0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Marvel

Ciao a tutti,
ho 45 anni, studio il pianoforte da 1 anno (1h di lezione a settimana) conciliandolo con il lavoro. Da piccolino (8-10anni)  lo avevo già fatto e mi ero fermato al Beyer fino agli esercizi 70-80. Poi sono passati 35 anni ed ho ripreso. Al momento sono arrivato a suonare abbastanza bene la Sonatina 1 di Clementi op.36, e minuetti di Bach in Sol Maggiore BWh 114 - e Sol Minore 115, Yiruma Rivers Flows in You ed i primi 5 o 6 esercizi (fatti lentamente) del cui Czerny op. 299. Per cominciare con un budget di 600 euro avevo scelto la Yamaha DGX-640. La prima dopo solo 7 giorni ha avuto un problema ad un tasto diesis che era diventato rumorosissimo e così me l'hanno sostituita. Anche questa dopo due anni che ci suono ha 2 tasti rumorosi ed altri (specialmente nelle 3 ottave centrali ) che sono leggermente "allentati" ed hanno un rumore non fastidioso, ma "diverso" da quello dei tasti meno usati. Inoltre mi sembra che sia difficile fare bene i trilli, ed i crescendo. Non so se è un problema della mia mano che è ancora da sciogliere o se effettivamente a livello di fraseggio e di variazioni di intensità questi limiti emergono facilmente sulla DGX-640. Per questo pensavo di cambiarla, anche se il suono in cuffia lo trovo molto bello e realistico, un po' meno dagli altoparlanti quando ci si toglie la cuffia. Premetto che ho problemi di spazio e di arredo (mi servirebbe bianco) e budget (max 1000 euro)per un prodotto nuovo. Ero orientato su 3 prodotti: il Kawai CL36, la Roland F130R, e qualche Casio Privia PX-760 o 860. Dei Casio ho letto molto bene come tibrica, suono e caratteristiche, ma a livello di meccanica qualcuno si lamentava. Degli altri anche leggendo molto non sono riuscito a farmi una idea. Avete qualche consiglio tra i 3 o anche qualche altra alternativa? Grazie in anticipo.
Massimiliano

*

maria_pianista

Io direi che se potessi aumentare il tuo budget anche solo di 200 euro, ti converrebbe lasciar perdere una tastiera. Compra almeno un pianoforte digitale.

*

sergiomusicale

...il Kawai cl36 è un pianoforte digitale:
http://www.furcht.it/kwcl36.htm
e la meccanica RH, anche se non è il top della gamma...è comunque una meccanica pianistica pesata  ;)

Marvel

Forse i 200 euro in più potrei considerarli, ma il Budget è dettato dall'utilizzo. Non so quanto valga la pena salire oltre una certa cifra per me che sono principiante e no so quale livello raggiungerò nei prossimi 2-3 anni. Avrò la costanza, il tempo, la passione, le doti per crescere? E se cresco un po' un pianoforte da 1000 euro può diventare limitante da doverlo cambiare? Con uno da 1200 non succederebbe?
In ogni caso mi rendo conto che ci sono vari step nella meccanica e nel suono ed ogni volta che si sale di prezzo all'interno della stessa marca, si prende uno strumento con qualcosa in più che lo rende sempre più vicino alla meccanica e al suono di un pianoforte tradizionale.
Ho visto ad esempio il  KAWAI CN24 1190€ (meccanica RH II) o la Roland RP401R (meccanica tastiera PHA-4 Standard 1199,00).
Mentre sempre sotto i 1000 euro ho visto anche lo Yamaha Arius YDP-S51 920€ (Meccanica Graded Hammer GH) e il Casio AP-460 979€  (meccanica Tri-Sensor Scaled Hammer Action Keyboard II ).  L'importante è che oltre ad un suono gradevole (quello della  yamaha DGX640 andava già bene per il mio orecchio ancora principiante), sia anche affidabile. Forse non saprei valutare subito la qualità del suono dei modelli che ho indicato e le differenze, ma credo che suonino tutti meglio della DGX640 anche in cuffia. Pertanto l'importante è che abbia una meccanica che non mostri limiti evidenti nelle esecuzioni particolari; che sia affidabile e poco rumorosa (in modo che non mostri particolari "allentamenti" e aumento del rumore dopo1 anno o 2 di uso intenso e che dia un feeling vicino a quello di un pianoforte tradizionale, in modo che se mi trovo davanti ad un pianoforte tradizionale non diventi incapace (più di quanto non sia...  :-[ )   non riuscendo a suonare allo stesso modo con cui suono il digitale a casa.
Ultima modifica: Novembre 20, 2014, 04:32:59 pm da Marvel
Massimiliano

*

sergiomusicale

Prenditi un pò di tempo per fare le tue prove, prova tastiere di pianoforti acustici -anche coda se li trovi- (cercando di dimenticarti il suono!) e poi quelli digitali, dopo qualche prova dovresti cominciare a sentire con le dita le differenze di tocco, pensa solo a quello, il suono lo puoi sempre cambiare con programmi software, se proprio npn lo sopporti, ma il tocco non c'è proprio modo di cambiarlo....buona caccia ed...Auguri ;)

Forse i 200 euro in più potrei considerarli, ma il Budget è dettato dall'utilizzo. Non so quanto valga la pena salire oltre una certa cifra per me che sono principiante e no so quale livello raggiungerò nei prossimi 2-3 anni. Avrò la costanza, il tempo, la passione, le doti per crescere? E se cresco un po' un pianoforte da 1000 euro può diventare limitante da doverlo cambiare? Con uno da 1200 non succederebbe?
In ogni caso mi rendo conto che ci sono vari step nella meccanica e nel suono ed ogni volta che si sale di prezzo all'interno della stessa marca, si prende uno strumento con qualcosa in più che lo rende sempre più vicino alla meccanica e al suono di un pianoforte tradizionale.
Ho visto ad esempio il  KAWAI CN24 1190€ (meccanica RH II) o la Roland RP401R (meccanica tastiera PHA-4 Standard 1199,00).
Mentre sempre sotto i 1000 euro ho visto anche lo Yamaha Arius YDP-S51 920€ (Meccanica Graded Hammer GH) e il Casio AP-460 979€  (meccanica Tri-Sensor Scaled Hammer Action Keyboard II ).  L'importante è che oltre ad un suono gradevole (quello della  yamaha DGX640 andava già bene per il mio orecchio ancora principiante). Forse non saprei valutare subito la qualità del suono dei modelli che ho indicato e le differenze, ma credo che suonino tutti meglio della DGX640 anche in cuffia. Pertanto l'importante è che abbia una meccanica che non mostri limiti evidenti nelle esecuzioni particolari; che sia affidabile e poco rumorosa (in modo che non mostri particolari "allentamenti" e aumento del rumore dopo1 anno o 2 di uso intenso e che dia un feeling vicino a quello di un pianoforte tradizionale, in modo che se mi trovo davanti ad un pianoforte tradizionale non diventi incapace (più di quanto non sia...  :-[ )   non riuscendo a suonare allo stesso modo con cui suono il digitale a casa.

Per i Casio, già il privia px150 ha la nuova meccanica che citi, per cui non salirei con i prezzi perchè poi varia solo la libreria dei suoni che, in futuro, puoi sempre cambiare via software con PC (che è quello che ho in mente di fare io).
al massimo tra un paio d'anni la vendi  e ti prendi qualcosa di più professionale (il mio ideale è la kawai VPC1: solo meccanica di livello altissimo e da interfacciare con PC)

Non sono un esperto ma mi sa che più la meccanica si avvicina a quella di un acustico, più la rumorosità intrinseca dei cinematismi si senta.


Marvel


Per i Casio, già il privia px150 ha la nuova meccanica che citi, per cui non salirei con i prezzi perchè poi varia solo la libreria dei suoni che, in futuro, puoi sempre cambiare via software con PC (che è quello che ho in mente di fare io).
al massimo tra un paio d'anni la vendi  e ti prendi qualcosa di più professionale (il mio ideale è la kawai VPC1: solo meccanica di livello altissimo e da interfacciare con PC)

Non sono un esperto ma mi sa che più la meccanica si avvicina a quella di un acustico, più la rumorosità intrinseca dei cinematismi si senta.


Grazie per il consiglio. Non pensavo davvero che una tastiera da 515€ avesse la stessa meccanica di un piano da 980€ (prezzi di un negozio di Roma), credo che sia l'unico brand per cui si verifica una "stranezza" del genere. Capisco, il mobile, le migliori caratteristiche audio del AP-460, ma rimane una scelta insolita da parte di CASIO, che abbiano la stessa meccanica. Ho visto invece il VPC1 ed è fantastico come meccanica e come potenzialità, ma si entra in un altro mondo Pc performante, software, casse esterne, stand a parte, e non è quello che cerco.
Massimiliano

*

sergiomusicale

se ti è piaciuta la meccanica del VPC1 ma non desideri combattere con i collegamenti esterni puoi sempre andare sull'MP11  ...io ho l'MP10 ed è veramente una bella tastiera  ;)
qui puoi vedere la differenza costruttiva dei tre modelli che equipaggiano il mondo Kawai...
http://www.kawaius.com/main_links/digital/Features/new_actions2010.html

Marvel

se ti è piaciuta la meccanica del VPC1 ma non desideri combattere con i collegamenti esterni puoi sempre andare sull'MP11  ...io ho l'MP10 ed è veramente una bella tastiera  ;)
qui puoi vedere la differenza costruttiva dei tre modelli che equipaggiano il mondo Kawai...
http://www.kawaius.com/main_links/digital/Features/new_actions2010.html

Magariiii...andiamo troppo su con il prezzo.  :'(  (oltre i 2000) e per me che faccio ancora la sonatina 1 Op.36 di clementi , le scale (ancora nemmeno tutte)  e qualche minuetto facile di bach, mi sembrano troppi. Speravo di riuscire a cavarmela con 1000 € e proprio se vale la pena 1200, se quei 200 euro effettivamente mi danno un pianoforte digitale che merita più di quelli da 900-1000 euro e non per una marea di effetti midi che non userei o di altre caratteristiche, ma per meccanica e suono.
Se la Yamaha DGX640 non mi avesse tradito subito dopo 7 giorni quando l'ho presa nel 2012 e poi di nuovo (con quella sostituita)ora che sono quasi 2 anni che ci suono (però prendo lezioni solo da 1anno), con i suoi 2 o 3 tasti rumorosi che scricchiolano, non avrei avuto esigenza di cambiare adesso (magari sarei andato avanti altri 2 anni....)
Massimiliano

se ti è piaciuta la meccanica del VPC1 ma non desideri combattere con i collegamenti esterni puoi sempre andare sull'MP11  ...io ho l'MP10 ed è veramente una bella tastiera  ;)
qui puoi vedere la differenza costruttiva dei tre modelli che equipaggiano il mondo Kawai...
http://www.kawaius.com/main_links/digital/Features/new_actions2010.html

Magariiii...andiamo troppo su con il prezzo.  :'(  (oltre i 2000) e per me che faccio ancora la sonatina 1 Op.36 di clementi , le scale (ancora nemmeno tutte)  e qualche minuetto facile di bach, mi sembrano troppi. Speravo di riuscire a cavarmela con 1000 € e proprio se vale la pena 1200, se quei 200 euro effettivamente mi danno un pianoforte digitale che merita più di quelli da 900-1000 euro e non per una marea di effetti midi che non userei o di altre caratteristiche, ma per meccanica e suono.
Se la Yamaha DGX640 non mi avesse tradito subito dopo 7 giorni quando l'ho presa nel 2012 e poi di nuovo (con quella sostituita)ora che sono quasi 2 anni che ci suono (però prendo lezioni solo da 1anno), con i suoi 2 o 3 tasti rumorosi che scricchiolano, non avrei avuto esigenza di cambiare adesso (magari sarei andato avanti altri 2 anni....)


forse ti conviene fare un giro in un negozio e ti fai un'idea personale di come suonano.
dipende anche da quanto seriamente lo farai in futuro. io, non avendone alcuna idea, ho cominciato con un minimo accettabile e poi vedrò. :-\

A complicare le cose sta il fatto che, anche se controintuitivo, ai principianti consigliano di cominciare con sistemi buoni perchè così si progredisce meglio e si impara bene da subito. :o

Tutto non si può avere, però

Marvel

Citazione

forse ti conviene fare un giro in un negozio e ti fai un'idea personale di come suonano.
dipende anche da quanto seriamente lo farai in futuro. io, non avendone alcuna idea, ho cominciato con un minimo accettabile e poi vedrò. :-\

A complicare le cose sta il fatto che, anche se controintuitivo, ai principianti consigliano di cominciare con sistemi buoni perchè così si progredisce meglio e si impara bene da subito. :o

Tutto non si può avere, però

Sicuramente come ho tempo faccio un giro e vedo di provare una rosa di candidati; a Roma ho visto che spevi è ben fornito ed ha prezzi giusti. Qual'è il minimo accettabile con cui hai cominciato tu? Casio PX150 che citavi precedentemente?
Massimiliano

Sicuramente come ho tempo faccio un giro e vedo di provare una rosa di candidati; a Roma ho visto che spevi è ben fornito ed ha prezzi giusti. Qual'è il minimo accettabile con cui hai cominciato tu? Casio PX150 che citavi precedentemente?

per me si, per il motivo che, come specificato, la tastiera dovrebbe essere la stessa dei modelli più blasonati.
per i timbri non mi preoccupo, tanto uso solo i 3 pianoforti.

ma io sono un caso particolare, non prendermi a riferimento  ::)