Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - sergiomusicale

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 169
31
Armonia / Chopin op 69 n.2 quale scegliere?
« il: Maggio 16, 2019, 04:47:11 pm »
Stavo eseguendo il Valzer Op.69 n.2 di Chopin composto nel 1829 e pubblicato postumo nel 1855, da uno spartito che mi è capitato tra le mani e ad un certo punto (battuta 30 - non contando la prima anacrusica) mi sono trovato a non saper cosa eseguire... (e ad orecchio non mi tornava proprio...)  a questo punto ho cercato il perché  ed ho scoperto che a questa battuta ci sono diverse interpretazioni:
le più classiche:
https://www.pianosolo.it/old-spartiti/Chopin%20Valzer%20Op_69%20n2.pdf (occhio che prima viene mostrato il n.1)
https://www.8notes.com/scores/12255.asp (occhio che la battuta è in seconda pagina)
e quella che stavo eseguendo e si vede in allegato, e che prosegue nella battuta seguente con il sol, il fa diesis ed il si tradizionali.
Tra l'altro quello che stavo eseguendo pare rivisto da Brugnoli-Montani.
Che ne pensate? e del fatto di mettere le due opzioni nello stesso spartito?
Non si smette mai di imparare  ;)

32
Problemi tecnici / Re:Yamaha Silent accordatura
« il: Maggio 10, 2019, 09:15:35 am »
E' normale che possano esserci diversità nelle accordature.... in realtà tu hai adesso due strumenti "separati", uniti solo dalla tastiera. Il pianoforte acustico ha le sue corde, che debbono essere accordate ed intonate singolarmente, ed il tecnico accordatore lo farà periodicamente (semestrale/annuale) a casa tua secondo la sua sensibilità e/o le tue indicazioni (se hai la capacità di darne...), mentre la parte digitale non viene "accordata" ma risente dei parametri software che sono predisposti per default dalla casa costruttrice e/o variati dal cliente (tu stessa) (software permettendo, solitamente chiamato "Tecnico virtuale").

33
Davvero complimenti!!! sia la musica che la pittura mi hanno regalato attimi di serena bellezza... grazie :-*

34
Presentiamoci / Re:Mi presento
« il: Aprile 29, 2019, 06:27:27 pm »
Benvenuta!!! :D

35
Presentiamoci / Re:Buonasera, mi chamo Anna
« il: Aprile 27, 2019, 08:17:03 pm »
Benvenuta !!!  :-*   ... suoni ancora il pianoforte? cosa ti piace di più... autore, genere...etc... siamo curiosi ;)

36
Idea... taglia i tre fili lasciandone un tratto da entrambe le parti da poter poi spellare riconoscendone sempre i colori e le relative polarità per il rimontaggio, porta il pezzetto da un riparatore di oggetti elettronici (TV od altro) e chiedi, a vederlo sembra che sia un particolare semplice, con fusibile di max assorbimento e condensatore, quindi dovrebbe essere abbastanza semplice la ricostruzione.
Controlla sotto la piastrina se si vedono a vista i tracciati, se fossi un pò pratico potresti realizzarlo con componenti semplici rinunciando alla piastrina, ma il fatto che tu l'abbia rotta nello smontaggio non testimonia a tuo favore  ;D ;D.
Il problema potrebbe essere quello del rifissaggio della piastrina sulla cassa dello strumento, che probabilmente risultava incastrato, quindi occorrerà un pò di attenzione per capirlo bene.
qui trovi i ricambi della roland:
https://syntaur.com/roland_hp.html
ma come vedi non ho trovato il tuo pezzo, ho cercato in serie simili...ed ho trovato che il particolare si chiama "Fuse board", ma questo non è uguale al tuo:
https://syntaur.com/Items.php?Item=7064
Vedi se con un po' di pazienza trovi in altri modelli quello eguale al tuo... ::)
Occhio che il tutto va in corrente 220, e quindi esistono i relativi rischi!!!! se non ti senti all'altezza porta il tutto da un riparatore della zona  ;) .

37
Presentiamoci / Re:Salve a tutti
« il: Aprile 14, 2019, 06:37:44 pm »
Benvenuto  :D

38
Tecnica / Re:Problema pollici con scatto
« il: Aprile 09, 2019, 02:45:15 pm »
Premetto di essere un perfetto autodidatta, senza alcuna pretesa, ma dopo diversi anni di esperienza qualcosa credo di aver imparato e la prima domanda che mi viene è:
suoni sempre pezzi suggeriti dal tuo maestro e nella maniera che ti viene detta? ti vengono solitamente suggerite le diteggiature?
se si... io proverei a dare un immediato giro alla barra del timone!!!
Per me stai forzando le mani a fare cose innaturali per te.
Riparti da capo, senza cercare di raggiungere posizioni difficili o fuori del "tuo" naturale.
Mettiti comodo alla tastiera e prova a suonare note senza senso, senza guardare la tastiera, lasciando che le mani corrano dove vogliono, non fare nessuno sforzo per "arrivare" ad una nota lontana o per suonare "assieme" note pensate... tutto deve svolgersi come se tu stessi tamburellando a caso su un tavolo. Vedi come ti senti dopo diversi minuti... e facci sapere

Credo tu abbia già abbastanza informazioni al riguardo, ma anche sul forum si sono già affontati argomenti simili
https://forum.pianosolo.it/tecnica/fausto-bongelli-fisiologia-della-mano-pianistica/
leggi anche questo, se non l'hai già fatto,
https://studioronconi.com/news/sindrome-di-de-quervain.htm
e comunque smetti di forzare il tuo organismo a cose per lui negative.

39
Quale pianoforte? / Re:Yamaha YDP163 o Roland F140
« il: Aprile 09, 2019, 02:15:12 pm »
Devi essere tu a decidere, fai con calma, prova e riprova, soprattutto con lo strumento spento.
Rimetti comunque le mani anche su diversi acustici, per provare accuratamente le differenze rispetto ai digitali (ed in quel caso turati le orecchie  ;D ;D).
Forse potrebbe essere interessante ampliare la ricerca...e la prova ad altre marche e modelli; a tal fine mi sembra interessante dare un'occhiata anche a questo:
https://azpianonews.blogspot.com/2012/05/digital-pianos-under-2000-yamaha.html

40
Tecnica / Re:Primo mese
« il: Aprile 06, 2019, 05:01:28 pm »
Scegli intanto tra questi articoli gli accordi maggiori, minori e gli arpeggi semplici.
https://www.pianosolo.it/corso-pianoforte-moderno-presentazione/
Nel tempo puoi scorrere tutte le lezioni.
Per il " II V I " sono semplicemente la sequenza di accordi RE SOL DO (seconda nota partendo dal DO, quinta nota partendo dal Do e prima nota partendo dal DO), ma nel tempo ti saranno chiarissimi, anche con le sue varianti.

41
Presentiamoci / Re:ciao a tutti da enrico con una brutta idea in testa
« il: Aprile 04, 2019, 06:53:53 pm »
Benvenuto!!! niente di impossibile... l'ho già sperimentato io sulla mia pelle e quindi posso dirti che è possibile, ed è anche una bellissima esperienza  :D.
Io ho iniziato a 58... ed ora sono circa dieci anni che vado avanti, e sono ancora entusiasta dell'esperienza... quindi dacci sotto anche te e vedrai che otterrai i risultati, ovvio con calma e non sempre con progressività lineare  ::).
Se hai voglia e costanza ci riuscirai  ;)
Il forum è proprio qui per aiutarti ad ottenere i risultati che cerchi.

42
Eventi e spettacoli / Bollani a Firenze il 29 aprile
« il: Aprile 04, 2019, 04:24:26 pm »
Al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino un "Bollani" impegnato in un "Piano Solo" , che promette di essere veramente importante !, e non solo per la parte pianistica, ma anche per l'impegno sociale e la solidarietà!!  :-*
https://www.lanazione.it/firenze/spettacoli/stefano-bollani-1.4432492

43
Tecnica / Re:Primo mese
« il: Aprile 04, 2019, 03:59:32 pm »
Ottimo! il Pozzoli è indice di buona volontà  ;D ;D ;D direi che le scale vanno benissimo e più ne fai, bene e correttamente, e meglio è!, direi poi di iniziare a pensare agli accordi, a tempo ed arpeggiati, sarebbero una bella palestra per le cover.
Molto carino anche scorrere gli accordi su più ottave avanti ed indietro, con la destra e la sinistra, procedi comunque sempre lentamente.
Un'ottima cosa, almeno per me, è inserire anche qualche canzone facile o qualche passaggio II V I , magari in Do, sul quale inserire qualche svisaturina jazzistica, altrimenti solo con esercizi ti deprimi e smetti un'altra volta  ::)
Per quanto riguarda le "lumache" considera che io i tempi pianistici li conto in anni... e non in mesi ... se tu sei una lumaca io cosa sono?  :-\

44
Quale pianoforte? / Re:Aiuto!! Scelta pianoforte digitale.
« il: Marzo 20, 2019, 09:22:38 am »
Ciao, il budget che ti sei riservato è già abbastanza elevato da poter arrivare a prodotti molto validi, non sei in prima fascia di prezzo. Il consiglio è di provarne diversi, perchè passando da una tastiera "non pianistica" ad una "pianistica" la diversità si sente immediatamente, indipendentemente dalla sua qualità, ma con il tempo arriverai a capirne le varie sfumature, e vedrai che non ci metterai anni!, basta avere un minimo di pazienza e sensibilità, devi andare per negozi e provare, provare, provare! non fermarti ad una sola marca, perché spesso i modelli di una stessa marca montano stesse meccaniche e quindi le prove portano a poco; purtroppo negli strumenti musicali l'acquisto on-line non è assolutamente consigliabile!!! ed anche le recensioni od altro si scontrano poi con la sensibilità personale, se non addirittura sulle piccole variazioni tra un prodotto e l'altro della stessa tipologia.
 Il punto di riferimento lo hai già, anche se anche gli acustici sono molto diversi tra loro e quindi non è detto che quella sensazione che hai dal tuo maestro debba essere la sola e la migliore, per questo metti le mani sia su tastiere digitali che acustiche (se ne hai possibilità). Credo che dopo una decina di incontri sarai abbastanza pronto per fare un acquisto non proprio al buio e che possa durarti qualche anno.
Cerca di astrarti il più possibile dal suono (per gli acustici) e suona i digitali anche spenti, in modo da focalizzare al meglio le sensazioni sul tocco e la risposta meccanica. Prova a toccare i tasti del coda dal tuo maestro e fatti dire come si riconosce lo "scappamento" del tasto, in modo da ritrovarne la sensazione sui digitali che proverai, anche se il doppio scappamento non è poi indispensabile... ma comunque denota un'accuratezza nella realizzazione da parte del costruttore.
Le tastiere migliori, per me, sono quelle più meccanicamente simili agli acustici (meno leveraggi ci sono meglio è), ma sono anche le più pese e costose.
Io ho un Kawai MP10, un modello da palco senza mobile e senza amplificazione, la cui tastiera è validissima, in legno etc..., ma il peso non è davvero contenuto, direi che è un "trasportabile" (meglio se in due) quindi credo che dovrai optare per qualcosa che stia sotto i venti chili. Se pensi di portarlo a giro molto poco, al limite, anche un modello simile al mio (stage piano) potrebbe andarti bene, ed in quel caso arrivi ai massimi livelli di tocco e sensibilità, davvero confrontabili con un acustico.
Per la compatibilità verificherai tu, ma non credo che con le tastiere attuali ci siano di questi problemi, perchè hanno tutte numerose uscite, anche midi...

45
Tecnica / Re:Cervello questo sconosciuto.
« il: Marzo 15, 2019, 09:27:32 am »
Caro Stefano mi sembri proprio sulla buona strada! emozionarsi!!... il resto ... è noia, e non dico gioia  ;D ;D ;D; tutto nasce nella mente, il corpo poi segue, e senza distrazioni esterne (gli occhi chiusi) si riesce meglio ad apprezzarlo, ogni volta che mi siedo dinanzi alla tastiera, ad occhi chiusi, allargo le braccia a trovare i tasti estremi, poi cerco il do centrale, i do delle ottave sopra e sotto, comincio con le terze do-mi di tutte le ottave, un paio di arpeggi sull'accordo di do... e poi..do7+, qualche svisaturina sul II V I ... ed apro gli occhi, si comincia  ;) . Condivido tutto, compreso quanto dice guc! il "pensarli"  ::), se riesci a pensarli veramente bene sei già quasi arrivato alla meta  ;).

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 169