Il Pianoforte > Quale pianoforte?

Problemino: tastiera o pianoforte?

(1/2) > >>

Mat98:
Salve! Io suono da due anni e uso il pianoforte digitale Casio Privia PX-110. Voi che siete esperti, potreste dirmi se è il caso di passare al pianoforte vero o continuare con questo?
Grazie mille!!

Christian:
Ciao Mat...Sinceramente ci sono molti ignoranti che consigliano a priori il pianoforte acustico, dato che per loro esiste solo quello (senza conoscere minimamente quello digitale). E ti posso garantire che ci sono pianisti che si sono diplomati con un pianoforte digitale! 10 anni di digitale. Io ora devo cambiarlo perchè il mio maestro è fissato del pianoforte acustico e perciò ahimè, lo devo cambiare...

Vedi te... Io ti consiglio di tenerti per ora il digitale per non acocllarti alcuna spesa inutile..inoltre, quando lo cambierai..non lo vendere il digitale, può sempre servire in seguito per eventi quali matrimoni, feste ecc...

Christian

MrPianoSolo:
...c'e' da dire che c'e' Digitale :-\  e Digitale ;) ...

Sicuramente una Casio o una Yamaha P85 ( per quanto a me piaccia molto ) o comunque tastiere di questo livello non sono proprio il massimo per studiare pianoforte "seriamente"...
...già con una Roland RD700 GX oppure una Yamaha CLP380 o una Kawai MP8 si possono mettere le mani su tastiere un po' migliori e francamente più piacevoli da suonare, senza comunque spendere una capitale immenso come per Roland V-Piano o Yamaha AvantGrand o vari modelli extralusso che di solito se te li puoi permettere molto probabilmente ti puoi permettere anche un bel mezzacoda ;) ...che tra l'altro è molto ma molto più piacevole da suonare... e poi al massimo se studi anche di notte va bene anche una tastiera sempre pesata ma economica...

Giulio:
Quello che posso dirti riguardo alle tastiere digitali e' la mia esperienza con la yamaha p-70 e con il pianoforte acustico Chas-Eintzman.
Praticamente quando suono con il mio pianoforte digitale e poi mi metto su quello acustico noto che:
1) Perdo velocita
2) Mi stanco il doppio.
3) Le note non sono sempre precise
Questo e' dovuto al fatto che un pianoforte acustico... rispetto ad uno digitale e' molto piu' pesante e necessita' di maggiore allenamento.
Per il resto trovo solo differenze nel tocco e nel sustain, che nella testiera non e' sempre e molto fedele.

Mat98:
Ciao! Grazie dei vostri consigli! Io adesso ho noleggiato il pianoforte verticale "Tamaka seoul" e devo dire che mi trovo meglio sul verticale. Il suono è tutta un altra storia, riesci a dare il volume che vuoi tu (nell'altro lo dovevi regolare).

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa