Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Re Cremisi

Pagine: [1] 2 3 ... 18
1
Armonia / Re:Accordo Alt
« il: Giugno 14, 2017, 09:40:26 pm »
Esiste una celebre successione di tre accordi, che puoi usare quando stai improvvisando ma ti accorgi che il tema sta diventando monotono, diciamo che serve un po' per ridare fiato alla melodia.











Si tratta della successione ctrl-alt-canc.

2
Di tutto e di più / Re:Per proteggere le gambe del pianoforte
« il: Giugno 03, 2017, 11:15:34 am »
Fasciare le gambe con il pluriball? Fa schifo, ma almeno dovrebbe proteggerle dai morsi.

PS complimenti per l'acquisto ;)

3
Tecnica / Re:Produzione del suono singolo
« il: Aprile 16, 2017, 09:44:14 am »
Accidenti, ma allora tutto ciò che ci hanno insegnato sul pianoforte è falso! Mi darò al liuto.

4
Teoria musicale / Re:Come suono questo?
« il: Agosto 18, 2015, 11:53:25 am »
Bè sì in effetti potrebbe essere una soluzione..ma così facendo però il LA non lo farei durare 1/4 ma un pochino di meno..però non vedo altre alternative  :o

L'alternativa è suonare su due pianoforti  ;D

5
Teoria musicale / Re:Come suono questo?
« il: Agosto 18, 2015, 09:51:31 am »
Buona sera a tutti voi! Allora..la battuta che ho postato è tratta dalla "sonata" op 49 n.2 del grandissimo Beethoven..come vedete con la mano dx suono LA (quello più basso) che guarda caso è la stessa nota che la mano sx dovrebbe suonare alla fine della prima terzina ma che non può in quanto su quel tasto c'è già la mano dx..come ne esco?


Togli il dito della mano destra subito prima di suonarlo con la sinistra  8)

6
Tecnica / Re:Stephen heller, op 45 n 15
« il: Agosto 04, 2015, 10:10:25 pm »
Quindi, se voglio, dopo una settima posso non suonare la settima dopo?

No no io stavo scherzando sul fatto che Maria ha scritto erroneamente "accordo di settimana" invece che "di settima", probabilmente a causa di un correttore automatico troppo zelante  :)
Tu le note scritte nello studio le devi suonare tutte, quindi se hai due accordi di settima consecutivi li devi suonare.

7
Tecnica / Re:Stephen heller, op 45 n 15
« il: Agosto 04, 2015, 04:30:32 pm »
Io intendevo TANTI accordi di settimana di fila, come diceva Samuel, non dicevo che un accordo di settimana debba risolvere subito. Non capivo l'utilità di farne molti di fila, perché prima o poi dovrà risolvere. Comunque hai già risposto tu che sei l'esperto  ;)

In pratica se fai tanti accordi di settima di fila in una settimaNA poi la settimaNA dopo puoi farli anche senza la settima perché tanto la settima l'hai già suonata la settimaNA precedente. Ah, questi correttori automatici.. ;)

8
Di tutto e di più / Re:voi che fareste?
« il: Luglio 31, 2015, 12:03:58 pm »
.... si parla genericamente di polistirolo ma in realtà il materiale è diverso .... anzi, ve ne sono diversi....
http://www.suonoevita.it/it/i_falsi_miti_acustici_nella_rete_se_li_conosci_li_eviti_ed_eviti_di_spendere_soldi_inutilmente
http://www.leroymerlin.it/catalogo/materiali-da-isolamento/pannello-in-poliuretano-base-poliestere-fonoassorbente-bugnato-1000-x-1000-sp.-30-mm-35268660-p
http://www.leroymerlin.it/catalogo/materiali-da-isolamento/pannello-in-poliuretano-mappysil-piramidale-500-x-500-sp.-50-mm-32221504-p
etc.. etc.. i miracoli non si fanno ... ma con bass trap, pannelli etc... ben scelti, qualche miglioramento se si fa un buon lavoro lo si ottiene.
https://www.google.it/search?q=bass+trap&newwindow=1&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ved=0CCEQsARqFQoTCJWXuY-JhccCFSQI2wodaVsOZg&biw=1698&bih=743&dpr=0.8
http://www.silenttecnicalsystem.it/pannelli_fonoassorbenti.html

Sergio, posti un link in cui al punto 1 è chiaramente specificato: "C’è una grande differenza tra i fenomeni di assorbimento e di isolamento del suono ecc." e poi posti link di materiali fonoassorbenti, completamente inutili nel caso in questione.

Il fonoassorbimento serve solo a migliorare la qualità acustica di un ambiente, ma non permette di ottenere un migliore isolamento. Per avere un fonoisolamento degno di questo nome i casi sono due: 1 nel momento della progettazione di un edificio lo si progetta in modo acusticamente intelligente; 2 se l'edificio è già bello che costruito, si va a "tappare i buchi" acustici, con un intervento il più delle volte molto costoso, ben di più di una accurata progettazione iniziale.

Pensare di tappezzare di pannelli di varia natura la propria casa per ottenere isolamento è sbagliato. Tutt'al più si ottiene un miglioramento delle condizioni acustiche interne, se il tipo, la superficie e la disposizione di questi pannelli sono stati scelti con criterio.

9
Di tutto e di più / Re:voi che fareste?
« il: Luglio 31, 2015, 11:11:55 am »
...il problema si è affrontato diverse volte... e per quanto ne so la migliore soluzione è quella di avere a disposizione un digitale che faccia poco rumore sui tasti... non tutti i digitali sono eguali!!!!  quindi si passa alla diminuzione dei disturbi, ma ovviamente il partire da una soluzione poco rumorosa è il punto di partenza ottimale. Puoi vedere di attrezzare quindi un angolo di casa coibentando pareti e pavimento con adatto polistirolo, mettendoti dietro una bella tenda insonorizzante, quanto detto dorvebbe essere sufficiente ... ;)

Sfatiamo un mito: il polistirolo acusticamente non serve a nulla, non è assorbente, non è isolante (se usato da solo), è inutile.
Detto questo, questi vicini che si lamentano di sentire le dita sui tasti dovrebbero capire che o vanno a vivere sulla cima del Monte Bianco, o non devono rompere le palle, perché si tratta di un rumore ampiamente entro i limiti consentiti dalla legge, persino di notte.

10
Di tutto e di più / Re:Aumentare il volume MIDI
« il: Luglio 29, 2015, 11:46:07 am »
Forse sì, Re Cremisi, ma mi spieghi come si fa di preciso ad aumentare in uscita dal controller?
Grazie, Sergio, ora vado a vedere di cosa si tratta.

Non lo so, dipende da che controller usi.. Poi probabilmente con Pianoteq hai la possibilità di alzare il volume indipendentemente da quello del computer.. In ogni caso il problema è certamente risolvibile senza ricorrere a programmi esterni che non si sa bene cosa facciano, io con il mio controller posso tranquillamente assordare me e i miei vicini lasciando il volume del mac a metà, ovviamente a condizione che sia collegato a delle casse esterne

11
Di tutto e di più / Re:Aumentare il volume MIDI
« il: Luglio 29, 2015, 09:36:05 am »
Ciao, ho notato che il volume dei midi che faccio quando collego il computer al pianoforte è molto basso. Sia per registrare che per ascoltare un mio midi a un volume accettabile devo tenere il volume del mio Mac al massimo. C'è qualche modo per aumentare il volume di default senza stare a modificare poi il file normalizzandolo? Quest'ultima cosa non mi va di farla.  Ho cercato dappertutto e non ho trovato la soluzione. Per esempio, su Pianoteq posso cambiare la percentuale della dinamica, abbassandola da 40 a 30 per ottenere un suono più alto ma non è che risolvo più di tanto il problema. Fra l'altro, alterando la dinamica dello strumento in Pianoteq la bellezza di molti strumenti va a farsi benedire.

Questo basso volume midi dipende dal controller midi o da cosa? Qualche conislglio?
Grazie

Non hai modo di aumentarlo in uscita dal controller?

12
Ma scusami, Va bene che il brano é mio, ma a livello teorico, nn si dovrebbe rispettare la "quantità" di note inserite in ogni misura rispetto al tempo scelto?
Comunque grazie per il suggerimento,ci rifletto un po sú...

Sì, ma nulla ti vieta di fare battute più corte o più lunghe a seconda di quello che ti serve, non è che le battute devono per forza essere tutte lunghe uguali. Guarda l'introduzione per pianoforte di "Firth of Fifth" dei Genesis ad esempio, dove si alternano battute di varie durate diverse.

13
Tecnica / Re:Segno strano
« il: Luglio 27, 2015, 10:06:22 pm »
Significa che quel la suonato con la sinistra e quel sol suonato con la destra fanno parte della stessa voce, comunque sì le devi suonare normali con la diteggiatura suggerita.

14
Ciao a tutti. Vi illustro la situazione.
Ahimè, essendo una capra figlia del XX sec , secolo nel quale ovunque ci sia un apparecchio radio o una linea adsl c'è il rischio di incorrere in recenti ed etichettate produzioni di belati ( pagate a suon di soldoni e stuoli di fan), al pari delle altre molte capre, che come me, per una "presunta necessità comunicativa" si approcciano alla musica, mi sono lasciato prendere la mano, e con la mano ho preso la matita e con la matita ho iniziato a scrivere l'abbozzo della mia op 1.(questo è il poetico e fantasioso titolo che le ho dato).
Per grazia ricevuta non ho la vocazione a scrivere testi che non abbiano a significare nulla, e non essendo bravo abbastanza o acculturato altrettanto per dar vita ad un vero e proprio testo che si possa definire tale (e cioè degno di essere ascoltato), mi sono "limitato" o meglio permesso di provare a trascrivere i miei stati d'animo con il linguaggio più adatto, forbito, perfetto e diretto che ci sia, la musica.
So che non avendo le basi ( a parte un diploma di teoria preso nel 99 del quale non è rimasta neanche la copia cartacea) e non facendo nulla per averne, rischio di far rivoltare lo stomaco ai vivi e le ossa ai morti, ma corro il rischio e ve la pongo.

Ho scritto 3 battute in 2/4 in cui la destra e la sinistra hanno le stesse figure, nello specifico:  croma - terzina di semicrome - croma - terzina di semicrome  .
La destra attacca 1/64 dopo la sinistra quindi, da profano, ho iniziato con una pausa da 1/64 e poi ho scritto il resto.
Oggi mentre copiavo mi sono reso conto dell'evidenza: come a fine mese, non tornano i conti.
La prima misura, logicamente, risulta eccedente del 64esimo. Alchè ho pensato di lasciar tutto così fino alla conclusione della frase e di recuperarlo sull'ultima nota  dell'ultima terzina legandola di valore ad un sedicesimo con tre punti
Si può fare? Si può scrivere una battuta eccedente e recuperare poi con una diminuita?
grazie assai
Ema

Se il brano è tuo, puoi fare quello che vuoi; e invece fare battute di 2/4+1/64? So che è un po' brutale ma ti risparmi un po' di casini.

15
Di tutto e di più / Re:back to life - info su diteggiatura
« il: Luglio 22, 2015, 03:53:24 pm »
direi che con la destra tieni premuto quel sol in chiave di violino con il mignolo, e suoni il do e il sol sotto con il pollice e l'indice, mentre con la sinistra usi mignolo indice e pollice, eventualmente arpeggiandoli se non riesci a suonare una decima.. A meno di non avere due mani veramente grosse mi sembra l'unica diteggiatura possibile.

Pagine: [1] 2 3 ... 18