0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Hamlet

Salve a tutti, sono nuovo in questo forum e porto un oggetto o topic che magari è già stato fortemente usato, ovvero la scelta di un pianoforte buono da comperare, nuovo od usato tra i brand più prestigiosi. Lo so, la scelta è personale e vanno provati, questo è chiaro. Il fatto è che investire un po di soldini come 40 o 50.000 euro è una cosa importante. Ho quasi 45 anni, non ho mai posseduto un piano acustico a parte il mio primo verticale dove ho cominciato i miei studi, adesso dopo tanti anni ho la possibilità e sto per fare questo passo. Suonando in giro ho avuto possibilità di mettere mano su vari pianoforti, in sale concerti (poche...) ma specialmente in jazz clubs. Il mio piano di riferimento come gusto personale è il Boesendorfer, le poche volte che ho suonato su steinway mi è piaciuto parecchio e l'ho trovato più morbido del primo. Il fatto è che non sempre suonano uguale, dipende dall'ambiente acustico. Non ho mai avuto il piacere di provare un fagiolini cui sento parlare benissimo. Se c'è qualcuno esperto, pianista o che ha avuto questo dilemma da risolvere come me prego di rispondermi, Grazie!
PS:
Da considerarsi che non ho gran posto in casa, quindi l'ideale sarebbe (purtroppo) un 155cm massimo un 170cm anche se il 170 sarebbe già grandino per dove andrà collocato....
Ultima modifica: Gennaio 26, 2012, 07:03:48 pm da Hamlet
Hamlet

*

sergiomusicale

Aggiungo anche che ogni pianoforte, specialmente quando si alza il livello, è un individuo a parte. Difficile trovare due pianoforte "uguali", anche tra i Fazioli ... ognuno è diverso dall'altro ... quindi ,se si può, si sceglie "IL" pianoforte che si è provato ed è piaciuto, si firma e ci si fa portare a casa  :P .

Riccardo FC.

Quanto mi piace il Boesendorfer...Ha le note basse come nessun altro pianoforte...

*

Carm

Dovendo comprare il piano digitale il negoziante mi ha fatto provare un coda Bosendorfer per paragonare la tastiera. É stata l'esperienza più bella della mia vita musicale. Anche un semplicissimo giro armonico di do arpeggiato era uno spettacolo. Appena ho intonato le prime note del Chiaro di Luna ho avvertito un suono delicatissimo ma al tempo stesso "forte e deciso". So che può sembrare una contraddizione, ma credo che chi ha messo le mani su un B. può capire cosa intendo.
Io fossi in te prenderei un 170 Boesendorfer, ne preferisco il timbro rispetto all'equivalente della Stainway =)
"L'arte musicale è godimento sublime per chi l'ascolta, e al tempo stesso, tormento perenne per chi la produce"

Riccardo FC.

Però una volta che posi le tue manoi su un Boesendorfer poi è difficile tornare alla realtà  ;D

*

Hamlet

Vedo che il fascino del Bösendorfer  continua negli anni senza perdere punti! Si, ho suonato spesso quello strumento e ha un suono che ti ispira, un tocco e il resto che è un vero piacere. Ripeto, lo Steinway l'ho suonato pochissime volte e intendo in concerti. Provare lo strumento 5 minuti in un negozio e suonarci in un concerto per 2 ore è differente (non parlo di musica classica...). Il rapporto fisico che si crea tra te e lo strumento e fantastico. Dicevo lo Steinway per quel poco che ricordo l'ho trovato più morbido come meccanica, tastiera molto ben calibrata. La cosa che volevo chiedervi è se ci sono altri pianoforti buoni che non sono così rinomati come questi, voglio provarne tanti prima di comprare anche se ho avuto per lo più esperienze con il Bösendorfer. Per esempio cosa ne pensate di Grotrian, Bechstein, Fazioli?? 15 anni di risparmi (per fortuna ringraziando Dio ho sempre guadagnato bene). Un altra domanda, nuovo od usato? Ho sempre suonato pianoforti usati naturalmente e sono sempre fantastici, perché un nuovo?? Grazie delle risposte, molto gentili :D
Hamlet

Riccardo FC.

Io lo utilizzo a casa del mio maestro, parlo con cognizione  ;)
C'è da dire che vorrei provare anche Steinway e Fazioli!

*

Giulio

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1367
  • La musica vale più di mille parole
    • MSN Messenger - giuggio184@yahoo.it
Ciao hamlet, se andavi a cremona pianoforte quest'anno c'era davvero l'imbarazzo della scelta!
Ho provato molti pianoforti e devo ammettere che il Boesendorfer era forse uno dei migliori: dolce, delicato ed allo stesso momento potente e deciso. Un mostro, piacevole da toccare... quasi da accarezzare :)
Ho tutti i depliant a giro da qualche parte, se vuoi do un'occhiata in questi giorni e ti dico i modelli che ho provato... ;)

*

Hamlet

Grazie Giulio, mi farebbe piacere!
Non si trovano online i listini prezzi di quelle marche top di pianoforti.
Per esempio i prezzi del baby grand della Bosendorfer, il 156, credo nuovo sul mercato, il più piccolo della Bosendorfer e il primo di quelle dimensioni. Cmq concordo con te, a parte i gusti rispettabili di ognuno il Bosendorfer da soddisfazioni!
Sto un po impazzendo e scervellandomi prima ancora di provare pianoforti in giro. Be, prima vorrei proprio informarmi e provare solo una determinata fascia di pianoforti invece di girare e metterci anni provando ogni sorta di pianoforti.
Grazie ancora....
ciao
Hamlet

*

Hamlet

   Io lo utilizzo a casa del mio maestro, parlo con cognizione 
      C'è da dire che vorrei provare anche Steinway e Fazioli! 


Si Riccardo, sul Bosendorfer so di cosa parli e ne ho suonati vari modelli.
Provati un bel Steinway e sarai lo stesso contento,
come ho già detto per la mia esperienza ho trovato la meccanica più morbida,
come se ogni nota, arpeggio, accordo o passaggio veloce fosse aiutato a venir fuori con più semplicità.
Il Fazioli aspetto di provarlo presto e mi sa che rimarrà la dove si trova, ho appena letto che il prezzo ufficiale (non so poi i rivenditori o altro...) e di 66.000€ per il baby grand, cioè il più piccolo della serie F156, 156cm.
Hamlet