0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

federicofkt

pianoforte a coda
Marzo 14, 2015, 02:06:47 pm
Sono in procinto (giugno) di acquistar un pianoforte a coda. Il budget è piuttosto basso. A dire tanto tanto 12-13 mila.
Ovviamente i carri armati da battaglia sarebbero i kawai o gli Yamaha, rispettivamente pensavo a un rx-2 o un c2 (nuovi). Ho provato diversi Yamaha e devo dire che mi fan proprio tanto tanto schifo. Per i kawai invece ho impressioni discordanti. Ho provato un rx-3 in negozio e non mi è piaciuto per nulla, zona acuta squillante e poco ricca di suono. pochi giorni dopo ho fatto un concerto su un altro rx-3 che mi ha fatto un'ottima impressione, suono caldo e bello pieno. Possibile che la stanza cambi così tanto il suono? Come faccio a sapere a casa mia come suonerà?
Per quanto riguarda gli europei invece? Mi sto orientando su schulze polmann, mi sembrano buoni, la meccanica è renner e i materiali italiani. Poi ovvio  li assemblano in cina, ma cosa al giorno d'oggi non viene assemblato in cina?
In ogni caso le priorità sono:
Che duri tutta la vita senza manutenzioni colossali (un'accordatura all'anno è ok, un controllo e una sistemata ogni 5 anche, non di più)
Che abbia,quanto più un suono caldo.

Che dite?

*

maria_pianista

Re:pianoforte a coda
Marzo 15, 2015, 07:51:22 am
Io non sono un'intenditrice, ma penso che non ci siano due pianoforti uguali anche se della stessa marca. Visto l'investimento, devi solo provarli in negozio, per qualche oretta. E se non ti convince pienamente nessuno andare in un altro negozio. Fino a quando trovi il tuo pianoforte. Sentirai suonandolo che è quello. Non guardare troppo alla marca per non avere pregiudizi di sorta. Fidati solo del suono che riesci ad ottenere.

*

sergiomusicale

Re:pianoforte a coda
Marzo 15, 2015, 08:45:10 am
Ciao, nel tuo caso non scartereri l'idea di un buon usato, facendo una scelta accurata dovresti risolvere il tuo problema con soddisfazione. Esistono sulla piazza coda restaurati a prezzi umani, che posseggono tutte le doti che cerchi, quindi sarebbe opportuno armarsi di pazienza ed iniziare una ricerca seria. Se non credi di avere le giuste competenze affiancati ad un buon tecnico accordatore e vedrai che risolvi. Importante sarebbe creare un valido rapporto con un fornitore affidabile, meglio se vicino a te. I pianoforti tedeschi sono molto affidabili e si restaurano bene resistendo poi nel tempo anche alle accordature (a differenza degli inglesi). Cura più il suono ed il tocco della parte estetica.
Inizia a capire quali sono le parti più importanti di un pianoforte dal punto di vista tecnico (nella scelta di un usato), se già non lo sai, e quali possono essere gli inconvenienti più comuni, tanto da poter instaurare un dialogo iniziale con il tuo fornitore, ma molto dipenderà anche dalla serietà della tua controparte e dalle garanzie che potrà offrirti. Vale, poi, il consiglio di maria_pianista ... il coda è un acquisto importante, lasciati affascinare da lui e compralo solo se ti fa innamorare.
Buona caccia !  ;)

fabio81

Re:pianoforte a coda
Marzo 18, 2015, 09:40:10 pm
Io penso di esserti utile...ho passato qualche tempo fa la tua stessa esperienza...per più di un anno ho girato in lungo e in largo per acquistare un pianoforte a coda ...nè ho provate di tutte le marche dai rivenditori (yamaha c3, c5 c7) e kawai (rx 2, rx3 etc.)...anche io sono stempre stato orientato sui giapponesi (anche perchè gli europei viaggiavano su prezzi esagerati)..per la mia esperienza posso dirti con sufficiente contezza che con 12.000 euro purtoppo i rivenditori ti proporranno strumenti non ottimali (a me con quei soldi mi proponevano c3 di circa 30 - 40 anni ricondizionati) che ti sconsiglio...il pianoforte a coda, visto che si tratta di un acquisto che si fa una (o poche volte) nella vita ti deve soddisfare totalmente altrimenti potresti pentirtene, se non trovi nulla di soddisfacente conviene secondo me aspettare qualche tempo e con un budget migliore acquistare uno strumento superiore.... Per quanto mi riguarda io, quando mi resi conto della situazione presso i rivenditori incominciai ad orientarmi su un buon usato...la fortuna ha voluto che incontrassi in uno strumento da un privato che non avevo mai conosciuto e provato...uno Shigeru Kawai sk6 212 cm di pochi anni di vità (è una produzione limitata ed artigianale di kawai di alta qualità) e ne rimasi subito estasiato...sia per la qualità dei materiali, e del suono morbido come i migliori coda europe...una settimana dopo era già nel mio salotto..(è uno strumento che ti consiglio anche se gli usati sono veramente rari)...quindi in conclusione per me se hai quel budget tralascia i rivenditori (che giustamente devono guadagnarsi sopra) e vai su un buon usato che però dovrai scegliere con attenzione...magari assistito da un tecnico aiarp...questa almeno è la mia esperienza...in bocca al lupo!!!

federicofkt

Re:pianoforte a coda
Marzo 19, 2015, 06:19:48 pm
Eh, conosco bene gli shigeru. Un negozio qui a due minuti da me ha un sk3 pazzesco, usato. Però vuole 20mila eurozzi... Ne avevo visto in internet un sk6 a 17mila ma non potevo comprarlo ancora (lo prendo a giugno perché mi trasferisco, non posso fare l'acquisto prima) e ora,ovviamente è sparito da mercatino musicale. Su internet non ce n'è nemmeno uno.
Ecco per uno shigeru sforerei ben volentieri la cifra, per un rx forse no...

fabio81

Re:pianoforte a coda
Marzo 19, 2015, 09:47:35 pm
Si sono completamente d'accordo con te...per uno Shigeru semi nuovo venduto da privato  (molto raro) anche io sforerei il budget...anzi anche io HO sforato il budget...al momento dell'acquisto, quando lo provai, non ci pensai due volte sentite le sue qualità...sono stati soldi proprio ben spesi ...tieni conto che un mio conoscente è venuto a provarlo a casa mia poco dopo il mio acquisto e mi chiese se ero disposto a venderglielo (offrendomi E 21.000)...ancora è nel mio salotto :-)