Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Stefano

Pagine: 1 [2]
16
Quale pianoforte? / Scelta dello strumento
« il: Febbraio 19, 2019, 02:50:59 pm »
Buongiorno a tutti.  Ultimamente passo più tempo nei negozi che a casa mia.
Optavo per un pianoforte digitale; abito condominio e gia la voce a volte si sente. Mi metto nei panni di chi non suona,  soprattutto quando il suonatore non si fa i notturni di Chopin ma il Beyer , per quanto possa essere piacevole il suono del pianoforte dopo un po' scleri.

Quindi digitale, ne ho sentiti e toccati tanti.  Non amo molto il contorno design in legno di un pianoforte digitale. E' digitale e tale deve essere.

Mi sono orientato all'MP11SE della Kawai, (ma non faceva i marsupi?) e un piano cosidetto da Stage, non mi interessa la trasportabilità anche perché pesa 35 kg... oddio se lo trasporta un altro va benissimo, io tengo gli spartiti. Mi piacciono i suoni, mi piace la tastiera, mi piace l'estetica bruta con le regolazioni esposti, i pulsanti fuori profilo che anche si potrebbe usare al tatto. Mi da un senso di robustezza, Nera, e dietro piena di connessioni, immaginando tutti i cavi in mostra, bellissima.

A secondo del vostro orecchio e gusto personale, esistono delle arternative simili? Cosi le vado a sentire con dei modelli precisi.

Il mio budget e 2000 euro.

Grazie.

17
Presentiamoci / Re:Nuova iscritta!!!!
« il: Febbraio 19, 2019, 01:30:50 pm »
Ciao a tutti!!!!Mi sono appena iscritta a questo forum...studio il pianoforte da quasi 2 anni e oggi il mio insegnante mo ha mandato la numero 13 delle invenzioni a 2 voci di Bach...ho già fatto la 1 la 4 e la 8...stasera ho iniziato a guardarla un po' quando sono tornata dal lavoro...sembra abbastanza difficile...voi che mi dite?

Ciao, benvenuta :-) 

18
Quale pianoforte? / Re:Manuale sulla Scelta del Pianoforte
« il: Febbraio 19, 2019, 12:57:17 pm »
Un consiglio generale per tutti i lettori di questa sezione del Forum: Ho appena pubblicato l'ultimo ebook che riguarda la scelta del pianoforte. Sono 140 pagine di manuale e lo puoi trovare a questo link: http://comescegliereilpianoforte.blogspot.it/

Ottimo, letto tutto d'un fiato, e da rileggere per approfondire. Chiaro, e utile soprattutto per le persone come me che sono a digiuno in questa materia. Sicuramente utile anche da conservare per eventuali future consultazioni.

Ciao.

19
Presentiamoci / Re:Ciao a tutti da Graziano
« il: Febbraio 19, 2019, 12:44:38 pm »
Ciao Graziano, benvenuto !  :)

20
Presentiamoci / Stefano, 52 anni...
« il: Febbraio 19, 2019, 12:38:35 pm »
Buongiorno a tutti; eccomi ci sono anchio. Stefano di Torino, 52 anni, impiegato nel pubblico impiego. Il mio primo contatto con il pianoforte e' stato a Firenze, in collegio. Fin da piccolo ho avuto una grande anomalia agli occhi ... ombre, luci, sagome e fantasmi ... quindi mi sono trovato a seguire "l'iter" di quei tempi; scuole elementari, medie specializzate per ipovedenti e non vedenti. Lettura e scrittura in Braille. In quell'epoca, ma ancora adesso spesso quando ti ritrovavi un figlio diverso, non sempre la gestivi bene e la non accettazione, la vergogna, ecc. avevo una leggera visione laterale, ed diventavo buffo quando cercavo di guardare gli altri ponendo gli occhi in altra direzione e si sceglievano soluzioni dove si delegava qualcun'altro che si prendesse cura di te.  Ricordo che non feci grande resistenza, non volevo complicare le cose e cosa importante laggiu' avrei trovato tanti amici, almeno ricordo che mi dissero questa cosa. Ero un bambino timido e conoscere tante persone mi avrebbe fatto bene. E poi mi sarebbero venuti a trovare, gia'...
In tutti questi anni un amico in particolare,  sempre presente  e brillante; Sons. In una vecchia ala dell'istituto, dove si trovano reti ..in una zona dell'istituto usata come magazzino per mobili, reti, polvere, tanta polvere. tutti oggetti non piu in uso. Si trovava questo pianoforte. Scordato, graffiato, sporco, ferito. Mi piaceva abbinare quel Stenway che pensavo che tradotto significasse Stefano e Sons, con tanta voglia di giocare e di gridare... E fu primo amore. La prima ottava grave era mancante, forse il la di terza e qualche altra nota di quinta mancava, ma nonostante tutto riuscivo a tirare fuori i motivi che mi venivano in mente. Inventati, elementari,  era bellissimo passare il tempo in quel luogo, nella parte superiore aveva una sorta di copri tastiera in legno che non si ripiegava bene e qualche volta andava giu dritta sulle dita. Mordeva ! almeno mi piaceva pensare questo. Del resto la sua rabbia era comprensibile; come si puo abbandonare una cosa tanto bella, tra reti e vecchi materassi. E iniziarono le mie scorribande con un paio di federe di cuscini pulite sottratte alla lavanderia, acqua, e che solo ad un bambino poteva venire in mente di dare una pulita a Sons. Ora di Sons non so piu nulla, che fine abbia fatto, non ricordo nemmeno piu quando è stata l'ultima volta che l'avrei visto per l'ultima volta, non c'e stato un addio formale. Forse dovrei risalire la memoria alla prima fanciulla cui mi sono innmamorato e li probabilmente avrei le risposte. E cambiato tutto da allora, anche e dopo l'ennesima operazione agli occhi, qualcosa è andato bene, troppo bene tanto da catapultarmi in un altro mondo, pieno di colori, sfumature, contrasti, dove gli occhi osservano, guardano e comunicano. Pero' e sempre bello avere la possibilita' di chiuderli per poter vedere.

Ho la malinconia di Sons. Vorrei in qualche modo ritrovarlo; mi aiutate?



Stefano.

Pagine: 1 [2]