0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

IKarmaz

Pianoforte portatile
Marzo 04, 2011, 03:51:05 pm
ciao a tutti

spero di non essere noioso dato che la metà dei topic trattano di questo tema...

mi potreste dare le vostre opinioni sui pianoforti digitali, argomento di cui sono completamente ignorante? quali modelli sono migliori? li ritenete buoni strumenti? che uso ne fate?

studio pianoforte classico e sarei propenso a prendere un digitale portatile da usare, nelle ore notturne, in alternativa all'acustico (su cui sono fermamente deciso a non montare un sistema silent)... ho provato i CasioPrivia e devo dire che mi hanno proprio deluso, meccanica (a mio parere) pessima; i Kawai m hanno fatto invece una buona impressione, ho trovato un MP5 a 1050€ e un nuovissimo MP6 a1450€; le differenze tra i due modelli sono minime anche se la tastiera mi è parsa lievemente migliore sul MP6

MP8/MP10 sono al di fuori della mia portata, anche se la meccanica di quei due strumente è insuperabile (tra i digitali, si intende)... che altro?  pessima impressione dalla roland FP4; invece mi è piaciuto il CP50 della Yamaha anche se il prezzo è lo stesso dell'MP6 e non credo che ne valga la pena...
 
ha senso prendere uno stage piano per motivi di studio? voi cosa mi consigliereste?

*

sergiomusicale

Re:Pianoforte portatile
Marzo 04, 2011, 11:30:05 pm
Direi che la scelta KAWAI MP6 potrebbe essere vincente; io ho un MP10 da due mesi e vedo che lo suono molto di più dell'acustico (proprio per lo studio, ed... alle ore più impensate). La tastiera dell'MP6 l'ho provata è mi sembra più che valida (anche se io ho poi scelto l'MP10 per la maggiore somiglianza ad un coda) e non dovrebbe viziarti la mano, quindi per me fai un buon acquisto che userai parecchio. L' MP6 è poi molto più leggero e trasportabile dell' MP10 ed ha anche validi suoni di tastiera (non presenti su MP10). BUON ACQUISTO e BUONA MUSICA!!

Re Cremisi

Re:Pianoforte portatile
Marzo 05, 2011, 12:15:12 pm
Io ho provato sia l'MP6 che l'MP5 e alla fine ho preso l'MP5 perché secondo me una differenza di prezzo così alta non era giustificata da un'altrettanta differenza di qualità. Però io l'ho comprato non tanto perché posso suonarlo di notte, visto che avevo già un altro digitale, ma per portarlo in giro con il mio gruppo.
Il silent fai bene a non montarlo, spesso quando viene montato funziona male, mentre ha senso se uno compra un piano acustico con il silent in origine.
Il pianoforte è come la nutella, ma in effetti ci sono delle lievi differenze fra le due cose.

IKarmaz

Re:Pianoforte portatile
Marzo 05, 2011, 12:48:15 pm
sì alla fine quello che devo valutare è se la tastiera dell'MP6 vale quei 400€ di differenza, o se optare per un MP5, comunque un ottimo strumento che ora stanno svendendo...

@sergio: ci credo che suoni più sull'MP10, la meccanica è quasi meglio di un verticale  :P Però io vorrei evitare di comprare un digitale che poi mi faccia dimenticare l'acustico; sarò un purista retrogado, ma sono convinto che nessun supporto digitale sarà mai all'altezza di un Bach o di un Mozart: mi sembrerebbe quasi di volarli se capite cosa intendo...

poi un'altra informazione: dal momento che questi digitali non sono dotati di casse (meglio così, piuttosto che due miseri altoparlanti da 7 Watt) come fate ad amplificarli? hanno un ingresso aux, casse come un'hi fi o si collegano ad un amplificatore? prescindendo dal fatto che lo suonerei sopratutto in cuffia...

*

sergiomusicale

Re:Pianoforte portatile
Marzo 05, 2011, 07:28:22 pm
A dire il vero devo togliere il "quasi" alla frase riferita al verticale! io ho come verticale un vecchio Klingmann che ha subito non so quante generazioni di studenti...con quel che segue... ed è arrivato veramente alla frutta!!. Dovrei sistemare la meccanica in maniera pesante e non so se ne vale la pena. Ho a disposizione però anche un KAWAI RX2, che è un mezza coda con una buona meccanica ed è su quello che faccio i paragoni. Tornando alla domanda posso dirti che l'MP10 ha varie uscite sia con segnale pilotabile dalla tastiera (ossia con equalizzatore interno), che a segnale fisso pilotabile da mixer esterno. Io uso principalmente la cuffia (una AKG MKII K141) che ha una risposta veramente buona e per sentirlo dal vivo uso una coppia di casse amplificate M-Audio studiophile BX5a deluxe collegate a Jack (la cui resa non è davvero il massimo -40 watt per i bassi e 30 per gli acuti- range 56 hz - 22khz, ma visto che se voglio sentire il piano uso l'RX2, mi accontento). Voglio comunque vedere se aggiungendo un subwoofer la resa, che al momento è un pò troppo squillante e legnosa, può migliorare.

IKarmaz

Re:Pianoforte portatile
Marzo 06, 2011, 04:01:12 pm
Wow, grazie mille per la precisione!

Comunque alla fine mi sono orientato su un MP5 (questioni di portafoglio...) vi farò sapere cosa ne penso, ma non credo ne rimarrò deluso...