Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - MrPianoSolo

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 9
16
Area Spartiti / Re:urgentissimo!|
« il: Febbraio 18, 2012, 05:02:34 pm »
Questo è  quello di Smoke on the Water : http://www.mediafire.com/?zjyziydmnimytya
...naturalmente i soli non sono stati trascritti, vanno "tirati giù" a orecchio...  come si fa da generazioni e generazioni di tastieristi  8)

Qui invece trovi Shine your crazy diamond : http://www.mediafire.com/?y12yymgoort

17
Area Spartiti / Re:spartito rem every body hurts
« il: Febbraio 18, 2012, 04:32:30 pm »
Su questo libro puoi trovare lo spartito completo:

http://www.mediafire.com/?qqmuotrr44dkdwa

18
Area Spartiti / Re:spartito! Urgente!
« il: Febbraio 16, 2012, 07:22:27 pm »
Ciao,
....non è lo spartito ufficiale pubblicato sul sito di jarrod radnich però è una buona trascrizione:

http://www.mediafire.com/?h7ddtq6uwwvdsfg


Se vuoi quello ufficiale lo trovi qua: http://www.jarrodradnich.com/store.html  e costa US $6.99

19
Quale pianoforte? / Re:Pareri su Yamaha DX7
« il: Febbraio 13, 2012, 02:13:37 am »
...io il MOTIF 7 l'ho tuttora... ed è davvero una macchina da guerra. C'ho fatto davvero molte serate... l'unico neo? ...è davvero pesante per essere un synth ( quasi come uno stage piano )... Il Juno ( nonostante il nome ) non ha nulla a che vedere con i vecchi Juno della Roland di una volta. Io quando avevo 16 anni avevo L'Alpha Juno 1 e spesso usavo anche il Juno 106 facevano dei pad così grossi che spesso ero costretto a spegnere un oscillatore per non dar fastidio agli altri del gruppo, purtroppo la serie Juno che è uscita qualche anno fa è solo la serie successiva alla serie RS della Roland ma davvero non merita proprio nemmeno di essere provata (io l'ho fatto).

Della Roland se trovi una RS-5 ( io l'ho avuta per qualche anno ) e costa meno di € 300 vale la pena prenderla solo per un paio di suoni, soprattutto la Patch numero 28 GR-300 con quel suono fai dei soli da paura nei pezzi funk  8) .

Delle due alternative che hai adesso decisamente il MOTIF 7 ( che tra l'altro ha 76 comodi tasti ) è la soluzione che ti consiglio.

20
Quale pianoforte? / Re:Pareri su Yamaha DX7
« il: Febbraio 10, 2012, 12:37:23 am »
...in merito alla dinamica e alla meccanica dei tasti ( a meno che tu non abbia trovato un esemplare particolarmente disastrato ) mi stupisco che tu sia rimasto colpito negativamente perchè la tastiera del DX7 tuttora la reputo la miglior tastiera che possa montare un synth e ne ho avuti e suonati davvero molti ma come la tastiera del DX7 non ne ho mai trovate. La stessa tastiera è stata montata per circa 10/15 anni anche su tastiere della KORG ( che ai tempi faceva parte del gruppo Yamaha ). Ricordo perfettamente che era montata anche sulla KORG 01/W, sulla KORG Wavestation, KORG M1 e forse anche la KORG T3, sulla Yamaha SY77 / SY99 e molte altre...

...in quanto al suono del piano, se lo cerchi sul DX7, lo cerchi davvero nel posto sbagliato ;) anche perchè non c'e' nulla di campionato, il DX7 è tutta sintesi FM. E' un tipo di sintesi davvero molto ostica, io e vari miei amici tastieristi abbiamo perso nottate intere dietro alla sintesi FM del DX7. I suoni per cui tuttora il DX7 potrebbe "camminare" a testa alta sono gli E.Piano, che a mio avviso sono secondi solo ai Fender Rhodes. Ottimi sono anche i Synth ( la colonna sonora di Beverly Hills Cop è fatta con una DX7 ).
Per poter gustare a pieno i suoni del DX7 e dei vari altri synth fino a quel periodo devi assolutamente attaccarli ad un reverbero perchè in quegli anni non dotavano i synth di nessun effetto. Penso che uno dei primi a essere provvisto di multieffetto sia stato il KORG M1, che è stato anche la prima workstation in assoluto.

Probabilmente per soddisfare le tue esigenze dovrai "ritoccare" un po' il tuo budget e orientarti su qualcosa di un po' più recente, magari meno prestigioso ma più vicino a quello che ti serve. Se ne hai l'occasione prova la Yamaha MM6, mi sembra un buon compromesso fra suoni di qualità e budget ridotto.
Se hai un Pc portatile un'ottima soluzione ( nel 2012 penso sia davvero la soluzione ideale )  è prendere una Master Keyboard usata a 88 tasti pesati ( € 200/300 ) e attaccarla( via MIDI ) al Pc suonando con la Master Keyboard i suoni dei Virtual Instruments che istallerai sul Pc.

21
Quale pianoforte? / Re:Pareri su Yamaha DX7
« il: Febbraio 08, 2012, 07:19:39 pm »
Io ho avuto per molto tempo la DX7 II FD, che praticamente è come avere esattamente 2 DX7 che suonano contemporaneamente ( perchè è politimbrica a due parti ) e in più ha il floppy.

Renditi conto che stai comprando uno strumento che diventa sempre di più un oggetto di culto e da collezione, piano piano aumenterà anche di valore quindi lo potresti considerare anche un investimento, soprattutto perchè è il DX7 e non il DX7 II che per quanto suonasse meglio è meno ricercato.

Ciò nonostante, seppur sia uno strumento che mi ha dato davvero tantissime soddisfazioni, al giorno d'oggi a meno che tu non faccia dance/pop anni '80 o a meno che davvero tu non sia proprio appassionato di quel tipo di suoni, non è certo una tastiera da comprare come tastiera principale. Musicalmente ti sconsiglio vivamente di comprarla, anche se io farei proprio l'opposto  8) .

22
Di tutto e di più / Re:Tubi e palline
« il: Febbraio 06, 2012, 07:13:04 pm »
Avevo letto che era un'animazione creata da Animusic...

http://www.animusic.com/previews/animusic1.php

certo che è spettacolare

...certo che è un'animazione, sono anni che girano questi video Favolosi.

Paride, io non so quali siano le tue fonti in quanto l'utilizzo di macchine agricole ecc. ma mi sanno un po' di leggenda metropolitana tipo il coccodrillo nelle fogne di NY ;)
...in ogni caso hai fatto davvero bene a segnalare un video ( tra i vari fatti da Animusic ) davvero molto bello.

23
Quale pianoforte? / Re:Consiglio acquisto tastiera YAmaha PSR-E423
« il: Gennaio 14, 2012, 01:28:52 pm »
Secondo me per suonare con altre persone una tastiera con l'arranger ( i ritmi/accompagnamenti ) è inutile.

Ti consiglio, se non vuoi spendere molto, ti comprare un synth usato tipo:

Korg Triton LE ( meglio se trovi la versione a 76 tasti )
Yamaha Motif ( la vers più vecchia, le altre sono troppo care ), o la MO 06 ( è della stessa famiglia)

...insomma tastiere di questo genere, ce ne sono davvero per tutti i gusti e per tutti i potafogli ( non prenderla troppo costosa altrimenti rischi che l'agenzia delle entrate faccia un controllo incrociato con i tuoi redditi e sono sempre rogne ;) ). Le due che ti ho menzionato sono tra le tastiere che mi hanno dato più soddisfazioni.

Un'altra alternativa ( se hai già un PC portatile ) è prendere una Master Keyboard con 88tasti pesati tipo una CME UF8 e attaccarla in MIDI al PC utilizzando i Virtual Instruments che ti piacciono di più. L'unico inconveniente è che se a metà serata ti si impalla il PC puoi tranquillamente smontare e andare a casa ;) ...quindi il PC deve essere pulito da ogni cosa inutile e utilizzato possibilmente solo per la musica.


24
Area Spartiti / Re:Il discorso del RE
« il: Gennaio 13, 2012, 12:52:17 am »
...questo è  tutto il libro:

http://www.mediafire.com/download.php?grag4d6scng46s3



Epilogue (Beethoven: Piano Concerto no. 5, mvt. 2)
Fear and Suspicion
King George VI
Lionel and Bertie
Memories of Childhood
My Kingdom, My Rules
Queen Elizabeth
Speaking Unto Nations (Beethoven: Symphony no. 7, mvt. 2)
The King Is Dead
The King’s Speech
The Logue Method (Mozart: Clarinet Concerto, mvt. 1)
The Rehearsal
The Royal Household
The Threat of War

25
Armonia / Re:Comporre senza conoscenze
« il: Gennaio 12, 2012, 07:47:22 pm »
...beh, se ogni volta che tu mettessi le mani sul pianoforte uscisse qualcosa di perfetto al primo colpo ti farebbero un mezzo busto in P.zza San Pietro ;)

Indipendentemente dal tuo programma di studi penso che sia un'ottima cosa dedicare del tempo all'improvvisazione e alla creazione di propri brani, magari senza "avvalersi di strutture di repertorio", sarebbe un po' come scrivere un libro con una frase propria e 100 pagine riempite di frasi prese da altri libri. Non aspettare di essere un esperto in composizione per cominciare, siediti al piano e suona ( tanto non devi rendere conto a nessuno ). Naturalmente se vorrai fare una composizione in puro stile barocco ( o qualsiasi altro genere ), in quel caso dovrai studiare e imparare perfettamente tutte le regole del caso.

Se hai un tema che ti frulla per la testa è davvero un peccato non svilupparlo in attesa di una maggiore istruzione ( che non fa mai male )... tu sviluppalo, un domani potrai sempre migliorarlo. Un ottimo esercizio è ascoltare molta musica e di molti generi ( dalla classica al jazz al pop ) e trascriverle a orecchio. Questo ti aiuta a capire cosa sta facendo il musicista che stai ascoltando senza aspettare che sia un libro a dirtelo, sul libro studierai il PERCHE' ha fatto quella cosa.

26
Di tutto e di più / Re:Audiveris 4.1
« il: Gennaio 02, 2012, 07:17:51 pm »
Per Virtual Instruments intendo dei programmi che interagiscono con Cubase e moltri altri software. Li usi ( detto proprio in poche parole ) assegnando l'uscita MIDI della traccia interessata al Virtual Instrument anzichè all'uscita dell'interfaccia MIDI/ scheda Audio / SoundFont e solitamente sono in formato o VST o RTAS o AudioUnits. Ce ne sono migliaia, i più famosi sono prodotti da Native Instruments ( http://www.native-instruments.com  ) o dalla EastWest Quantum Leap ( http://www.soundsonline.com/Classical-and-Orchestral ) e molte molte altre marche.

Sono veri e propri strumenti, rispetto alla qualità dei sound font si è davvero ad un livello superiore, naturalmente questa qualità la paghi profumatamente ma il risultato ti posso garantire che è davvero vicino alla perfezione.

27
Di tutto e di più / Re:Audiveris 4.1
« il: Gennaio 02, 2012, 12:31:22 am »
...Rosegarden è solo per Linux. Per Windows ci sono varie alternative e le mie preferite sono Cubase 5/6 e StudioOne, in ogni caso se vuoi qualcosa di un pochino performante è a pagamento.
Io uso Cubase da sempre ma ho avuto modo di provare su un altro pc ad installare Ubuntu Studio,  con Rosegarden per il MIDI e Ardour per l'audio. Il primo problema che ho riscontrato è stato che non ci sono VirtualInstruments per Rosegarden, o meglio devi installare Wine e utilizzare quelli di Windows ( a pagamento ).

Il risultato è stato: Rosegarden + Ardour + Wine + ( vari virtual ) + Jack ( per sincronizzare tutto ) =  Frequenti crash, conflitti, rallentamenti...

Penso che comunque Linux sia sulla buona strada... in questo momento è ancora troppo "roba da smanettoni"  8)

28
Area Spartiti / Re:spartiti di ADELE 21
« il: Dicembre 30, 2011, 07:16:00 pm »

29
Tecnica / Re:[Accordi] 7/5 9/7 Si b/re
« il: Dicembre 30, 2011, 07:02:16 pm »

...Sol 7/5+ significa Sol aumentato settima, cioè Sol - Si - Re# - Fa# (il 5+ sta a indicare che la quinta è aumentata)

...secondo me è facile che il FA sia naturale, sarebbe stato indicato G Maj7 / #5 per ottenere Sol - Si - Re# - Fa#

30
Di tutto e di più / Re:Consiglio brano pianoforte e batteria
« il: Dicembre 29, 2011, 11:32:43 pm »
Una è questa ( poi ti metto il link ) versione di Linus and Lucy di Vince Guaraldi che, anche se sembra piano e cello in verita, il cello fa quasi solo una parte persussiva.

http://www.youtube.com/watch?v=tyPDQpel8bI

...le parti in rete le trovi in dieci minuti ;)


Pagine: 1 [2] 3 4 ... 9