l'harp piano è leggermente diverso, questo è un pianoforte a giraffa, l'harp piano lo definirei più un clavicembalo a giraffa ;D.
E tanto per precisare ne esistono di pianoforti bizzarri:
- A piramide:
- Cabinet:
- Pianino:
- A tavolo:
- Da viaggio (acustico):
Compresa poi la linea Art Designe della schimmel:


La mia era un misto tra una battuta ed una considerazione un po' bizzarra che può influire nella scelta. ;)
Dopo il silenzio, ciò che più si avvicina a esprimere l’ineffabile è la musica.
E. Jabès