0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

andreax1985

Pianoforte usato in studio di registrazione
Aprile 08, 2015, 06:06:48 pm
Buongiorno, secondo voi un pianoforte verticale di X anni, tenuto in studio di registrazione a fianco di uno steinway gran coda, e usato solo per "fare musica" e non per studio, è più o meno "usato" di un pianoforte verticale della stessa età ma custodito in casa di privato (che verosimilmente ci può aver studiato sopra anche 8 ore al giorno per diversi anni nel caso di conservatorio)? In altre parole gli usati proventienti da studio di registrazione sono messi male o bene?


Re Cremisi

Re:Pianoforte usato in studio di registrazione
Aprile 08, 2015, 06:36:18 pm
Dipende ovviamente caso per caso; quello che si può dire è che un pianoforte in casa può essere stato usato tanto (ed è il caso ad esempio di chi lo vende per prenderne un altro di solito migliore) o poco (chi lo vende perché ha deciso di sbarazzarsene perché se l'è ritrovato in casa/ereditato). Un pianoforte in studio sarà probabilmente una via di mezzo come quantità di utilizzo, sarà probabilmente stato usato da molte persone diverse, ma sarà anche stato conservato in un luogo ottimale, o almeno si spera, e si spera anche che sia stato accordato costantemente. Se nel tuo caso questo piano era vicino ad uno Steinway gran coda possiamo immaginare che, a meno che i gestori dello studio non siano pazzi, le condizioni di umidità e temperatura siano state abbastanza controllate.
Poi io penso che un piano usato troppo poco sia in certi casi anche peggio di un piano usato molto, perché se uno lo usa troppo poco con ogni probabilità trascura anche la manutenzione.
Ribadisco comunque che dipende caso per caso; se hai la possibilità di vederlo e provarlo è meglio.
Ultima modifica: Aprile 08, 2015, 06:37:49 pm da °°°Re Cremisi°°°
Il pianoforte è come la nutella, ma in effetti ci sono delle lievi differenze fra le due cose.