0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

fabiseb

yamaha U1 rigenerato o B1 nuovo ? o.....U3 !
Luglio 23, 2013, 06:39:45 pm
Chiedo scusa se ogni tanto vengo a rompere in questa rubrica, ma ho poco da dire sul forum, mi limito a leggere, ho 62 anni, suono da quasi due per diletto e il pianoforte digitale comincia a starmi veramente stretto,

Ho letto decine di volte tante discussioni sulla scelta del pianoforte, vorrei provarne tanti, come spesso consigliate, ma:
1) nella mia zona ( Bassano del grappa ) c'è un solo negozio di pianoforti, ancora una volta che vado a rompere mi caccia, e poi la scelta è quella che è. 
2) non è che sia poi ancora in grado di giudicare un pianoforte

Avrei deciso di orientarmi su uno Yamaha verticale, vuoi perchè molto " gettonato " , vuoi perchè in effetti tastiera e suono , per quel poco che ho provato, mi sembrano adatti .

Il mio dubbio è, a quasi parità di costo, un U1 rigenerato o un B 1 nuovo ?

Stamattina sono andato fino a Castelfranco dove c'è la filiale di un negozio di Padova abbastanza grosso, speravo di poter fare un paragone fra i due strumenti, ma avevano solo un U3 rigenerato, oltre a vari altri pianoforti usati ( fra cui un kaway che non mi dispiaceva )

Resto col dubbio. Qualcuno può darmi il suo parere ?

E poi, se non oso troppo e se non infrango qualche regola ,magari un altro consiglio :  ma un negozio veramente fornito ( e possibilmente serio ) qui in veneto ? Non vorrei fare chilometri per nulla
 Grazie
Ultima modifica: Dicembre 14, 2013, 08:48:34 am da fabiseb

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1335
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:yamaha U1 rigenerato o B1 nuovo ?
Luglio 23, 2013, 09:47:01 pm
In linea di massima U1!!  Ma c'è bisogno che tu mi dica la matricola di quel pianoforte, in modo tale che io possa verificare quanti anni abbia! ;)
Se avesse 20 anni ti direi U1 Tutta la vita!!!!!!!!! ;)

Il b1 l'ho avuto ed ha molti limiti ....
Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/

fabiseb

Re:yamaha U1 rigenerato o B1 nuovo ?
Luglio 23, 2013, 10:47:07 pm
Grazie Christian, Immaginavo una risposta del genere.

L' U 3 che ho visto stamattina aveva matricola 2.900.000 e qualcosa, penso che sia degli anni 70. ( comunque non voglio un U 3 , suono in una taverna di circa 25 mq col soffitto basso, 2,60 scarsi, credo che sia troppo potente )

Se ho interpretato bene i numeri di matricola seguendo le tue istruzioni un pianoforte yamaha di 20 anni dovrebbe essere quasi 5 milioni, corretto ?

Adesso mi metto a cercarlo, il negozio di Bassano ne ha uno che suona egregiamente, l'ha provato anche il mio maestro, ma non ho visto il numero.

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1335
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:yamaha U1 rigenerato o B1 nuovo ?
Luglio 23, 2013, 10:48:57 pm
Sì, all'incirca sì! ;)
Qui c'è il quadro delle matricole: http://www.pianosolo.it/come-conoscere-leta-di-un-pianoforte/
Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/

*

RobertoM

Re:yamaha U1 rigenerato o B1 nuovo ?
Luglio 24, 2013, 12:29:29 pm
Io posseggo un Burger & Jacobi, credo sia svizzero, come posso sapere l'anno di fabbricazione dato che il link postato si riferisce ad un altra marca ?

Grazie, ciao.

Roberto.

fabiseb

Ragazzi, come spesso succede alla fine ho agito d'impulso.  oggi ho girato tutti i negozi di Padova, ho finalmente provato il B1 e non mi è piaciuto, ma nelle orecchie avevo il suono di quel kawai visto a Castelfranco, alla fine sono tornato li, lo ho provato ancora, un bel suono squillante, al pari ( quasi ) dell' U3 li a fianco, una bella tastiera " facile " , e alla fine nonostante fosse bello vecchio ( seconda metà anni 60 ) , dopo una feroce contrattazione l'ho preso, risparmiando parecchio, ma parecchio rispetto a uno yamaha usato. Ho sbagliato ? Lo scopriremo solo vivendo  ;D . Per ora conto le ore che me lo vengano a consegnare. E poi, ad ogni modo, il venditore mi ha sottoscritto un patto di riacquisto alla stessa cifra se entro cinque anni voglio cambiarlo con qualsiasi altro strumento dello stesso valore o superiore. magari divento bravino e mi regalo un coda  8)

A questo punto .... vendo pianoforte digitale  ;)
Ultima modifica: Luglio 25, 2013, 07:16:28 pm da fabiseb

*

RobertoM

Complimenti x l'acquisto, vedrai che bello! Anche io avevo un digitale e poi sono passato all'acustico (verticale) ed è un altro mondo, te lo garantisco.

L'unica cosa che rimpiangevo del digitale era la possibilità di suonare in cuffia ad orari altrimenti vietati ed infatti dopo qualche anno ho comprato e fatto installare un sistema silent che utilizzo tutte le sere, per migliorare il suono campionato che viene fornito con il sistema silent utilizzo ora il software Pianoteq installato sul mio Mac.

Buon divertimento e...ti auguro di diventare bravo x l'acquisto di un bel CODA!!!!

fabiseb

Grazie RobertoM , io non ho il problema degli orari, abito in una villetta bifamiliare e ai vicini non da fastidio il suono del pianoforte, entro certi limiti logicamente, ma diciamo che fino alle dieci di sera non disturbo.
Domani finalmente me lo consegnano, non sto nella pelle .  :)

*

maria_pianista

Ciao, avevi fatto un giretto da Zin a Padova? È un negozio parecchio fornito.

fabiseb

Si, ci sono stato, aveva diverse cose interessanti, tra cui un U1 ricondizionato da loro, non dalla casa, e diversi pianoforti di fascia più economica, tra cui un rientri noleggio a prezzo interessante. Aveva pure un vecchio pianoforte tedesco d'epoca, di quelli coi candelabri, che sicuramente non faceva al caso mio, ma il suono non era per davvero niente male.

Ma poi si sceglie un po' col  portafoglio, un po' con la ragione, e tanto col cuore, quel kawai mi era piaciuto, andando anche contro il parere del mio maestro che non ama i kawai ( grazie, ma per uno yamaha ci volevano almeno 1.000 euro in più ) .

*

maria_pianista

Ottimo! L'importante è trovarsi poi bene con quello che si acquista.
Io vivo a Padova e ho comprato proprio da Zin due anni fa un digitale Clavinova 320 nuovo. Non me ne sono pentita di aver comprato un digitale perché qui in condominio non avrei potuto suonare con le limitazioni che impone il non voler disturbare, sia i vicini che la famiglia soprattutto quando ripeto all'infinito uno stesso esercizio! ;-)

Io studio durante la settimana proprio la sera e il fine settimana un sacco di ore. Mi sono pentita invece di aver comprato il pianoforte senza aver avuto l'occasione di provarne diversi, come giustamente hai fatto tu. In quel momento non avrei potuto capire molto da sola le differenze; anche mia figlia cominciava a studiare nel Liceo Musicale e occorreva comprare subito.

Ora a distanza di un po' di tempo, mi chiedo se abbiamo fatto la scelta giusta. Io sento moltissimo la differenza tra i vari registri di piano del Clavinova... e stanno cominciando a non piacermi. Mi sembra a volte un po' "chitarroso" negli acuti e senza tanta risonanza nei gravi. O al contrario, con un altro registro i bassi si sentono troppo e poco brillanti gli acuti. Sento tanta, tantissima differenza tra il digitale e il verticale (quello che ha la mia maestra). La differenza nel tocco è molto forte e quando cambio strumento sbaglio un sacco. Questo mi manda proprio in bestia. Quando vado a lezione e mi siedo davanti a quel pianoforte mi sento a disagio, come davanti a un supersconosciuto che crea soggezione. Mi chiedo se sia proprio il Clavinova ad avere la colpa di questo e il fatto che qui a casa studio quasi sempre con le cuffie! ;-)

Niente, giusto per conoscerci di più, "Fabiseb". Scusa se ho approfittato del tuo thread per raccontare qualcosa che non c'entra niente con il topic.

Complimenti intanto per il tuo splendido Kaway! C'è chi lo preferisce al Yamaha. Se ti trovi bene, hai fatto la scelta migliore

*

antares

  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 3102
  • pianista perdigiorno ma non perditempo
le cuffie influiscono notevolmente parlo per esperienza personale l'uscita dalle cuffie non sempre è buona.....
Suonate con tutta la vostra anima e non come un uccello ben addestrato. (Johann Sebastian Bach)

Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta ciò che determina la bellezza e il carattere dell'esecuzione (Franz Liszt)

La verità è che la vera musica non è mai 'difficile'. Questo è so

*

maria_pianista

Sì, ma al di là delle cuffie (io ho comprato un prodotto molto buono, pagato 100 euro) anche quando suono senza le cuffie non mi trovo bene con il Clavinova 320. Forse perché solo ora mi sto rendendo conto che un digitale non è un verticale e non è un coda ;-)
Per non parlare di un tasto (il si centrale) che scricchiola ed è pesante. Appena torno dalle vacanze faccio venire il tecnico della Yamaha a dare un'occhiata. Mi secca perché non è un usato, l'ho comprato nuovo due anni fa.

fabiseb

Maria, le stesse impressioni che provavo io, davanti al verticale della scuola avevo quasi soggezione e sbagliavo tutto, il primo quarto d'ora di lezione se ne andava per prendere confidenza con lo strumento, adesso spero che a settembre, quando ricomincio le lezioni, questo problema sia in parte risoloto. Ma soprattutto la differenza tra il mio casio celviano, che ai tempi avevo comprato perchè mi sembrava il migliore in quella fascia di prezzo, e il verticale è enorme nel suono oltre che nella tastiera, col digitale le note sembrano come slegate una dall'altra, e se uso il pedale invece il suono è misto e confuso. Adesso, in attesa di vendere ( spero ) il digitale siccome li ho nella stessa stanza provo a suonare lo stesso pezzo prima su uno e poi sull'altro, incredibile quanto sul verticale sia più " facile ", più " scorrevole ". Ho provato nei negozi anche digitali di fascia superiore, ma sempre quel suono che è un'imitazione e quei tasti che rimbalzano quando li rilasci. Forse bisogna salire ancora di più come qualità e prezzo, ma poi ne vale la pena ?  Penso che non ci sia storia, se uno vuol suonare il pianoforte deve suonare il pianoforte, se uno vuole suonare la tastiera è un'altra cosa, altrettanto bella ma differente.

Forse, ma ripeto le mie sono chiacchiere da principiante, la soluzione per te che abiti in condominio potrebbe essere un verticale col silent, certo che i costi salgono.

Per quanto mi riguarda ho vissuto 50 anni a Milano in condominio, adesso fin quando le gambe mi reggono per salire e scendere da un piano all'altro questa casetta non la mollo neanche sotto minaccia  :D
Ultima modifica: Agosto 04, 2013, 10:02:22 am da fabiseb

fabiseb

Riapro questa discussione per raccontare la mia esperienza sperando possa essere utile ad altri.

Il kawai non si è rivelato un buon acquisto, il timbro è squillante, i tasti scorrono lisci ma il pedale di risonanza fa un fastidioso rumore che in negozio non avevo notato ( in effetti non avevo provato il pedale ) . Inoltre c'è qualche vibrazione quando suono gli acuti di cui non riesco a capire la provenienza  :( . la causa di tutto ciò l'ho scoperta da solo aprendo lo strumento: Qualcuno ci ha messo le mani in modo maldestro probabilmente per mettere la sordina in un secondo momento, spostando il pedale di risonanza più a destra della posizione originale e praticando un nuovo foro nella leva  per la sede della molla. La molla però non lavora più esattamente in verticale ed è quella che provoca il fastidiosissimo rumore ( mi distrae al punto che sbaglio tutto ) . Le vibrazioni dovrebbero venire anch'esse dal sistema sordina impreciso.

Per la cronaca ho telefonato al negoziante che gentilmente si è offerto di mandarmi un tecnico per vedere di risolvere o di ritirarmi il pianoforte allo stesso prezzo da me pagato e sostituirlo con altro di pari o superiore valore ( come era nei patti ) Ho scelto la seconda soluzione optando per uno yamaha u1 , dice che mi farà un bello scontop per non farmi pagare troppa differenza, nel frattempo deve vedere bene cosa ha in magazzino e in arrivo e mi contatterà settimana prossima ( del resto non c'è fretta ) . Considerato che è rivenditore ufficiale yamaha spero che stavolta mi dia uno strumento valido, anche se ho visto che i rigenerati in giro sono tutti piuttosto vecchi . Va detto che per il precedente acquisto non avevo trattato direttamente col titolare.

In ogni caso mi sento di dire che per un principiante che non sa giudicare un pianoforte a prima vista è meglio rivolgersi a un negozio serio, se avessi comprato da un privato adesso mi ritroverei con un mezzo bidone. Rimango del mio parere che le richieste dei privati sono spesso troppo alte, un po' come uno che volesse vendere privatamente un'auto usata allo stesso prezzo del concessionario.

Quando arriverà il piano nuovo vi racconterò come è andata  ;)