0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

fabiseb

Pianoforte "da viaggio" in vacanza
Maggio 16, 2014, 07:57:14 am
Ciao a tutti, si avvicinano le vacanze, e sono terrorizzato al pensiero di non suonare per un mese o più ( sono ormai pensionato ) . Se non suono una settimana poi mi ci vuole un pomeriggio per tornare al livello precedente, cosa può succedere se non suono per periodi più lunghi ? Il fatto è che le mie vacanze sono itineranti, in camper o barca a vela, ( perchè non mi sono messo a suonare la chitarra ?   :D )

A casa suono  un U-3 yamaha, strumento di cui sono soddisfattissimo, non chiedo di portarmi in viaggio una tastiera elettronica di pari (?) qualità, mi basta tenere le dita in esercizio, e inoltre in camper è a forte rischio furto, non vale la pena spendere troppo. Cosa offre il mercato di leggero, compatto ed economico ? Posso accontentarmi di una tastiera sensibile al tocco o perdo tempo ? Il mio maestro dice che difficilmente mi troverò di nuovo a mio agio su un pianoforte digitale pesato, figuriamoci su una tastiera non pesata .... Ma a me interessa solo non perdere la "tecnica" , non dimenticare gli spartiti, , insomma, tenere il cervello e le mani in esercizio, anche se la qualità del suono è discutibile, perchè a 63 anni, avendo cominciato solo da 3 anni, si fa più fatica ad imparare e si fa in fretta a dimenticare.
Consigli ?
Ultima modifica: Maggio 16, 2014, 12:08:02 pm da fabiseb

*

sergiomusicale

Re:Pianoforte "da viaggio" in vacanza
Maggio 16, 2014, 08:14:45 am
il problema credo che non sia solo nei tasti pesati...ma su tutta la meccanica, almeno io ho riscontrato su diverse tastiera (non piano digitali) la differenza enorme anche nei materiali usati (ti si consumano le dita  ;D ) il ritorno "molloso"..etc etc.. insomma un mare di difetti che non ti permettono di suonare, ma tutt'alpiù a ricordare un pezzo (e con difficoltà), quindi ti consiglierei un qualcosa di questo genere:
http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_pianoforte-digitale-casio-cdp-120-usato-in-perfette-condizioni_id3011746.html

fabiseb

Re:Pianoforte "da viaggio" in vacanza
Maggio 16, 2014, 09:21:31 am
Grazie Sergio, sempre pronto nella risposta.
In effetti è una risposta che mi sto dando già da solo, mi comporto come quei bambini ( e tanti adulti  :D ) che sanno già come stanno le cose ma vogliono sentirsele dire sperando che qualcuno avalli i loro capricci.
Yamaha NP 31 è una schifezza ? Mi attira il peso, mi respinge 76 tasti. E' che non saprei neanche dove provarla.
Credo che alla fine prenderò proprio un cdp 120 usato.

*

sergiomusicale

Re:Pianoforte "da viaggio" in vacanza
Maggio 16, 2014, 10:03:02 am
....finita la vacanza ti resta comunque una tastiera valida...scelte ancora più riduttive mi sembrano inutili quanto dannose...io quando mi metto davanti ai tasti, ad occhi chiusi, tocco le estremità per focalizzare la posizione della mezzeria (la coppia mi-fa centrale), poi inizio a leggere...con un set ridotto di tasti dovrei riabituarmi anche a questo  :-[