Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - guc

Pagine: 1 ... 26 27 [28] 29
406
Di tutto e di più / Re:Alla ricerca del pianoforte perduto
« il: Maggio 23, 2017, 08:55:39 am »
Prova a chiedere anche alle scuole di musica.
A me è andata bene, ne ho trovata una vicino all'ufficio e nella pausa pranzo ogni tanto vado ad esercitarmi

407
Penso che tu ti riferisca alla Battuta 18, giusto? Visto che suoni un tasto nero col 5 e uno bianco coll'1 dovresti cercare di tenere il braccio un pò verso l'esterno in modo da non avere torsioni del polso. Se lo fai già e ti da fastidio puoi suonarlo con la mano destra (LA e SI insieme coll'1). Oppure puoi leggermente arpeggiarlo. Oltrettutto è un'accordo puntato quindi non devi tenerlo premuto molto.

408
Presentiamoci / Re:Finalmente tra i miei simili!
« il: Maggio 10, 2017, 09:19:13 am »
Premesso che non l'ho mai provato in prima persona, lo trovo molto più "naturale".
D'altronde quando i bambini imparano a parlare prima non vanno a scuola e la stessa cosa vale in molti altri casi.

409
Di tutto e di più / Re:Pezzo piano stupendo e sconosciuto !
« il: Maggio 09, 2017, 11:03:03 pm »
Per i miei gusti un po' troppo orecchiabile  ???

410
Presentiamoci / Re:Finalmente tra i miei simili!
« il: Maggio 09, 2017, 02:19:45 pm »
Io ho trovato il jolly quando qualche mese fa ho scovato una scuola di musica vicino al mio ufficio dove quando posso vado ad esercitarmi in pausa pranzo.
Improvvisamente venire a lavorare ha acquisito un senso!  ;D ;D ;D

411
Teoria musicale / Re:Come si studia un esercizio?
« il: Maggio 05, 2017, 02:17:49 pm »
Cosa s'intende per visione d'insieme del pezzo?

Intendo dire che bisogna cercare di suonare tutto il brano dall'inizio alla fine il prima possibile. Solo così puoi avere l'dea generale del pezzo, dargli uniformità e continuità. Gli spigoli si livellano dopo. Non tutti sono della stessa opinione ma secondo me è la strada migliore.

PS: aspetto l'accredito  ;D

412
Teoria musicale / Re:Come si studia un esercizio?
« il: Maggio 05, 2017, 08:59:31 am »
E' una domanda da un milione di dollari!!!
Perchè dipende da molti fattori: dipende dal tuo livello, dal tipo di esercizio, dalla tua reattività....
Innanzitutto dovresti scegliere un esercizio alla tua portata, hai qualcuno che ti consiglia?
Una volta deciso puoi prima solfeggiarlo qualche volta se sei ancora insicuro sul solfeggio, poi puoi provare a fare qualche battuta a mani separate e poi a mani unite. Puoi altre battute e così via fino a fare tutto il brano. Però questi step dipendono tanto da come reagisci tu.
In generale secondo me prima bisogna cercare una visione d'insieme del pezzo e poi concentrarsi sui passaggi più ostici.
Per ora lascia perdere imparare a memoria...

413
Tecnica / Re:Esecuzione de: "Il Gatto solitario" di C. Salerno
« il: Maggio 03, 2017, 02:47:46 pm »
Il pianoforte è uno strumento "polifonico". Spesso i compositori scrivono per pianoforte ma pensano ad altri strumenti.
Immagina che le due linee siano suonate da due strumenti diversi. Per esempio la linea melodica da un violino, un oboe, un sax quello che ti pare e la linea armonica da un arpa, una chitarra... in quel caso il problema della nota ribattuta non sussisterebbe.
Questo è un brano molto semplice ma se tu volessi "orchestrarlo" affideresti tutte le linee presenti a diversi elementi e ognuna godrebbe "di vita propria”. E’ per questo che la destra è scritta in quel modo. Come dice Pianoth non deve perdere di continuità e nel suonarlo devi dare quell’impressione lì.
Si devono sentire due soli RE (e non tre) e un solo MI, tutto il resto sta sotto.
Concretamente ciò significa che devi suonare il Re della mano destra più forte e quello della mano sinistra più piano. Devi tenere abbassato il RE della mano destra il più possibile, mentre quello della sinistra il minimo indispensabile.
Il tutto farcito con un pizzico di pedale e l’illusione è servita! Vedrai che lo stacco non si sente più

414
Regole del forum e guida / Re:Recuperi topic 2016
« il: Maggio 03, 2017, 12:41:54 pm »
Purtroppo tutto il 2016 (e qualcosa di più) è andato perso  :'(

415
Tecnica / Re:Esecuzione de: "Il Gatto solitario" di C. Salerno
« il: Maggio 02, 2017, 10:21:12 am »
Forse può aiutare comprendere il perché di una cosa del genere. Il pianoforte è uno strumento che permette di suonare più linee contemporaneamente.
In questo caso la destra ha la linea melodica e la sinistra l’accompagnamento. Immagina di suonare due strumenti diversi. Quello che è importante è far prevalere sempre la melodia. Quindi il RE della mano destra si deve sentire di più di quello della mano sinistra così come tutte le note della mano destra devono prevalere su quelle della mano sinistra. In questo modo (anche se non si usa il pedale) la nota suonata più forte risuona di più di quella suonata più piano. Quindi nel primo quarto il RE della destra deve sentirsi bene, nel secondo quarto il RE deve essere risuonato dalla mano sinistra ma con un’intensità minore (rilasciando la destra), nel terzo quarto puoi suonarlo o solo con la destra o con tutte e due le mani per non perdere la continuità dell’accompagnamento e nel quarto quarto (come nel secondo) la sinistra più piano.

416
Anche a me piace di più la seconda esecuzione. Anche se è più regolare non è affatto meno espressiva.
Però forse il finale è venuto meglio nella prima esecuzione. Purtroppo l'hai tolto quindi non lo posso più risentire ma mi sembrava che i gruppi irregolari fossero più omogenei e che il passaggio al DO# magg fosse delineato meglio

417
Allora ci devi far sentire qualcosa di tuo!

418
Presentiamoci / Re:Eccomi
« il: Aprile 21, 2017, 10:21:40 am »
diventare più bravo di Keith Jarrett

Ah beh, non hai grandi ambizioni...  ;D

419
Di tutto e di più / Re:Come farsi piacere lo studio del pianoforte.
« il: Aprile 20, 2017, 09:22:05 am »
Io sono convinto che le cose che riescono sono quelle che piacciono.
Perciò cerca di suonare cose che ti piacciono e lo studio non ti peserà.
Per assurdo ore e ore passate a fare esercizi di tecnica che pesano e non piacciono sono molto meno utili di un brano semplice ma bello.
Tutti (o quasi) noi del forum non abbiamo grandi ambizioni musicali se non suonare per nostro diletto e la cosa migliore è non dimenticarselo mai e cercare di perseguirlo.
Hai la fortuna di avere un maestro, cerca di conconcordare con lui cosa fare. Se Bach proprio non ti riesce, lascialo perdere e non la vivere come una sconfitta. Puoi darsi che non sia il momento, magari se lo riprendi tra un anno quegli scogli insormontabili ti sembreranno un pò più "smussati". Può darsi che adesso i Righeira siano quello di cui hai bisogno, perciò parlane col maestro e vedi se insieme potete cambiare qualcosa. Il suo compito non è solo dirti come si suona la fuga o il minuetto di Bach ma anche individuare di cosa hai bisogno.

420
E' normale ma non è... giusto
Vuol dire che il movimento non è più naturale ma è forzato e questo non è un bene. Succede quando provi a fare qualcosa che è oltre le tue possibilità.
Fermati prima di sentire dolore perchè è controproducente; magari guadagni 2 tacchette di metronomo ma poi non riesci più suonare.
Se vuoi aumentare la velocità prova a suonare a segmenti; fai poche note (per esempio 5 cioè una quartina più l'inizio della successiva) alla velocità che vuoi ottenere e le ripeti finchè non senti che il movimento è naturale. Una volta raggiunto questo obiettivo aumenti le note (per esempio due quartine) e così via.
Se ancora non riesci a fare tutta la scala. fermati, ci arriverai domani, o tra una settimana, o tra un mese. Non ha tanta importanza quanto ci metti perchè le mani hanno bisogno dei loro tempi e bisogna rispettarli.

Pagine: 1 ... 26 27 [28] 29