0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Albepie

Salve a tutti, bazzico di qua da un po ma non mi si legge che da ieri.. solita discussione.. trita e ritrita.. vista e rivista..
Devo passare da una tastiera plasticosa pesata ad un qualcosa, sempre di digitale per ovvie ragioni nottambule, di qualità buona, e perché no... ottima se il prezzo può contenerla..
Ho passato gli utlimi due giorni in giro per negozi.. ne ho viste parecchie ma purtroppo, la gamma è sempre ristretta, puoi vedere la clavinova 440, la 430, l'ydp 161... puoi vedere qualche kurzwell.. Ma Roland sembrano rari... e i Kawai neanche a dirlo.. in via di estinzione.. eppure sono stato da due grandi rivenditori anche, e niente, il panorama del digitale si affaccia su questi modelli e ci si perde a quanto ho visto.. almeno "in casa".. poi per il magazzino sono altre questioni.. si può prenotare; e allora come funziona? ti si spulciano davanti fogli e foglietti plastificati, brochure lucide in cui ogni cosa viene messa a nudo, tu li prendi in mano, li guardi, e alla fine non ci capisci un bene e merito czzzzZzzz...
Internet-> google -> pianoforti digitali... e tra siti inglesi, moto, mercatini con annunci vecchi del 2001, gente che vende clavinova del 1988 a 700 euro prezzo non trattabile, altra gente che vende Clavinova Arius (!?WTF!?).. gente che le compra.. leggi, ti informi.. capiti qui.. e capisci ancora meno..
Ora che bene o male ho fatto il panorama completo della situazione mi chiedo.. Dovrò fare un finanziamento, quindi di farlo da 1300 a 1500 poco mi cambia.. VOLENDO SPENDERE VERAMENTE IL MENO POSSIBILE, PER AVERE UNA QUALITA' DA PORTARMI AVANTI PER ANNI...CHE COSA PRENDO!?!?!
Allora il commesso, l'unico che mi è sembrato degno di considerazione in quanto mio coetaneo e in quanto non incline alla vendita in modalità "t'incu..." mi avverte di due o tre cose..
Ho deciso di scriverle qui in modo da condividerle nel caso qualcuno non le conoscesse e smentirle nel caso qualcuno potesse darmi qualche informazione più esatta..

Aquisto Nuovo:
- yamaha ogni tanto fa delle promozioni ed è bene restare aggiornati coi negozi..
- yamaha al momento è la migliore per quanto riguarda la pesatura e la veridicità del tocco, con le nuove tecnologie si intende
- yamaha e kawai sono le uniche che possono permettersi di dare una personalità propria anche al suono dei digitali in quanto la campionatura è fatta sui loro coda.
- Kurzwell e Kawai si assomigliano molto a livello di pesatura del tasto (Ho provato oggi per la prima volta il Kurzwell, i tasti hanno una corsa da minitastiera chicco... anche se devo ammettere a sbatterli si sente il feltro, va aggiunto a discapito che sono VERAMENTE leggerissimi...)
- Roland differisce da yamaha in quanto offre di più a livello di software, rimane comunque minore per quanto riguarda la tastiera.
- (questo perchè) yamaha costruisce basandosi su una filosofia di veridicità per pianisti; il piano digitale deve essere un piano acustico, si mira a creare una somiglianza tale da non permettere di notare la differenza, almeno non facilmente. le altre marche cercano di dare qualcosa in più a livello di software per rendere o più stimolante lo strumento, o per renderlo più versatile ed appetibile... più "new age"..
- Kurzwell, Kawai e Roland montano sui nuovi digitali, a partire dai modelli base, già l'avorio sintetico. Yamaha te lo fa pagare 400 bombe dicendoti che paghi anche i 10w in più le casse
- I tasti del 440 sono di avorio sintetico ma non rivestono del legno, mentre salendo con la gamma yamaha i tasti sono adesso in legno trattato (però non si capisce dalle figure se è legno direttamente sul dito o è cmq ricoperto di finto avorio..)
- La differenza tra il GH3 è la GH o GHS è come cit. "quella che passa tra un bicchiere di thè e di piscio, il colore può essere lo stesso maaaa..."
- La gh3 non ha rivali, anche se l'ultima della roland le si avvicina tantissimo (ai modelli non in legno ovviamente, quelli sono per l'olimpo)
- MA l'NW (legno) è cmq qualcosa d'altro rispetto al gh (s o 3 che sia).. anche se a livello tecnologico (lasciando perdere il feeling e il peso) è la stessa del gh3 (3 sensori invece di 2)
- Le attuali kawai a livello di tecnologia di pesatura sono come l'odierna serie arius.. non possono competere con una gh3..
- Che tutte le cazzate sui pedali dei nuovi clavinova sono impercettibili e servono solo a riempire il volantino..
- Il rapporto qualità prezzo rimane alto per tutti perchè il cliente deve mettersi l'anima in pace e capire che porta a casa dei pezzi di legno, una scheda elettronica da giocattolo del cxxx con una memoria interna minima, e dei plasticazzi che se sono lucidi rimangono plasticazzi, se invece ve li danno un po ruvidetti e opachi li chiamano "ivory touch" e ve li pagate 400 euro in piu.. che vanno a sbattere su dei bottoncini di plastica ecc ecc.. insomma il costo di fabbrica è veramente MOLTO più basso del ricavo sul prodotto.. MA...

e qui passiamo all'acquisto dell'usato:
- che siccome si è presa la brutta abitudine di tenere un piano digitale tanti anni quanti un acustico se non di più (e li sono sbottato con un: che cazzo scusa ma se pago 2000 euro una roba desidererei che mi durasse un bel po)...a conseguenza di ciò i prezzi rimangono alti perchè ci sono polli che comprano "il nome" e non si rendono conto che la qualità segue la tecnologia, e che comprare un clp 220 oggi a 500 è come comprare un pentium 4 a 500 euro, ottimo prodotto al tempo, ma comparato con la crescita teconologica di questi anni è bello e passato.. anche se fa ancora il suo lavoro il prezzo deve scendere.. (seconda sbottata: che mi dici allora di quell'arius 131 a 650 euro? - risposta: noi ci adeguiamo al mercato, inoltre forniamo la garanzia, ma la qualità prezzo non è da comparare con quello che compri spendendo 1000 euro in più - segue copiosa ed energica grattata di c......)
- Che la serie arius è "lo scarto" tecnologico che yamaha tiene per poter lasciare alti i prezzi di clavinova...
- che comprare un 340 usato a 900 euro è una cazzata perchè l'ydp 161 nuovo costa 990 ed è la stessa macchina...
- Che l'usato clavinova si svaluta meno delle altre marche
- Che kawai e roland usati non convengono perchè col tempo la meccanica si deteriora molto

In definitiva secondo il commesso (i commessi) meglio di yamaha non c'è.. Va detto però che oltre a yamaha in casa non avevano tantissimo.. whwh... :-X

Datemi una mano... aggiungete qualcosa e ditemi cosa è sbagliato.. facciamo sto sunto anche per i poveri che come me al posto di suonare si trovano a passare il tempo a parlare di pianoforti.. che non c'è niente di più triste che fare così..i quali se non sono già approdati approderanno domani negli stessi dubbi, facciamo dell'esperienza un guadagno! ;)
Ultima modifica: Maggio 04, 2012, 12:49:38 am da Albepie

lozappatore123

un anno fa ho fatto il tuo stesso iter internettiano conclusione:
mi sono comprato una studiologic 990 prezzo 330 euro nuova a cui collego il laptop coi suoni del galaxy D scaricato in rete. La meccanica e' la stessa del nord piano e del kurzwell in quanto entrambi la comprano da fatar.
Se avessi avuti piu' soldi * 990 euro) avrei  preso la studiologic numa coi tasti in legno e doppi scappamento.

*

sevy72

Io abito in una zona dove non c'è molto da provare, non ci sono grossi negozi, quindi ho scelto il piano in base alle recensioni , ai commenti ed ai video che ho trovato su internet. Poi il piano l' ho preso su thomann per vari motivi, ed ho anche risparmiato abbastanza.
Certo sarebbe sempre meglio vederli e provarli.. ma se non si può trovi tante informazioni su internet e ti puoi fare un' idea più o meno precisa su cosa acquistare, anche in base al tuo budget ed alle tue esigenze.
Ultima modifica: Maggio 04, 2012, 08:44:50 am da sevy72
ibis, redibis non morieris in bello

*

sergiomusicale

Non so di dove sei, ma se se vicino e se vuoi, un Kawai MP10 te lo faccio provare io a casa mia, i digitali non sono tutti eguali, esiste un abisso, e come tastiera, al momento del mio acquisto, la Kawai con RM3 era quanto di meglio si potesse trovare ad un prezzo possibile (sempre sui 2.000 euro comunque). A distanza di tempo continuo a pensare che sia una ottima tastiera... vieni a provarla e te ne renderai conto da solo.

Albepie

nessuno quindi sa darmi smentita di quanto sopra..guarderò allora per lo yamaha..

*

sergiomusicale

Credevo di averti dato una dritta... ma forse mi sono sbagliato  ???..... prova un buon Kawai con meccanica RM3, od  un usato con meccanica AWA Grand Pro II e poi confrontalo con Yamaha e fammi sapere.... lascia perdere i Kurzweil, sono adatti ad altri scopi, dei Roland non è male Fp7f (a prezzo ancora accessibile)... confrontalo con gli altri. Poi non sarebbe male che tu ti addentrassi un attimo a vedere come sono realizzate all'interno le meccaniche, perché molto si può dire... ma la fisica ha i suoi principi ed i leveraggi non possono fare miracoli...se il tasto lungo non c'è non possono simularlo più che tanto... e quindi la risposta ne soffre. Se hai ancora quesiti esprimili, cercheremo di aiutarti, ma devi iniziare un percorso di esperienze, non puoi affidarti solo alle parole dei venditori, devi cominciare a metterci le mani sopra!!!.  ;)

Albepie

Si sicuramente devo metterci sopra le mani, ma quello che mi interessava fare è usare la vostra esperienza nei particolari delle macchine che usate, in modo da decifrarne i pro e i contro di ognuna e metterle a confronto..
Anche io ho dato un occhiata ai kawai su internet e voglio comunque trattare la qualità secondo il prezzo, la rm3 attualmente supera i 2000 euro la trovi solo nella serie CA; della serie CS invece solo il 6 ha la RM3, ma stiamo parlando comunque di un "concorrente" al clp 470 yamaha, cioè, parliamo chiaro, se devo spendere 2900 euro a sto punto faccio un piccolo finanziamento e mi faccio lavorare un acustico col silent system e via.. NO, io voglio rimanere su un prezzo che non superi i 1500 anzi.. ecco quindi che i modelli 430 e sognando 440 sono quelli da cui io parto, e a quel punto voglio trovarci gli "equivalenti" delle altre marche e compararle, non mi interessa andare su prodotti che MOLTO di più, in quel caso so anche io che la qualità è nettamente superiore..
il problema qual'è quindi? il problema è che mi dibatto in voci discordanti circa la meccanica effettiva del kawai, che leggendo in internet prevale nettamente in quanto molto più fiducioso degli altri alla dinamica di un coda..però come ho detto, i prezzi per la serie CA e il CS6 sono fuori budget, rimane un unica alternativa, il CA16 che però sembra essere fuori produzione in Italia.... che chiasso di informazioni.. ho 40 pagine safari aperte.. pfff...
E allora scopri che il Kaway CA 16.... potrebbe essere un CN 43... ahhhhhhhhhhh sto impazzendo!!
. da domani suono la chitarra.

Albepie

(la tua frecciatina sull' AWA Grand Pro II non la prendo manco in considerazione! >:( ) questa è cattiveria pura!!! :'(
La fanno solo sul CA111... e altro che 1500 euro!!!
 8)

E poi comunque a quanto leggo è superata..

Detto tutto, ho trovato questa discussione molto utile http://www.supportimusicali.it/forum/mostra.asp?msg=54465&p=1&r=1&vs=undefined&ord=undefined&kw=undefined&pg=2 ... non so se si può linkare roba di altri forum ma credo di si... in definitiva, dalle opinioni mi sento di  trattenere nella top list solamente Kawai e Yamaha.. Nei 1500 euro dovrò decidere quali dei due è migliore.. leggo che come peso il kawai sembra meglio di della gh3 yamaha ma che i syoni lasciano a desiderare. considerando inoltre le "sole" 96 polyfoniche possibili  con kawai contro le  128.. parliamoci chiaro vanno definiti i target... CLP 430 si unisce col CA 13, mentre il 440 si unisce al CA 63... le coppie sono entrambe non paragonabili l'una all'altra..

In definitiva faccio un piccolo riassunto: tastiere digitali pesate 88 tasti prevalentemente per studio, lasciando perdere tutta la parte digitale dei tastini luminosi, i led, la macchinetta del caffè il tostapane i 130000000 di suoni compreso sciacquone del cesso, riverberi ecc..
 
Considerando Tastiera e Sound le migliori che tra le infinità di review sono riuscito a trovare sono
Yamaha CLP 430 vs Kawai CA 13
oppure
Yamaha CLP 440 vs Kawai CA 63
... vengono escluse Kurg (giocattolo) Kurzwell (leggerissima) Roland (leggera, inadatta allo studio)

Yamaha CLP 430: 1450 pleuri
*** tastiera GH3 funziona con 3 sensori di cui 1 è attivo al "non tocco", che danno maggiore sensibilità all'intensità del suono (acuto-grave, potente-delicato)... (seconda in carica per qualità in casa yamaha solo al Wooden Touch.. altri livelli, altri prezzi)
*Tasti in plastica (una goduria :/ )
*Sistema Smooth Relase, permette maggior fedeltà nello staccato e nel legato, quando si alza il tasto il suono "vibra" e non smette di colpo, fino ad una certa altezza, svanendo senza effetto on-off ma con sfumatura)
*128 note di polifonia
*Damper Resonance (storie fighe sul pedale, a mio parere cavolate per alzare il prezzo e scrivere di più sulla brochure..)
*2 altoparlanti da 16cm per un totale di 30W di PuTenza!
* Real sound engine (RGE...tanta roba riguardo al suono)
*usb

vs.

Kawai CA13: 1600 pleuri
*** Tastiera RM3... Non so come funzioni, se abbia 3 sensori.. so che la riproduzione è più fedele ad un martelletto di piano..c'ha una leva in mezzo che serve a garantire giusta gravità e ogni martelletto ha la "pesatura graduata"..
* Materiale in legno (per tutta la lunghezza del tasto) ricoperto di finto avorio
* Il sistema del contrappeso dei martelletti garantisce fedeltà ai pianissimo
* max 96 note polifonia
*Damper resonance
*12 cm x 2 (altoparlanti ad estensione totale) 5 cm x 2 (tweeters) per un totale di 15w di pUtenza!



SERIE "leggermente" PIU COSTOSA:

Yamaha CLP 440: 1700 pleuri
CLP330 maggiorato di:
*Avorio sintetico al posto della plastica
*Smooth release con campionamento Key-off (agisce sul suono, riproduce il suono delle corde che vibrano e da maggiore fedeltà all'uso del pedale sustain)
*256 note polifonia (ocio: 124 solite e 124 per l'accompagnamento..)
*usb
*sistema di altoparlanti (credo anche qui 4 di cui 2x 16cm e 2x5 come nel CA13) per un totale di 40W di potenza..

vs.

Kawai CA63: 1950 pleuri
CA13 maggiorato di:
*polifonia 192 note (che differenza sti fdp.)
*13 cd al posto di 12 e potenza 50W.
*USB





ocio che il sistema di pesatura dei martelletti nel ca13 dovrebbe essere lo stesso del Graded Hammer presente in yamaha nei modelli dal CLP 470 in su che costano un occhio della testa..

in sostanza.. ora che ho le idee più chiare.. sono ancora più indeciso sul migliore..
Ultima modifica: Maggio 06, 2012, 04:34:18 pm da Albepie

*

sergiomusicale

PROVANE QUALCUNO DI PEZZO!!!!!  finché resti sui cataloghi ed internet ci esci fuori matto :o POI SE NE RIPARLA.

mmax2

lascia perdere i Kurzweil, sono adatti ad altri scopi

Per Sergiomusicale: ero curioso di sapere per quali altri scopi sono adatti i Kurzweil, grazie.
Massimo

*

sergiomusicale

Li vedo bene come tastiera da palco:ottima tenuta, ampia timbrica, una buonissima "macchina" ma con una tastiera non proprio pianistica. Almeno questa è stata la mia impressione, quando ci ho appoggiato le mani sopra... è molto simile a tantissime altre, non ha la dinamica di un Kawai MP10, io l'ho scartata per questo, ma è una grande tastiera per tutti gli altri "scopi". Quando parlo di "altri scopi" è un concetto astratto che io identifico con la produzione di tutta la musica che non sia una pratica emulante un piano acustico (anche come studio); d'altro canto su un palco, non si ha necessità (solitamente) di una grande qualità sonora e tanto meno di una risposta dei tasti perfetta, si produce musica al alto livello (soprattutto sonoro) ma con una qualità non eccelsa... d'altra parte a quei volumi ed in quegli spazi difficilmente si potrebbero apprezzare certe sottigliezze... ;)

Albepie

 8)
sono andato a provarli in un negozio nuovo assieme alla mia insegnante.. ho provato un ydp 131 ed era proprio molle, poi ho provato un ydp 161... poi mi sono accordo che il commesso mi voleva tenere sugli ydp e allora sono passato a clavinova.. rimane il fatto che il kawai non l'ho ancora provato.. qualcuno ha un kawai in giro per padova?! ahaah

whitu

Guarda, io ho voluto provare di persona e in zona non avevano Kawai ma i soliti Yamaha, Roland ecc. Ho chiamato la Furcht http://www.furcht.it/home.htm e mi sono fatto dare il nome del rivenditore di Kawai più vicino, ho fatto 100km e sono andato a provarli di persona. Portati una cuffia, ascoltali con e senza e prova tutte le meccaniche. E' l'unica cosa che può spazzare via logoranti indecisioni.

Ho provato la meccanica in legno RM3 e ho acquistato il Kawai CA63 che trovo ottimo come tastiera e come suoni molto ma molto customizzabile per tutti i gusti, tanto che ti fai il suono di piano che ti pare (se vedi i forum di pianoworld ci sono molti settaggi per riprodurre suoni di altri pianoforti).
A mio parere Kawai costa decisamente meno di Yamaha, ha un rapporto qualità prezzo migliore.
La meccanica GH3 è una bella meccanica, condivido, però sa poco di pianoforte cosa che invece riesce bene ai Kawai.
Ultima modifica: Maggio 09, 2012, 11:11:37 am da whitu

Albepie

io ho cercato sul sito, il più vicino da qui me lo da a più di 150 km di distanza... stica..! :-\ 

whitu

Prendilo come una missione o un viaggio di piacere. Stai per fare un acquisto importante. Pensa se acquisti un Yamaha e poi ti capita di provare un Kawai e pensare "oh no, questo è il pianoforte che volevo!" ma non puoi tornare indietro e comprarlo e torni a suonare triste sul tuo Yamaha...
Credimi, sono km ben spesi, anche se i Kawai non ti dovessero piacere, meglio perdere qualche ora e qualche euro di benzina che 1500 euro spesi male.