0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

whitu

Passare alla tastiera pesata? Perché?
Giugno 15, 2011, 03:57:12 pm
Ciao a tutti,
sono nuovo e ho iniziato (un po' tardi, ho 35 anni) a suonare la tastiera (come pianoforte) da due mesi, grazie anche all'aiuto di questo bel sito.
Tra lavoro e famiglia riesco a dedicare allo studio solo un'ora per cinque volte la settimana e, come livello, sono arrivato all'esercizio n. 61 del Beyer.
Ho una Yamaha Piaggero np-v80, 76 tasti e mi trovo bene, ha tantissimi gadgets ma al 95% la uso solo con il metronomo e il suono del pianoforte.
Volevo chiedere a voi molto più esperti in materia: c'è un determinato momento in cui passare alla tastiera pesata?
Ne ho provato diverse e sono ovviamente più pesanti da suonare della mia. Mi chiedevo: perché faticare di più? Quali sono i motivi reali per passare alla tastiera pesata, secondo voi per il mio trend di studio è necessario?
Vi saluto e vi ringrazio moltissimo

berebè

Re:Passare alla tastiera pesata? Perché?
Giugno 15, 2011, 05:26:34 pm
per avere un'idea del tocco del pianoforte.
quella proprietà per cui se abbassi il tasto con più forza, esce un suono di volume maggiore.

il momento è quando hai voglia di passare da fare esercizi tecnici a fare musica ;D

berebè

Re:Passare alla tastiera pesata? Perché?
Giugno 15, 2011, 05:33:59 pm
uhuh sembra che la tua testiera abbia la proprietà di cui parlavo anche se non ultra-sensibile bla bla bla, a vedere i video su youtube.
allora la differenza sta solo nel peso dei tasti... vuol dire allenare le dita (e prepararsi a un pianoforte vero...), e imparare a gestire il peso del proprio corpo sulla tastiera, in quanto proprio perchè fai più fatica a schiacciare i tasti con la sola forza delle dita, ti ingegni a trovare soluzioni per non morire dal dolore alle braccia dopo un esercizio (e usare il peso è la soluzione giusta).

whitu

Re:Passare alla tastiera pesata? Perché?
Giugno 15, 2011, 05:57:39 pm
Ti ringrazio per la risposta.  :)
Si, la tastiera è dinamica e non ho quel problema. Tra l'altro il suono del pianoforte è anche gradevole. Ha anche le tre modalità di risposta al tocco hard, medium, soft.
Dato il poco tempo che posso dedicare allo studio un pianoforte vero non credo che lo comprerò mai, sarebbe davvero una spesa sprecata.
A questo punto, mi chiedo, ha senso, come dici tu, faticare, rischiare dolore, ingegnarsi ecc. ?

berebè

Re:Passare alla tastiera pesata? Perché?
Giugno 15, 2011, 07:34:35 pm
diciamo che non è ancora il momento, se non ne senti il bisogno :D
potresti arrivare a un punto in cui quella tastiera "ti sta stretta", e non parlo dei tasti ma della possibilità di espressione...

whitu

Re:Passare alla tastiera pesata? Perché?
Giugno 16, 2011, 12:56:59 pm
Quindi, se ho ben capito, l'unico limite sta nelle sfumature tra il pianissimo e il fortissimo che, presumo, siano maggiori in un pianoforte digitale a tastiera pesata rispetto ad una solo dinamica e dunque l'espressività risulta limitata.
E per quanto riguarda la velocità? Avevo letto da qualche parte che la tastiera non pesata potrebbe limitare la velocità di esecuzioni, è possibile?
Poi, questa la aggiungo io e chiedo conferma, quando l'esecuzione (sulla tastiera di plastica) non è proprio pulita e si sfiorano involontariamente altri tasti diversi da quelli voluti, data la loro leggerezza, vanno subito giù, suonano e "sporcano". Questo succede (mi auguro di no...) anche con la tastiera pesata?

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1341
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:Passare alla tastiera pesata? Perché?
Giugno 16, 2011, 05:55:32 pm
una tastiera pesata non è sinonimo di "maggiore sforzo". Tastiera pesata non significa "tastiera dura da suonare". Ci sono alcuni pianoforti a coda, soprattutto quelli della Yamaha, che hanno i tasti morbidissimi, sembrano quasi quelli di una tastiera  :D .

Ovviamente il vantaggio di avere un pianoforte o una tastiera con i tasti pesati è quello di poter ricercare diversi colori di suono oltre che avere una miglior scorrevolezza delle dita sui tasti.

I tasti pesati infatti, almeno quelli del pianoforte, hanno una specie di "rinculo". una volta premuti, spingono il dito verso l'altro; in questo modo i passaggi in velocità risultano molto più semplici.

Sui pianoforti digitali o tastiere questo non avviene, avviene solo sui pianoforti ;)
Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/

whitu

Re:Passare alla tastiera pesata? Perché?
Giugno 17, 2011, 09:24:05 am
Grazie molte Christian! Tu cosa consiglieresti a un principiante che suona da due mesi, come me, di passare al pianoforte digitale subito o dopo un po' di apprendimento?

*

Christian

  • Administrator
  • Dio della musica
  • Mostra profilo
  • *****
  • 1341
  • Tutti i corsi approfonditi: https://www.pianosolo.
Re:Passare alla tastiera pesata? Perché?
Giugno 21, 2011, 10:18:14 am
Fosse per me ti direi di andare direttamente su un piano a coda  ;D in alternativa su di un pianoforte, o in alternativa su un digitale :) . In ogni modo, prima passi sul digitale e meglio è :)
Tutti i corsi di pianoforte approfonditi: https://www.pianosolo.it/shop/