Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - berebè

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 20
16
Tecnica / Re:Di che anno è?
« il: Maggio 01, 2013, 07:46:41 pm »
Io direi quinto. :)

17
Tecnica / Re:Pozzoli - 24 studi di facile meccanismo n.17
« il: Aprile 30, 2013, 11:25:50 pm »
Avambraccio, sempre!

18
Area Spartiti / Re:Ricerca spartito accompagnamento per monologo!
« il: Aprile 29, 2013, 07:56:57 pm »
Visto che si tratterà di un sottofondo, che per definizione più è semplice e meglio raggiunge lo scopo, ti consiglio di prendere un giro armonico di una canzone (triste) che ti piace e improvvisare su di quello.
Un modo molto semplice può essere il seguente. Con la mano sinistra, suona ad ottava la fondamentale dell'accordo (per esempio, se stai suonando un la minore suona l'ottava di la), con la destra suona singolarmente le note dell'accordo stesso: usa dei pattern semplici, tipo (sempre sul la minore) "la-do-mi-do". "la1-do-mi-la2", "la-domi-domi" (ad accordi) "la-do-mi-la-do-mi" (a terzine).
Quando avrai preso confidenza, inizia a variare la destra aggiungendo delle note "estranee" che creino una melodia: continuando l'esempio di prima, sul il primo pattern," la-do-mi-do, la-do-mi-fa, la-do-mi-re, la-do-mi-la" (la melodia è do-fa-re-la). Queste variazioni possono anche essere utili per passare da un'accordo a quello successivo senza interrompere il flusso.
Il livello successivo è cambiare pattern alla destra nel corso del brano, cambiare velocità, aggiungere delle note ribattute con la sinistra.
Se proprio ti senti in vena, puoi passare il pattern alla mano sinistra e le ottave alla destra, aggiungendo la melodia a queste ultime. Se senti troppo la mancanza del pedale, tieni abbassata la prima nota del pattern.

Tra parentesi, non è nulla di molto diverso da quello che fa Einaudi, se provi te ne accorgerai ;D
Tra l'altro, nulla ti impedisce di usare le sue melodie, utilizzando un accompagnamento che ti consenta di suonare senza pedale.
In bocca al lupo.

19
Tecnica / Re:Pedale e Beethoven
« il: Aprile 28, 2013, 02:51:02 pm »
Secondo me, è utile soprattutto sugli accordi: consente al suono di espandersi, lo rende meno secco pur mantenendo la brillantezza dell'attacco.

20
Tecnica / Re:Pedale e Beethoven
« il: Aprile 27, 2013, 12:21:16 am »

21
Tecnica / Re:Pedale e Beethoven
« il: Aprile 19, 2013, 07:56:44 pm »
Sono daccordo fino a un certo punto.... ci sono alcune figurazioni ritmico/melodiche che per prassi vengono eseguite col pedale praticamente sempre e quasi da chiunque metti per esempio un arpeggio di 1 o più ottave sullo stesso accordo pedale lungo fino a fine arpeggio o al cambio di armonia.... è una prassi che pianisticamente parlando calza pure su Bach... uno dei pochissimi casi (praticamente l'unico) dpve utilizzo il pedale su Bach
Sì certo, ma spesso si riesce a ottenere un effetto migliore tenendo le prime note basse con le dita, mettendo un pedale leggero o tenendolo solo fino a metà del famoso arpeggio che stai usando come esempio.
Se si può evitare il pedale, in sostanza, è meglio farlo...
Il pedale è come il trucco, messo bene quando chi ascolta non è in grado di dire che lo stai usando ;)

22
Tecnica / Re:Pedale e Beethoven
« il: Aprile 16, 2013, 07:46:37 pm »
Come al solito, è una questione di buon gusto ;D
Devi imparare ad ascoltarti mentre suoni: cerca più che puoi di ottenere gli effetti che vuoi solo con le dita, aggiungi il pedale solo quando non ne puoi fare a meno (quando, cioè, senti dei "buchi" che con le dita sono impossibili da coprire). In ogni caso, si tratta sempre di pedali brevi, non è Debussy e non sono richiesti effetti di "alone".
All'inizio, è ottima cosa usare un registratore, e usarlo su un passaggio (una frase o poco più) alla volta: registra e ascolta senza pedale, dovresti riuscire a capire quali sono i punti in cui qualcosa non va. Seganteli, e cerca una soluzione tecnica che non richieda il pedale (lega con le dita, nel caso tieni abbassata qualche nota più a lungo del suo valore). Ri-registra, e nel caso aggiungi il pedale nei punti in cui proprio non se ne può fare a meno.
Buono studio!

23
Tecnica / Re:Trovare la diteggiatura corretta
« il: Aprile 10, 2013, 09:25:11 am »
A me non sembra troppo elaborato, ma comunque devi essere tu a giudicare: l'importante è che tu ti senta comodo su tutti i tasti. I problema è che ogni mano ha delle "preferenze" per alcune posizioni più che per altre, quindi per decidere seriamente una diteggiatura adatta a te bisognerebbe guardarti quando suoni...
Ad esempio, mi sa che le tue mani sono decisamente più grandi delle mie, perchè la sinistra per me è quasi insuonabile con la tua diteggiatura :P

L'idea di legare le righe tra loro è buona (anche perchè poi devi effettivamente legare quelle note, quindi occorre che la diteggiatura ne tenga conto).

24
Tecnica / Re:Trovare la diteggiatura corretta
« il: Aprile 09, 2013, 06:23:24 pm »
Concordo, se posti una scan con la tua diteggiatura sarà più semplice aiutarti.
Una regola può essere: fai meno passaggi del pollice possibili. Quindi, per esempio, se stai facendo una scala discendente con la mano destra, al posto che 12121 è meglio 14321.
Un'altra cosa utile è evitare di mettere pollici e mignoli sui tasti neri: non è una regola universale (anche se per brani di questo livello funziona grandiosamente), ma una semplice conseguenza che ricavi nel momento in cui ti accorgi che sono le dita più corte della mano, e i tasti neri sono quelli più lontani ;D

25
Tecnica / Re:Mi serve un aiuto per fare gli arpeggi ....
« il: Aprile 04, 2013, 10:00:09 pm »
Ok, non vorrei sconvolgerti l'esistenza, ma perchè non usi anche la sinistra? ;) Ha un sacco di spazio libero da sfruttare tra un accordo e l'altro...


26
Tecnica / Re:I miei progressi
« il: Aprile 04, 2013, 12:05:54 am »
No, la chiave di basso va bene :)

27
Tecnica / Re:I miei progressi
« il: Aprile 03, 2013, 04:51:22 pm »
E' corretta, precisa con la musica, ma non devi scrivere 4/4 a ogni riga ;D

28
Tecnica / Re:Mi serve un aiuto per fare gli arpeggi ....
« il: Aprile 03, 2013, 04:47:04 pm »
Puoi linkare lo spartito? Così riusciamo a vedere cosa devi suonare :)

29
Tecnica / Re:Simboli sullo spartito
« il: Marzo 28, 2013, 06:11:52 pm »
Appunto.
Peccato che, suonando il pianoforte, uno fa un po' fatica ad accorgersene...
un flautista lo impara molto presto e a sue spese ;D

30
Tecnica / Re:Simboli sullo spartito
« il: Marzo 28, 2013, 12:04:52 pm »
Occhio che non è un rallentando, ma una nota appoggiata più delle altre. Ha senso, perchè quelle note lì formano una melodia.

Altrimenti, sembra un po' troppo un esercizio di tecnica ;)

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 20