Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - fkt

Pagine: [1] 2 3 ... 8
1
Tecnica / Re:Mignolo tasto nero
« il: Maggio 01, 2019, 11:14:56 am »
Suonando le ottave si possono usare sia il quarto sia il quinto dito, dipende come sempre dal risultato estetico che vuoi ricavare da un certo passaggio.

Se stai studiando il Vivace di Czerny, Op. 740 (il numero 49 - OTTAVE BRILLANTI) è naturale che tu abbia una forte prevalenza dell'uso del quarto dito; ma se prendi una qualsiasi sonata di Beethoven e vuoi ricavare un legato in una melodia proposta in ottave ... allora accostare alternanze di quarto e quinto dito può aiutare molto ad ottenere un buon risultato.

2
Teoria musicale / Re:Allenamento solfeggio
« il: Aprile 30, 2019, 04:05:30 pm »
Uno degli ultimi che ha dato un vero contributo alla didattica del Solfeggio è Fulgoni; esplorerei i suoi metodi.

In alternativa, resterei sui "classici" ;)

3
Tecnica / Re:Suites Francesi
« il: Aprile 30, 2019, 04:01:02 pm »
Le Suite Francesi di Bach, affiancate alle invenzioni a 3 voci, sono propedeutiche alle suite Inglesi.

Parliamo di Bach, colui che ha fatto (anche) della didattica...un'arte :)

4
Armonia / Re:Ordine negli accordi
« il: Ottobre 03, 2014, 03:07:24 pm »
Certo che è un bel pasticcio definire una cosa con un nome che per secoli è stato usato per un'altra... ad esempio, intendere do5 come triade eccedente, come indicato nel sito citato, confonde parecchio le idee. Nella nomenclatura classica, la numerazione aveva un significato evidente: 5 indicava l'intervallo di quinta, un segno aggiunto (5#) indicava la quinta eccedente. E così 6 indicava l'accordo di terza e sesta, mentre 56 indicava l'accordo con quinta e sesta (quello che sul sito è indicato col termine "sesta aggiunta").

Non sono d'accordo per il semplice fatto che da un lato non si usavano siglati (come i jazzisti), al massimo puoi trovare IV5 e forse ancora meglio IV35 in qualche tecnica di analisi. Se stai pensando al basso continuo invece la questione cambia, intanto la quinta non era indicata quando giusta, per cui al massimo trovi 3 e notare, a prescindere dal modo. Solo alcuni bassi cifrati indicavano 3b per indicare il modo minore.
Sicuramente posso dire che per quanto riguarda il Jazz c'è una troppa varietà di "nomenclature", io preferisco eventualmente C5# per do maggiore con la quinta alzata che C5, per me ridondante, proprio per lo “scontro” con la logica intervallare.
Dato però che l'impostazione del post iniziale non lascia supporre ad un basso continuo a qualche tecnica di analisi, penso che sia meglio orientarsi al tipico siglato della musica jazz o meglio ancora, forse l’autore del topic pensava al mondo pop.

Per cui o uno dice che Do5 non si usa o si da una giustificazione referenziata (abbiamo visto che dei testi ne fanno cenno). Del resto non c'è scritto da dove è presto l'elenco fornito in principio e tanto meno al contesto al quale è riferito.
Per cui per me in un contesto classico Do5 non ha motivo di essere giustificato, non esiste...e inoltre nessuno fa un'analisi seria della musica tonale scrivendo le sigle degli accordi, anche perchè sapere che siamo su un accordo di do maggiore non da nessun valore aggiuntivo.

5
Armonia / Re:Ordine negli accordi
« il: Settembre 26, 2014, 02:52:32 pm »
spero di postare nel posto giusto

E' da un po' che ho questa curiosità, leggendo i vari prontuari degli accordi, in alcuni ho trovato più di 20 "variazioni" sempre se si dice così di un accordo come ad esempio

DO maggiore
DO6
DO7
DO5
etc....

Supponendo che li si possa ascoltare in ordine dal più grave al meno grave, esiste un modo di riordinarli?
Ovviamente sempre che ciò abbia un senso.

Grazie

Dipende dal contesto, tipicamente:
Do5 = do mi sol# (accordo con quinta alzata)
Do6 = do mi sol la (accordo con sesta aggiunta)
Do7 = do mi sol sib (accordo di settima di dominante)


Qui hai una bella panoramica
http://www.jazzitalia.net/articoli/accordisigle.asp

I rivolti sono un'altra cosa.

6
Tecnica / Re:consiglio spartito
« il: Maggio 27, 2014, 02:47:51 pm »
con l'aiuto dello spartito

Lo spartito probabilmente è la cosa più fondamentale, anche se rappresenta per sommi capi il pensiero (e il desiderata) del compositore.

7
Teoria musicale / Re:Prima di prendere lezioni di musica
« il: Maggio 27, 2014, 02:43:21 pm »
La decisione finale del corso è anche di tipo caratteriale, se mi sento il fiato sul collo, di un maestro che ti sprona, mi impegno di più  :)

Il maestro è anche quella figura che aiuta a superarci, a focalizzare i nostri limitici e fornirci strumenti per andare oltre; il rischio è di restare nel nostro brodo di giuggiole. CI sono casi in cui poi l'allievo supera il maestro, ma questo è un altro capitolo.

8
Teoria musicale / Re:Prima di prendere lezioni di musica
« il: Maggio 27, 2014, 02:37:12 pm »
Se il tuo obiettivo è imparare a comporre, è conoscere l'armonia, la teoria, la storia della musica e altre cose puramente teoriche, va bene studiare da soli da un libro

(S)fortunatamente la composizione è una materia molto pratica che mette insieme anche un sacco di nozioni teoriche compresa la conoscenza approfondita delle tecniche strumentali (e vocali per dirne un'altra), anche ad un livello molto approfondito; visto che i tuttologi non esistono, si lava fianco a fianco con gli interpreti, altro che libri di teoria (in senso lato)  e basta. Si per un infarinatura va bene.

Ricondurre la composizione a sola teoria è un bel po' azzardato.

9
Di tutto e di più / Re:Pre - accademici o insegnante privato?
« il: Aprile 24, 2014, 02:19:37 pm »
io programmerei degli esami da privatista per il 1 e 2 livello con solfeggio e altri esami obbligatori.

Scusa la domanda Giulio, ma a cosa ti riferisci? Intendo, esami da privatista in relazione alle materie (o i livelli) dei corsi preaccademici.

10
Area Spartiti / Re:Pachelbel Canone
« il: Aprile 23, 2014, 05:12:48 pm »
Buon giorno, per caso qualcuno ha lo spartito di

Pachelbel Canone in re maggiore, per pianoforte?

Grazie

Il brano è pour quatuor et clavecin, praticamente cerchi una riduzione?


11
Tecnica / Re:Lettura doppio pentagramma
« il: Aprile 22, 2014, 01:47:45 pm »
Giusto per capirsi, ma a quale esercizio del beyer ci stiamo riferendo?

12
Tecnica / Re:ORA BASTA!! FACCIO LO SCIOPERO DELLA FAME!
« il: Aprile 22, 2014, 12:08:07 pm »
se non erro prima contava oltre 200 post, adesso si sono ridotti a 50..che accade ordunque?

Se non sbaglio uno può anche cancellare i propri messaggi in autonomia...

13
Di tutto e di più / Re:Disturbatori nel forum
« il: Aprile 22, 2014, 12:04:22 pm »
Carissimi,
come avete visto può accadere che sul forum si aggirino persone che vogliono disturbare la nostra condivisione con commenti inopportuni, maleducati e insensati.
Ci dispiace per il disagio. Abbiamo provveduto all'allontanamento.
Vi invitiamo, qualora dovesse accadere nuovamente, ad ignorare i messaggi offensivi e di spam. Ignorateli totalmente. Lo scopo di certe operazioni è proprio disturbare e creare malumore nella community.
Mica vorremo consentirlo?
Grazie a tutti.  :)

Grazie per l'intervento tempestivo.

14
Di tutto e di più / Re:Anche se vi siete volatilizzati
« il: Aprile 18, 2014, 01:16:45 pm »
Vi auguro di tutto cuore una buona pasqua :D

Auguri anche a te e gli amici del forum

15
Tecnica / Re:migliorare la lettura
« il: Aprile 18, 2014, 01:16:03 pm »
Ci sono diversi metodi specializzati in questo senso, ti segnalo Norris in quanto contiene degli utili suggerimenti e degli esercizi progressivi per affrontare tale difficoltà.

Comunque serve molta pratica ma soprattutto costanza.

Pagine: [1] 2 3 ... 8